La notte del drive-in

La notte del drive-in

4.0

di Joe R. Lansdale


  • Prezzo: € 14.00
  • Nostro prezzo: € 11.90
  • Risparmi: € 2.10 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Dove sono le stelle? Perché chi si avvicina ai confini del drive-in muore orribilmente? E chi può avere interesse a tenere in ostaggio una folla istupidita, imbarbarita, inferocita, costretta oltretutto a vedere ininterrottamente "La notte dei morti viventi"? E la paura dilaga, anche al di qua degli schermi giganti su cui scorrono le immagini. Mentre in un primo momento a coloro che tentavano la fuga dal drive-in era riservata una fine orrenda, ora le cose sembrano andare diversamente: pare ci sia qualche temerario che possa varcare la soglia impenetrabile oltre la quale si vede solo il buio assoluto...

Note sull'autore

Joe Richard Harold Lansdale è nato a Gladewater, nel Texas degli Stati Uniti, il 28 ottobre del 1951. Durante l’infanzia segue la famiglia che si trasferisce a Nacogdoches, un piccolo paese nelle vicinanze del luogo in cui è nato. Successivamente, la cittadina di Nacogdoches, fungerà da ambientazione per alcuni dei suoi romanzi. Fin da piccolo nutre una forte passione per la letteratura, per i fumetti e per i B-movie. Nel 1972, a soli 21 anni, pubblica il suo primo racconto. In seguito, assieme alla madre, scrive un articolo di botanica, con il quale vince un premio in ambito giornalistico. A questo primo articolo ne seguiranno molti altri, che vengono pubblicati in diverse riviste, principalmente di fantascienza. Il suo romanzo d’esordio è del 1980 e si intitola “Atto d’amore”. Dopo il primo libro decide di dedicarsi a tempo pieno all’attività di scrittore. Appassionato di arti marziali, ha fondato una scuola in cui insegna o stile di combattimento che ha ideato lui stesso, chiamato Maverick Kenpo. Attualmente Joe Richard Harold Lansdale vive a Nacogdoches, assieme a sua moglie Karen, scrittrice, e ai figli Kate e Kasey.
 

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Joe R. Lansdale:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 4 recensioni)

5.0L'Orbit deve morire, 21-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
La notte del drive in è probabilmente il vertice creativo di Lansdale: visionario, assurdo, ironico, terrorizzante. Il Re del Popcorn da solo vale il prezzo del biglietto, in 150 pagine è racchiuso un capolavoro che farà felici sia i fan di Champion Joe sia chi non lo conosce nemmeno, questo fenomale scrittore texano. Il seguito non è all'altezza del primo, ma si attesta comunque su ottimi livelli.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Drive in da paura, 25-03-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
B-movies, violenza gratuita, cultura pop, cibo spazzatura e chili di ironia. Joe Lansdale allestisce il suo assurdo Drive In e lo popola di personaggi che da mediocri sfigati si trasformano in irresistibili anti-eroi. Un mix di fantascienza, horror e umorismo che mi ha assolutamente conquistata. Il libro comprende anche il secondo capitolo della trilogia, "Drive In 2".
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Mah..., 24-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
L'inizio di questo romanzo inusuale e sopra le righe, promette bene: gli spettatori di un drive-in scoprono che il mondo al di fuori non esiste più e che sono costretti a vivere in un'universo di cinema di serie B, di coca-cola e pop-corn e di buio.
Man mano che la narrazione prosegue però, la trama si fa sempre più assurda e "gratuita", rendendo ancora più scontata la sottostante critica alla società americana moderna.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0non si dimentica..., 22-07-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Grande Lansdale nella sua trilogia tra horror e splatter. Ancora una volta dà prova della sua ribollente creatività e della sua ottima scrittura, ironica e pungente. Sembrerà forse dissacrante, ma non posso che considerare questo libro una versione spatter (ma non per questo meno acuta e intelligente) di "Cecità" di Saramago. Anzi, mi spingo oltre: questo libro ha quello che manca a Saramago: l'autoironia!!che non è cosa da poco. Lansdale è magico nella capacità di trasmettere al lettore le sensazioni di paura, folle entrusiasmo, bramosia di vita e avventura che tutti noi abbiamo provato da piccoli, quando tutto era nuovo e non c'era ancora la stanchezza di vivere. Anche in questo libro i protagonisti sono ragazzi, e questa aria fresca, libera, vogliosa di avventure si respira ancora, almeno all'inizio del racconto. Ma qui si dà libero sfogo all'altra faccia della medaglia, ovvero alla descrizione della degradazione, che è certo iperbolica, e tuttavia inquietante. Unica nota di demerito, una certa verbosità di Papalong verso la fine della storia, decisamente troppo didascalica.
Ritieni utile questa recensione? SI NO