€ 17.48€ 18.60
    Risparmi: € 1.12 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Non è mia figlia

Non è mia figlia

di Sophie Hannah

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Garzanti Libri
  • Collana: Narratori moderni
  • Traduttore: Lauzi S.
  • Data di Pubblicazione: gennaio 2008
  • EAN: 9788811686187
  • ISBN: 8811686180
  • Pagine: 387
  • Formato: rilegato
Alice Fancourt è stata lontana da casa solo due ore, eppure non vede l'ora di riabbracciare la sua bambina, la piccola Florence di due settimane. Ma, imboccato il vialetto di casa, Alice capisce subito che c'è qualcosa che non va. La porta è aperta, le stanze sono avvolte dal silenzio. Alice corre in camera della piccola e con orrore si rende conto che la bambina che dorme nella culla non è sua figlia. Al suo posto c'è un'altra neonata, un altro viso, un altro pianto. Ma dov'è Florence? E come è possibile che David, il marito di Alice, che doveva badare alla bambina, non si sia accorto di nulla? È l'inizio di un incubo. Perché nessuno le crede. Né David né la suocera Vivianne. Per loro Alice è solo depressa e rifiuta la bambina. E mentre David diventa sempre più aggressivo e minaccioso, ad Alice non resta altra scelta che rivolgersi alla polizia. A occuparsi del caso la detective Charlie Zailer e l'ispettore Simon Waterhouse. Alice non ha alcuna prova, solo la sua testimonianza, quella di una madre sicura che quel viso e quell'odore non sono quelli della bambina che ha portato in grembo per nove mesi. L'unica soluzione è convincere la polizia a eseguire il test del DNA. Ma il tempo scorre. Ogni minuto può essere fatale. E quando Simon Waterhouse finalmente acconsente a eseguire il test, forse è troppo tardi. Alice e la neonata sono sparite.

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Sophie Hannah:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 11 recensioni)

4.0Incubo, 03-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
L'incubo di ogni madre che si realizza. Avere tra le braccia un bambino che non si riconosce come il proprio. L'ombra della follia che ti costringe al silenzio, la paura, il non fidarsi più delle persone che ti sono accanto.
Il libro è avvincente, a volte aggrovigliato, per cui finisci per confondere la realtà dalla fantasia dei personaggi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Magnetico, 02-01-2012, ritenuta utile da 1 utente su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Davvero un romanzo appassionante ed emozionante, anche se talvolta poco credibile. Sono rimasta incollata alle pagine dall'inizio alla fine e nonostante la mancanza di coerenza di alcuni passaggi narrativi, l'autrice è talmente talentuosa che sono riuscita a guardare oltre. Consigliatissimo per chi cerca una storia fuori dai soliti schemi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Non è mia figlia, 27-04-2011, ritenuta utile da 6 utenti su 17
di - leggi tutte le sue recensioni
Veramente un libro carino, intricato all'inverosimile, quando credi di aver capito quello che sta succedendo le cose si capovolgono e ti ritrovi al punto di prima. Molto particolare questa autrice che non conoscevo ma che ho molto apprezzato, e di cui leggerò sicuramente altri romanzi. Consigliato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Passabile, 20-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Thriller psicologico che sfrutta il peggior incubo di ogni mamma: il rapimento di un figlio.
Avrebbe potuto essere sviluppato in maniera molto più originale, a metà libro avevo già capito chi era il colpevole... Non è degno nemmeno di legare le scarpe ad Harlan Coben!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Positivo, 30-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Storia e particolare, ti aspetti un tipo di trame a ne swcopri un altro, alcuni personaggi un pò troppo stereotipati ma alla fine la lettura risulta molto piacevole
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0NoN E' MiA FiGlIa, 29-09-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Non riesco ad andare oltre le 3 stelline (e voglio essere generosa). Il libro è scritto in modo originale, su due piani temporali con solo alcuni giorni di differenza, uno scritto in prima persona e l’altro in terza. La trama “sembrava” essere interessante, peccato che proprio il finale è risultato essere poco realistico, che delusione! L’ho letto volentieri ma ci sono troppe cose che non vanno, il romanzo sembra sempre lì lì per decollare ma non decolla mai. Ci sarebbe stato più di uno spunto interessante, ma tutto è stato sviluppato in modo prevedibile. Peccato..
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0SPETTACOLARE!!!!, 18-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Consiglio vivamente questo libro.
E'uno di quei libri che anche se ricco di pagine leggerete in brevissimo tempo.Le prime pagine sono un po' descrittive ma ad un certo punto inizia a prendervi e volete assolutamente conoscere il finale nel piu' breve tempo possibile!.
Non riuscite a capire chi mente se la mamma della bimba e' paranoica,se il marito perfido ha sostituito sua figlia e che intenzioni ha la suocera.
Ricco di suspance! Ve lo consiglio!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0libro originale, 18-07-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Inizio con il dire che ho apprezzato questo libro.
Certo l'idea è un pò artificiosa,poco realistica ma comunque originale.
Ho creduto alla protagonista fino a buona parte del libro.
Il libro comunque si legge facilmente e coinvolge.
Non mi sono piaciuti molto i personaggi di marito e suocera della protagonista, lui piatto, lei troppo esagerata
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Autrice interessante, 02-07-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho conosciuto questa autrice proprio con questo libro "non è mia figlia". Un libro bello, ben scritto, un'autrice molto interessante, infatti mi appresto a leggere gli altri due successivi. Consigliata. Thriller familiare!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Non è mia figlia, 18-05-2009, ritenuta utile da 2 utenti su 8
di - leggi tutte le sue recensioni
Alice è stata lontana da casa solo 2 ore, eppure è già impaziente di riabbracciare la sua Florence, di 2 settimane. Ma sulla porta di casa, capisce ke qualkosa nn va. Scoprirà cn orrore ke quella ke dorme nella culla nn è la sua bambina.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un'altra bimba, un altro viso, un altro pianto!, 29-10-2008
di - leggi tutte le sue recensioni
Alice Fancourt è stata lontana da casa solo due ore, eppure non vede l'ora di riabbracciare la sua bambina, la piccola Florence di due settimane. Ma, imboccato il vialetto di casa, la donna capisce subito che c'è qualcosa che non va. La porta è aperta, le stanze sono avvolte dal silenzio. Alice corre in camera della piccola e con orrore si rende conto che la bambina che dorme nella culla non è sua figlia. Al suo posto c'è un'altra neonata, un altro viso, un altro pianto. Ma dov'è Florence? E com'è possibile che David, il marito di Alice, che doveva badare alla bambina, non si sia accorto di nulla? E' l'inizio di un incubo. Perchè nessuno le crede. Nè David nè la suocera Vivienne. Per loro Alice è solo depressa e rifiuta la bambina. E mentre David diventa sempre più aggressivo e minaccioso, ad Alice non resta altra scelta che rivolgersi alla polizia. A occuparsi del caso sono la sergente Charlie Zailer e il detective Simon Waterhouse. Alice non ha alcuna prova, solo la sua testimonianza, quella di una madre sicura che quel viso e quell'odore non sono quelli della bambina che ha portato in grembo per nove mesi. L'unica soluzione è convincere la polizia a eseguire il test del DNA. Ma ogni minuto può essere fatale e il tempo scorre... finchè Alice e la neonata improvvisamente spariscono. Nel nulla.
Ritieni utile questa recensione? SI NO