Noi e gli antichi. Perché lo studio dei Greci e dei Romani giova all'intelligenza dei moderni

Noi e gli antichi. Perché lo studio dei Greci e dei Romani giova all'intelligenza dei moderni

3.0

di Luciano Canfora


  • Prezzo: € 8.00
  • Nostro prezzo: € 7.52
  • Risparmi: € 0.48 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Il vincolo che collega la nostra cultura alla lingua, alla storia, al pensiero dei greci e dei romani non va ricercato in una presunta "identità" tra gli antichi e noi. Al contrario, è opportuno, e più produttivo, sforzarsi di capire le differenze; e proprio la riflessione su questa distanza ci consentirà di conoscere il senso che il passato e la sua eredità hanno per noi. È questa la via seguita da Luciano Canfora nei saggi scritti per questo volume, incentrati su alcuni temi cruciali: il metodo degli storici antichi, il rapporto tra storiografia e verità, la visione della storia come mescolanza, come fiume "grande e lutulento" che assimila e trascina le più diverse tradizioni culturali.

Note sull'autore

Luciano Canfora è nato a Bari il 5 giugno del 1942. Dopo aver conseguito il diploma di maturità, si iscrive all’Università dove frequenta il corso di laurea in Storia romana. Dopo aver conseguito la laurea nel 1964, prosegue gli studi presso la Normale di Pisa, dove si specializza in Filologia classica. La sua carriera come docente universitario è iniziata subito dopo gli studi in Filologia, divenendo assistente di Storia antica e di Letteratura greca. Luciano Canfora attualmente è professore ordinario presso l’Università di Bari, dove insegna Filologia greca e latina. Inoltre ricopre il ruolo di coordinatore scientifico presso la Scuola Superiore di Studi Storici di San Marino. Collabora con numerose testate giornalistiche, tra cui il Journal of Classical Tradition di Boston[1], la spagnola Historia y critica e la rivista italiana Limes, del gruppo L’Espresso. Collabora con importanti quotidiani nazionali, tra cui Il Corriere della Sera e La Stampa. E’ membro della Fondazione Istituto Gramsci e fa parte del comitato scientifico dell’Enciclopedia Treccani. E’ direttore della rivista Quaderni di Storia (Ed. Dedalo di Bari) e della collana La città antica, dell’editore palermitano Sellerio. Per quanto riguarda il settore editoriale, è anche direttore della collana Paradosis per le edizioni Dedalo e della collana Historos per la Sandro Teti Editore. E’ l’autore di numerosi saggi che trattano di filologia, storia e politica dall’età antica all’età contemporanea. I suoi volumi sono stati tradotti in molte lingue ed apprezzati all’estero.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Noi e gli antichi. Perché lo studio dei Greci e dei Romani giova all'intelligenza dei moderni acquistano anche Eraclito. La luce dell'oscuro di G. Fornari (a cura di) € 33.25
Noi e gli antichi. Perché lo studio dei Greci e dei Romani giova all'intelligenza dei moderni
aggiungi
Eraclito. La luce dell'oscuro
aggiungi
€ 40.77


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 2 recensioni)

3.0Tra presente e passato , 24-04-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Il volume contiene vari saggi scritti dal famoso storico Canfora sui vari aspetti e analogie tra antiche e noi moderni. Ciò per far comprendere, a mio parere, che "tutto torna" e che niente nasce dal caso. Interessante la parte sul Mito di Sparta: un mito che uccide (poichè fa capire le similitudini tra Sparta e il secondo reich) . Singola nota dolente: può risultare a primo lettura un libro difficile da comprendere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0La distanza tra "noi" e "loro", 24-01-2012, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro breve e di facile lettura, lontano dal tecnicismo universitario del grande docente che si erge a "deus" della cultura nazionale.
Luciano Canfora, pur essendo professore universitario, sceglie un linguaggio semplice ed immediato per far comprendere quanta distanza ci sia fra "noi" e gli antichi e quanto ci sia ancora da imparare da loro, per noi moderni.
Consigliato
Ritieni utile questa recensione? SI NO