€ 10.90
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
No logo

No logo

di Naomi Klein

4.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
Nike, McDonald's, Shell. Il mondo è nelle mani delle multinazionali, che hanno creato bisogni e miti di cui, per decenni, siamo stati schiavi. Ma lo sforzo dei grandi colossi per rendere omogenee le nostre comunità e monopolizzare il linguaggio condiviso ha generato una forte ondata di resistenza, testimoniata da diverse e diffuse azioni di guerriglia. Dallo sfruttamento nelle fabbriche dell'Indonesia e delle Filippine, in cui viene calpestato ogni diritto umano, ai centri commerciali propagatori di life-style del Nord America, fino alle campagne più massicce di attivisti, manifestanti e hacker, Naomi Klein spiega e analizza le ragioni della contestazione e le contraddizioni dell'economia globale. E, in quest'ultima edizione, ci racconta come oramai anche la politica sia asservita alle leggi dei marchi, offrendoci un'analisi inedita e sconcertante del fenomeno Obama. Al contempo analisi culturale, manifesto politico e inchiesta, No Logo è il primo libro che racconta una storia di ribellione e autodeterminazione nei confronti dello strapotere dei marchi.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su No logo e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.8 di 5 su 4 recensioni)

3.0Interessante, 26-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Il New York Times l'ha definito "La Bibbia del movimento antiglobalizzazione". In questo saggio l'autrice espone il crescente malcontento nei confronti dei marchi, e ci porta nelle fabbriche dello sfruttamento della Nike in Indonesia e nelle Filippine. Un libro molto forte con dei temi attualissimi che ci fanno capire cosa c'è dietro alle scarpe da ginnastica che utilizziamo tutti i giorni. Quello che vorrebbe l'autrice è una vera e propria ribellione contro il mondo delle etichette, ma è una battaglia persa in partenza. Utile leggerlo per capire un mondo che sembra tanto lontano da noi, ma che invece ci riguarda molto da vicino.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Un saggio cult, 26-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un intero libro sul branding, sulle multinazionali, sullo sfruttamento del lavoro. Una vera e propria inchiesta. Potrebbe risultare pesante eppure rimane un'opera interessantissima per chi ha sete di sapere di questi argomenti. Se poi è una freelance a scrivere si può stare tranquilli. Il manifesto no global per eccellenza.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0No Logo, 22-07-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Era fuori commercio da un po' ma vedo che è stato ripubblicato nel 2010. Un libro fondamentale per i movimenti no-global. L'importanza non risiede tanto nell'ottimo e ben documentato reportage giornalistico ma nel porre al centro della questione il consumatore occidentale. Se il nuovo modo di produzione scompone il paradigma fordistico di produttoreconsumatore, allora cambia ruolo e centralità la figura del consumatore che diventa il soggetto principale del cambiamento e della trasformazione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La bibbia della globalizazione, 08-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Ottimo libro in cui raccontano tutti i punti neri delle grandi aziende e di come siamo manovrati da queste grandi multinazionali. Come primo libro della scrittrice si evince una non completa e inappropriata forma espositiva (forse accentuata dalla traduzione dall'inglese all'italiano) ma senza dubbio da definire la bibbia del mondo della globalizzazione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO