€ 17.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
No globul. Sopravvivere a una malattia rara e a medici comuni

No globul. Sopravvivere a una malattia rara e a medici comuni

di David Lubrano

3.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Rizzoli
  • Collana: 24/7
  • Data di Pubblicazione: settembre 2009
  • EAN: 9788817034067
  • ISBN: 8817034061
  • Pagine: 292
  • Formato: brossura
David Lubrano si guadagna da vivere regalando risate. Livornese tagliente, nel 1992 viene reclutato a Striscia la notizia. Per una crudele beffa del destino, proprio in quell'anno, vissuto nella galassia rutilante e ridanciana di Antonio Ricci, comincia la sua odissea tragica. Malori inspiegabili, esami clinici sballati, medici che si lanciano in ipotesi disparate. E superficiali. Dopo un tour per ospedali, arriva la diagnosi: David è affetto da Emoglobinuria Parossistica Notturna (EPN). Con questo nome non sembra una cosa seria, eppure è una patologia del sangue grave e rara, talmente rara da essere definita "orfana". In altre parole, una malattia su cui non s'investe un soldo in ricerca perché "ce l'hanno solo in quattro". "No globul" è il racconto tragicomico di oltre dieci anni di calvario: tragico perché ripercorre le esperienze di un uomo che vede la morte in faccia e descrive ambienti squallidi e dolenti, ma anche comico perché David non perde mai il suo spirito e, con penna affilatissima, mette in luce gli aspetti ridicoli e grotteschi in ogni situazione, come nella guerra fra malati per un albero porta-flebo o nella prassi ospedaliera, spesso indelicatamente disinvolta, del clistere. Con una finissima e talvolta scomoda analisi psicologica di pazienti, medici e parenti, e con una critica corrosiva della sanità italiana, questo è un libro importante che emozionerà tutti, anche chi per sua fortuna non ha mai messo piede in ospedale.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 1 recensione)

3.0Da leggere, 27-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Bisogna leggerlo per rendersi conto che esistono malattie di cui non conosciamo neanche il nome ma di cui soffrono tante persone; anziche' angosciare, il libro da' un messaggio di speranza attraverso l'ottimismo di cui e' permeato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO