€ 10.50
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Nerone. Duemila anni di calunnie

Nerone. Duemila anni di calunnie

di Massimo Fini

4.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar storia
  • Edizione: 2
  • Data di Pubblicazione: gennaio 1997
  • EAN: 9788804426615
  • ISBN: 8804426616

Note su Massimo Fini

Massimo Fini è nato a Cremeno, sul lago di Como, il 19 novembre del 1943. Figlio di padre toscano e madre russa, dopo il diploma di maturità si iscrive all’Università e frequenta la facoltà di Giurisprudenza, dove consegue la laurea a pieni voti. Dopo aver lavorato come impiegato alla Pirelli, copywriter, pubblicitario, bookmaker e giocatore di poker, nel 1970 inizia a dedicarsi al giornalismo. Come cronista per l’Avanti, ha seguito i casi di criminalità politica più rilevanti di quel periodo. Nel 1972 passa alla redazione de L’Europeo e lavora come inviato, incarico che però decide di lasciare nel 1979. Durante i primi anno Ottanta è animatore di Pagina, mensile di politica e cultura presso il quale si sono formati numerosi intellettuali e giornalisti tra cui Giuliano Ferrara e Giampiero Mughini. Nel 1982 approda alla redazione de Il Giorno come inviato ed editorialista. In questo periodo viaggia in tutto il mondo. Nel 1985 torna alla redazione de L’Europeo, dove tiene la principale rubrica del giornale. Lasciato Il Giorno nel 1992, inizia a collaborare con L’Indipendente di Vittorio Feltri. Autore di numerose opere, inizia la sua attività come scrittore nel 1985, quando esordisce con il saggio “La ragione aveva torto?”. A questa prima opera ne sono seguite molte altre. Attualmente Massimo Fini lavora per Il Fatto Quotidiano e per Il Gazzettino, oltre a dirigere il mensile La Voce del Ribelle.
 

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Massimo Fini:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 4 recensioni)

3.0Buon libro da passatempo., 05-02-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
"L'impianto del libro è abbastanza novellistico. Ciò rende il testo scorrevole e godibile nei momenti di free time. Un ottimo intrattenimento, ma poco altro. Se volete un testo esauriente e adatto allo studio della biografia di uno dei più emblematici protagonisti della storia antica, vi consiglio la biografia di Champlin Edward. Se avessi dovuto votare il libro da un punto di vista storiografico avrei dato meno di tre stelle, ma poichè si tratta di un libro destinato alla vendita, chiamiamola di massa, e le caratteristiche del prodotto vanno in questa direzione, ho preferito dare 3 stelle".
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il genio incompreso, 09-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Molto si scriverà ancora su Nerone, il cui nome stesso è diventato sinonimo di nefandezza e crudeltà. Alla figura che tutti conoscono l'autore vuole contrapporre un Nerone diverso. Un ragazzo neanche ventenne che diventa imperatore grazie ai maneggi di una madre letteralmente assetata di potere e che per questo spazzerà via ogni ostacolo che troverà tra lei e il trono; una madre che arriva fino al punto di offrirsi fisicamente al figlio quando capirà che lui il potere lo detiene e non lo lascerà mai. Eliminata la madre, macchia gravissima sulla coscienza dell'imperatore questi eliminerà anche la moglie sposata per calcolo, Ottavia per poi sposare il suo vero amore Poppea. Sono queste due morti e l'accusa di aver incendiato Roma a creare il mito di Nerone, che però fu anche un monarca attento, promulgò leggi giuste e non perseguitò i cristiani come si ritiene oggi. La sua fine va letta in una sorta di "nausea di potere" per cui lui non intervenne a sedare le rivolte che poi lo tolsero dal trono, troppo occupato dei suoi versi e della sua musica, sprofondato nel mito del mondo greco che per lui era la vera, perfetta società in cui vivere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Nerone rivisitato, 20-01-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Prima di Sergio Lucio Catlina, Massimo Fini ha scritto un'altra biografia storica revisionista. Questa volta si tratta di un dei cattivi della storia, o per lo meno, ricordato come tale: niente meno che Nerone.
Secondo l'autore Nerone fu un grande statista, artista ed economista oltre che megalomane soffriva per la madre autoritaria che lo schiacciava psicologicamente.
Secondo Fini, fu un monarca assoluto che usò il suo potere per governare il popolo contro le oligarchie oppressive.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Nerone, 08-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Com'è noto a chi si sia qualche volta occupato di storiografia antica, esiste un piccolo nucleo di fonti in lingua greca favorevoli a Nerone; a livello scientifico, una rivalutazione più o meno ampia di quest'imperatore, d'altronde, già è in atto da tempo. Massimo Fini traduce in una biografia a carattere divulgativo i risultati di questo filone di ricerche, e non nasconde la sua personale simpatia verso il personaggio: va detto, però, che non fa mai storia romanzata, ed ogni affermazione trova puntuale riscontro in un rinvio a fonti antiche o a studi moderni.
Ritieni utile questa recensione? SI NO