€ 18.80€ 20.00
    Risparmi: € 1.20 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Nascita di un mito. Washington, 24 febbraio 1803: Marbury v. Madison e le origini della giustizia costituzionale negli Stati Uniti

Nascita di un mito. Washington, 24 febbraio 1803: Marbury v. Madison e le origini della giustizia costituzionale negli Stati Uniti

di Benedetta Barbisan

5.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Marbury v. Madison è convenzionalmente considerata la sentenza che ha inaugurato il sindacato di costituzionalità negli Stati Uniti, la prima in cui una legge del Congresso sia stata dichiarata illegittima per contrasto con la Costituzione federale. In realtà, il caso acquisì l'importanza che gli è universalmente riconosciuta solo alla fine dell'Ottocento, quando la Corte Suprema se ne servì come precedente per giustificare le sue controverse decisioni a favore dei detentori del capitale e contro i fautori della redistribuzione fiscale. Da allora, in dottrina come in giurisprudenza, di frequente ne è stato fatto un uso strumentale, piegando ciò che la sentenza effettivamente dice a ciò che si voleva farle dire. Con questa ricostruzione, il libro non si propone di defraudare Marbury del suo pregio nella storia del diritto americano, ma di esaltarla per sottrazione, secondo le ragioni che ne conservano il potere talismanico proprio dei miti.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Marbury v. Madison: un pezzo di storia americana, 06-07-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro di diritto che non sia strettamente tecnico e specialistico? Possibile. Quello della Barbisan è uno splendido libro su quella che è probabilmente la sentenza più famosa del mondo, almeno del mondo di Common Law. Marbury v. Madison fonderà l'odierna concezione di giustizia costituzionale american way (la judicial review), uno degli istituti costituzionalistici più importanti e forse meno conosciuti al grande pubblico, se non per i suoi aspetti strettamente essenziali. L'ampia introduzione storica, con un approfondimento della vita politica dei primi anni di vita degli Stati Uniti d'America, non può che risultare gradita anche a chi un tecnico del diritto non è. Il resto viene da sè. Se poi si è appassionati di diritto angloamericano e case law, il libro risulta semplicemente irresistibile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO