Napoli ferrovia

Napoli ferrovia

5.0

di Ermanno Rea


  • Prezzo: € 19.00
  • Nostro prezzo: € 17.86
  • Risparmi: € 1.14 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Caracas ha 55 anni, è nato in Venezuela ed è il re della zona della stazione. Ha il cranio rasato e le idee razziste di un naziskin, si sta convertendo all'Islam, detesta i ricchi e gli americani, appena può aiuta gli sconfitti, i senzaniente. L'io narrante è un giornalista quasi ottantenne, tornato a Napoli dopo moltissimi anni. Ritrova Caracas, vecchio amico di una vita fa, e insieme percorrono il cuore più inospitale della città. I loro giri notturni sono un viaggio a ritroso nel tempo - gli anni Quaranta e Cinquanta, ma anche l'epoca dei nonni e bisnonni - e l'occasione per raccontarsi. Caracas rivive la sua disperata storia d'amore con Rosa La Rosa, irreparabilmente inquinata dall'eroina. Il narratore ripensa all'epoca in cui grandi giornalisti e scrittori avevano tentato di salvare l'anima di Napoli. Finché una rivelazione li separa per sempre.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Ermanno Rea:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Napoli ferrovia e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Rea è un grande scrittore, 10-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Una trama fatta di relazioni di coppia sullo sfondo di Napoli, territorio devastato da una storia senza redenzione. Rea vagabonda per Napoli, la sua città, anche se vi ha vissuto in realtà solo dieci anni, ma, ci dice, i dieci anni più importanti della sua vita, quelli che l'hanno formato, l'hanno fatto diventare quello che è. Nel suo vagabondaggio incontra un amico, Caracas, uno stranissimo amico (vero, falso? La sensazione è che sia l'alter ego dello scrittore) che lo accompagna. La coppia è fatta di profondi contrasti (uno è politicamente di destra, naziskin, l'altro è un comunista; uno è estroverso, estremista, l'altro è moderato e cauto) ma proprio come i contrasti che esistono all'interno di ogni persona l'arricchiscono, così fanno anche i contrasti all'interno di un'amicizia. Meno potente del capolavoro "Mistero napoletano", un ritratto indimenticabile comunque della Napoli di qualche anno fa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO