Mussolini segreto. Diari 1932-1938

Mussolini segreto. Diari 1932-1938

1.0

di Claretta Petacci


  • Prezzo: € 21.00
Fuori catalogo - Non ordinabile

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

A settant'anni dalla loro stesura e dopo una serie di vicissitudini travagliate che ne hanno in passato ostacolato la pubblicazione, i diari di Claretta Petacci raggiungono finalmente il pubblico italiano. E rivelano ben più di quanto ci si potrebbe aspettare dalla donna nota a molti solo come l'ultima e più famosa amante di Mussolini. Claretta Petacci si dimostra infatti testimone d'eccezione dell'Italia fascista: nei suoi scritti registra con minuzia e attenzione ogni mossa, ogni parola, ogni preoccupazione del Duce. Il lettore scopre così, accanto a resoconti di pomeriggi d'amore a Palazzo Venezia o sulla spiaggia di Castel Porziano, le considerazioni di Mussolini a proposito di Hitler, i suoi discorsi contro gli ebrei, i francesi, gli spagnoli e gli inglesi, le sue critiche al papa e ai Savoia. Nel corso degli anni narrati in questi diari, che vanno dal 1932 al 1938, in Italia e in Europa maturavano eventi gravissimi: la nascita dell'Asse fra il nostro Paese e la Germania, la promulgazione delle leggi razziali, l'annessione nazista dell'Austria. Di questi e di molti altri episodi Mussolini discute con Clara, non solo amante, ma anche confidente e consigliera. E forse, come ipotizzano alcuni storici, spia o tramite tra il Duce e Churchill.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  1.0 (1 di 5 su 2 recensioni)

1.0Una schifezza, 19-01-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Diario platealmente apocrifo e scritto da persona di infima cultura ed interessi estremamente limitati. E' una ripetizione costante e monotona di gossip a sfondo sessuale e di scenate di gelosia. Privo di slanci emotivi. Manca totalmente di speranza, gioia di vivere, visione del futuro. Non é assolutamente credibile che Mussolini, parlando con l'amante, rilasciasse confidenze a livello da Bar Sport. C'é una enorme differenza con le argomentazioni di Mussolini riportate da Margherita Sarfatti in DUX - Ed. A. Mondadori, 1930. Mi riferisco a concetti di geopolitica, strategia economico/sociale, strategia e tattica militare. Un libro assolutamente da sconsigliare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Porcheria letteraria, 27-12-2009
di - leggi tutte le sue recensioni
Testo impresentabile. Verosimilmente un apocrifo, scritto da persona di infima cultura e di vedute ristrette. Il pensiero espresso da Mussolini, lo spessore delle osservazioni geopolitiche e strategiche che si trovano in DUX della Sarfatti sono di tutt'altra levatura. Qui manca qualsiasi profondità, il testo é banale, ripetitivo, ossessivo, monotematico. Manca qualsiasi riferimento articolato relativo all'ambiente, ai luoghi. Non é pensabile che una ragazza della buona borghesia, con un padre medico pontificio, un fratello studente in medicina e poi chirurgo, un fidanzato, poi marito, pilota della Regia Aereonautica, si esprima come i fumetti delle avventure delle cameriere in Grand Hotel. A Mussolini vengono attribuiti commenti ed osservazioni di una banalità sconcertante. Ho l'impressione che questi diari siano opera di un falsario di bassa lega. I sospetti autori sono facili da ipotizzare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO