Dal mondo del pressapoco all'universo della precisione

Dal mondo del pressapoco all'universo della precisione

4.0

di Alexandre Koyré


  • Prezzo: € 16.00
  • Nostro prezzo: € 13.60
  • Risparmi: € 2.40 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Dal mondo del pressapoco all'universo della precisione acquistano anche La teoria dell'evoluzione di Telmo Pievani € 10.34
Dal mondo del pressapoco all'universo della precisione
aggiungi
La teoria dell'evoluzione
aggiungi
€ 23.94


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 2 recensioni)

4.0Un'interessante interpretazione del progresso, 18-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Si tratta di un volume che contiene due scritti di Koyré (e in appendice uno di Pierre-Maxime Schuhl) riguardanti la natura, l'origine e la disamina delle macchine nel loro evolversi storico. Interessante anche l'esaminare il perché gli antici Greci non hanno costruito anche loro macchine e strumenti pur essendo un popolo molto elevato; Infine è importante anche l'analisi del rapporto fra scienza teorica e applicata, fra prassi e tecnica.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Dal mondo del pressapoco, 08-08-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Koyrè fa una profonda nalisi delle domande fondamentali della filosofia scientifica: come mai la scienza moderna nasce solo nel XVII secolo? E come mai non nacque presso i greci, fra i popoli antichi più avvezzi al dominio della geometria e della logica? Di queste domande non si dà risposta esauriente, perché "è impossibile, in storia, svuotare il fatto e spiegare tutto" - a maggior ragione quando la storiografia disponibile a Koyré arriva solo alla fine degli anni '50 del secolo scorso -, eppure attraverso di esse è possibile ricostruire le immagini verosimili che l'epoca antica e quella moderna hanno avuto del mondo e della possibilità dell'uomo di comprenderlo e trasformarlo.
Le categorie introdotte in questa serie di saggi brevi sono preziosissime e solide: l'arte contrapposta alla natura, la "vita activa" di fronte alla "vita contemplativa", la misura del mondo e del tempo rispetto alla variabilità dei giorni e delle stagioni. Categorie che resistono brillantemente anche dopo più di quarant'anni di tempo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO