€ 13.60€ 16.00
    Risparmi: € 2.40 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
I migliori di noi

I migliori di noi

di Roberto Moroni

3.5

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: I narratori
  • Data di Pubblicazione: febbraio 2010
  • EAN: 9788807018169
  • ISBN: 8807018160
  • Pagine: 239
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli
Amelia e Titì votano centro-destra e appartengono alla nuova società della Seconda Repubblica. Edonisti, egocentrici, sono certi che ogni occasione voglia l'abito giusto. Qui si racconta di una loro giornata. Una sola. Una giornata importante. Attraverso i buoni uffici di Augusto Iannaccione, untuoso personaggio infiltrato nei meandri della politica, Titì potrebbe accedere ai vertici della televisione di stato. Mentre fa anticamera aspettando di incontrare chi conta veramente - e l'attesa si protrae per ore e ore -, Amelia pranza con le sorelle e poi va in cerca di Sandrone, ringhioso uomo di sinistra, sciatto e sovrappeso, che l'ha scompaginata agitando valori che le sono ignoti. Roberto Moroni mette in scena un mondo serenamente corrotto, che solidarizza nelle feste e nella promiscuità sessuale, costruisce con ostinazione il vuoto e il degrado, vende per vendere e vende tutto. In questo mondo, Amelia e Titì si muovono come spettatori e attori ideali del decennio che ha finito con l'anestetizzare ogni forma di sensibilità morale. Ma è proprio lì che il romanzo cerca incrinature, e le trova.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 2 recensioni)

3.0I migliori di noi, 04-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
La storia procede monotona tra alti (pochi) e bassi (molti), comunque do tre stelle, perchè seppur scritto bene (a volte troppo bene, e si entra nella costruzione sintattica fine a sé stessa, con aggettivi e qualificazioni del tutto inopportune, che dopo un po' annoiano) poteva essere lungo 23 senza nulla togliere. Credibile in alcuni punti ma non in tutti, geniale l'epilogo, puntuali le analisi antropologiche. Come diceva altro commentatore, molto legato ai tempi e a volte questo può essere un limite. Tra tutti, Lerra rimane il personaggio più reale.
La storia, mah.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Fra ipocrisia e perbenismo, 10-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Viaggio nel quotidiano di una coppia "bene"...dove dietro un'immagine di successo si nascondono ipocrisie e finzioni. E' il conformismo di un certo tipo di società che affoga nel torbido.
Ritieni utile questa recensione? SI NO