Mi chiamo Roberta, ho 40 anni, guadagno 250 euro al mese...

Mi chiamo Roberta, ho 40 anni, guadagno 250 euro al mese...

3.5

di Aldo Nove


  • Prezzo: € 12.50
  • Nostro prezzo: € 10.62
  • Risparmi: € 1.88 (15%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Persone vere, mai raccontate però. Chi lavora in agenzie web, nei service più diversi, chi fa il pastore precario, chi vive la flessibilità di ogni genere, chi fa lo stagista a vita, chi a vent'anni fa un lavoro di "relazioni e di successo", chi lavora in uno studio da avvocato ma si mantiene facendo il cameriere... Aldo Nove presenta una grande inchiesta, un docudrama italiano, un reportage delicato e struggente in cui le storie vere di giovani e non più giovani si affianca ogni volta al commento di Aldo Nove.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Aldo Nove:


Dettagli del libro

  • Titolo: Mi chiamo Roberta, ho 40 anni, guadagno 250 euro al mese...
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Einaudi. Stile libero
  • Data di Pubblicazione: aprile 2006
  • ISBN: 8806146491
  • ISBN-13: 9788806146498
  • Pagine: 178
  • Reparto: Sociologia > Lavoro
  • Formato: brossura

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.3 di 5 su 3 recensioni)

4.0Mi chiamo Roberta, 03-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro purtroppo ancora molto attuale nonostante sia stato pubblicato qualche anno fa. Le interviste non sempre centrano il bersaglio, ma la lettura che Nove fa dei nostri tempi è assolutamente eccezionale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Una lunga intervista, 30-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro che racconta la vita di una precaria qualsiasi, Roberta, 40 anni e uno stipendio misero. Una situazione in cui tanti possono ritrovarsi, ma forse al libro manca qualche elemnto critico.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0triste e beffardo, 15-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
triste e beffardo questo testo di Aldo Nove sulla realta' (tragica) del mondo del lavoro odierno in una societa' che ti fa studiare sino all'eta' adulta e poi ti considera vecchio per lavorare. Da non leggere a chi e' in un periodo no.
Ritieni utile questa recensione? SI NO