Il mercante di utopie. La storia di Oscar Farinetti, l'inventore di Eataly

Il mercante di utopie. La storia di Oscar Farinetti, l'inventore di Eataly

4.0

di Anna Sartorio


  • Prezzo: € 17.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Il 27 gennaio 2007 a Torino, nella fabbrica del vermouth Carpano, rimessa a nuovo dopo anni di abbandono, nasce Eataly, primo supermercato al mondo dedicato ai cibi di alta qualità. Il giorno dell'inaugurazione lì si aggira, agitatissimo, l'uomo che ha dato vita a tutto questo: Oscar Farinetti, già fondatore della catena di elettrodomestici UniEuro. Si domanda se la sua idea di business sarà vincente. Da quel dubbio parte il libro, che racconta un'infanzia in terra di Langa per riavvolgere i fili della storia. E svelare il segreto di un successo oltre ogni previsione. Non solo una biografia, non solo un saggio che illustra teorie di marketing e impresa. Ma anche un libro che si legge come un romanzo, lirico e ironico, costruito su documenti, ricerche, incontri. Passo dopo passo, entrano in scena le persone che hanno contribuito a realizzare l'Utopia. Dal Comandante Paolo, padre di Oscar ed eroe della Resistenza, a Carlin Petrini, fondatore di Slow Food e amico di una vita, fino a Tonino Guerra. Intorno, personaggi celebri - Al Fayed, Mario Batali, Lidia Bastianich - e no. E viaggi in compagnia di un'invisibile scimmietta per conquistare il mondo: Tokyo, Londra, New York, Istanbul. Sullo sfondo, un'Italia che passa dal dopoguerra al Sessantotto, dagli anni bui della lotta armata a quelli vacui della Milano-da-bere. Mentre i campi e i vigneti di Langa raccontano un'altra verità: il ciclo delle stagioni e la terra dove nasce il cibo, necessità primordiale e piacere infinito.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Odori di Langa, 01-09-2010, ritenuta utile da 3 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Farinetti abita nel piccolo comune della Langhe dove mi sono trasferita da qualche anno. Non lo conosco, né ho mai avuto occasione di incrociarlo per strada. Tuttavia mi piacerebbe incontrarlo e essere contagiata dalla sua capacità di immaginare cose grandi e di realizzare i suoi sogni.
E' una biografia nel quale si dipengono i tratti e le scelte di un uomo buono con in più la qualità di essere anche un buon imprenditore che in un suo scritto a proposito della matematica, del budget e dei manager afferma:'Alla fine i numeri coprono tutto, ma devono farlo senza annullare gli altri valori. Sono i valori, quelli non misurabili, che devono concorrere a migliorare i numeri'.

Una bella biografia che mi ha fatto anche respirare gli odori di Langa: di vino, di ravioli del plin e di brasato al barolo. Non vedo l'ora di andarci finalmente da Eataly!
Ritieni utile questa recensione? SI NO