€ 25.50€ 30.00
    Risparmi: € 4.50 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€Scopri come
Maniera moderna e manierismo

Maniera moderna e manierismo

di Renato Barilli

5.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: Campi del sapere
  • Data di Pubblicazione: gennaio 2004
  • EAN: 9788807103636
  • ISBN: 880710363X
  • Pagine: 308
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli
Nel linguaggio del Vasari, il termine "maniera" era sinonimo dell'odierno "stile". Egli chiarì le parti reciproche fra le tre "maniere" succedutesi nell'arco di tempo che va da Cimabue a Leonardo, Michelangelo e Raffaello, culminando in quella che definì "maniera moderna". Vasari predicava l'obbligo di uniformarsi alla maniera moderna, mentre condannava coloro che non le si attenevano, lasciandosi andare a tormenti e furori affidati a grafismi parossistici. In Pontormo o Rosso Fiorentino, in Tintoretto o Parmigianino, sorta di ribelli e contestatori ante litteram, molti hanno visto gli antenati dell'arte contemporanea. Questo saggio si propone di ribadire le consonanze tra quella stagione e gli esiti più intensi della contemporaneità.

Note su Renato Barilli

Renato Barilli è nato a Bologna il 18 agosto del 1935. Nel 1956 ha vinto una borsa di studio al Collegio Ventoroli e, dopo aver conseguito la laurea in Lettere nel 1958, divenne uno dei membri del gruppo ’63, partecipando al movimento artistico della neoavanguardia degli anni Sessanta. Durante gli anni Settanta è stato docente universitario. Nel 1970 ha ottenuto la cattedra di Estetica dell’Università di Bologna e nel 1972, sempre presso la medesima università, ha insegnato Arte Contemporanea. Dal 1980 è stato professore ordinario di Fenomenologia degli stili presso il DAMS, di cui è anche stato direttore del dipartimento di Arti Visive. Ha cessato la sua attività di docente nel 2011, rimanendo professore emerito dell’Università di Bologna. Nel 1998 ha vinto il Premio Feronia-Città di Fiano per la critica militante. E’ autore di numerosi saggi relativi alla storia dell’arte e alla critica letteraria. La sua attività in qualità di saggista si è concentrata sullo studio dell’arte e della letteratura contemporanea e sul Postmoderno. E’ stato inoltre il curatore di numerose mostre. E’ stato uno dei pionieri nell’utilizzo dei computer e dei nuovi media nell’ambito artistico. Assieme alla Transavanguardia del critico d’arte Achille Bonito Oliva, ha promosso gli artisti italiani facenti parte del gruppo da lui definito i “Nuovi-nuovi”.

 

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0INEDITO PUNTO DI VISTA, 10-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Barilli pubblica gli esiti delle lezioni tenute al suo corso di Fenomenologia degli stili all'Università degli studi di Bologna all fine degli anni '90. Originale analisi dell'opera di alcuni tra i più importanti protagonisti del manierismo italiano, piacevole lo stile e interessanti gli spunti proposti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO