€ 10.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Disponibile in altre edizioni:

Mandragola
Mandragola(2016 - brossura)
€ 9.50 € 8.07
Disponibilità immediata
Mandragola
Mandragola(2015 - brossura)
€ 9.00 € 8.10
Disponibilità immediata
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Mandragola

Mandragola

di Niccolò Machiavelli


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar classici
  • A cura di: P. Stoppelli
  • Data di Pubblicazione: giugno 2006
  • EAN: 9788804555971
  • ISBN: 8804555971
  • Pagine: LXVIII-169
  • Formato: brossura
Capolavoro della commedia rinascimentale, la Mandragola fu composta da Machiavelli dopo il suo allontanamento forzoso dalla politica. La vicenda ruota intorno alla beffa giocata da un giovane fiorentino a un marito sciocco per possederne la moglie di cui si era invaghito. Un ruolo determinante nel convincimento della donna ha il suo confessore, corrotto dai denari dell'amante. Nella commedia il tema realistico della beffa, di matrice boccacciana, si rapprende in una perfetta macchina teatrale, rispettosa fin nei particolari più minuti delle regole della commedia antica (Plauto e Terenzio). Attraverso il format della commedia Machiavelli tenta di definire un'antropologia della vita quotidiana, analogamente a come nelle opere politiche veniva descrivendo l'antropologia del potere. Si scopre così che non c'è differenza tra una sfera e l'altra: sono sempre e soltanto l'utile e il piacere a muovere gli uomini. Quando però il simulare e il dissimulare dell'agire politico si trasferiscono nella quotidianità, la realtà si fa doppia o tripla, nascono situazioni paradossali che sono di per sé comiche. Il paradosso tocca i valori della famiglia, della morale privata, della religione. Prendono forma le prime creature fredde e amorali della letteratura moderna, senza che nulla venga sottratto alla vivacità e al divertimento. La Mandragola è presentata qui in un nuovo testo critico e con un commento per la prima volta esauriente.

Note su Niccolò Machiavelli

Niccolò di Bernardo dei Machiavelli nacque a Firenze il 3 maggio del 1469. Terzo figlio dei guelfi Bernardo e Bartolomea Nelli, iniziò a studiare latino quando aveva sette anni. In seguito si dedicò anche allo studio di altre discipline, tra cui la grammatica, la matematica e l’aritmetica. Fin da giovane nutrì un forte interesse per la politica, passione che lo portò a ricoprire la carica di segretario della Seconda Cancelleria della Repubblica Fiorentina, intrattenendo rapporti diplomatici con la Francia e con altri paesi stranieri e svolgendo un ruolo fondamentale nella vita politica fiorentina di quel periodo. Mantenne l’incarico fino al 1512, quando i Medici rientrarono a Firenze. Esiliato dal mondo politico, Machiavelli si dedicò alla scrittura. In questo periodo iniziò “Discorsi sulla prima Deca di Tito Livio” e scrisse quella che divenne la sua opera più conosciuta, il “De principatibus”, divenuto successivamente noto con il titolo “Il Principe”. Nonostante i numerosi tentativi di rientrare a svolgere un ruolo attivo nella politica fiorentina, tutti i suoi sforzi risultarono vani. Storico, drammaturgo, filosofo, e uno dei maggiori teorici della politica italiani di tutti i tempi, Niccolò Machiavelli morì a Firenze il 21 giugno del 1527.

 

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 7 recensioni)

4.0Il teatro di Machiavelli, 11-06-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un'opera teatrale divertente e simpatica in uno stile a volte un po' difficile ma appassionante. Consiglio questo libro a tutti coloro che ammirano il fondatore della storia moderna Niccolò Machiavelli, in questo volume in una veste un po' differente rispetto a quella del principe ma come sempre degna di grande ammirazione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Manifesto del mondo, 07-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Macchiavelli ci propone la sua visione negativa di un mondo corrotto e stolto che esclude gli uomini virtuosi e lascia spazio soltanto a quelli menzogneri. Lo fa con una storia di inganno e di conquista, dove un giovane irresoluto e irresponsabile cerca di far sua una giovane donna ricorrendo ad uno stratagemma di grande doppiezza.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La Mandragola, 28-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Splendido esempio di arte e di cultura rinascimentale, è vitale leggere questo testo se si vogliono capire alcune caratteristiche del machiavelli politico. Il teatro italiano nasce qui. E poi si perde. Fino a Goldoni, che non è degno nemmeno di sfogliarla, La mandragola. Meno pallosa del Principe, molto più chiara nel far capire cos'è per Machiavelli la "virtù".
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La Mandragola, 05-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Storia di un tradimento fatto sotto il naso del marito.
"La Mandragola", pur essendo una commedia molto datata, è ancora una lettura piacevolissima e molto divertente. Protagonista è soprattutto la stupidità degli uomini, pronti a credere qualunque cosa sia loro comoda.
Un appunto sull'edizione: molto curata e ricca di note che facilitano la lettura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il fine giustifica i mezzi!, 22-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Divertente commedia di Niccolò Machiavelli. La vicenda è intrecciata su un inganno teso a un ingenuo uomo al fine di avverare i propri desideri. In quest'opera è, infatti, riportata in maniera comica e divertente la stessa filosofia che Machiavelli esprime nel suo più famoso "Principe". Una filosofia secondo la quale, citando l'espressione che più si addice - seppur non utilizzata dall'autore - "il fine giustifica i mezzi! ".
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La mandragola, 02-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Io credo che la Mandragola parli all'uomo moderno molto meglio del Principe. Stupisce che Machiavelli, benché capace di trappole narrative così diaboliche, abbia sentito il richiamo del teatro una sola volta nella vita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0L'impeccabilità della trama machiavellica, 29-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Il fatto che questo libro sia uno dei più letti in età scolare, di certo non giova alla sua nomea. Nessuno studente sarà mai felice di una lettura costretta. Eppure Machiavelli (con una sola c, attenzione) mi ha stupito: il modo in cui narra, la scorrevolezza dei suoi testi e l'intreccio della singolare trama, fanno di questo libro un classico imperdibile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO