€ 15.98€ 17.00
    Risparmi: € 1.02 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La mafia fa schifo. Lettere di ragazzi da un paese che non si rassegna

La mafia fa schifo. Lettere di ragazzi da un paese che non si rassegna

di Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

2.5

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Durante le presentazioni dei loro libri di successo sulla criminalità organizzata, gli autori sono venuti a contatto con una realtà sorprendente: moltissimi giovani, nelle scuole e negli oratori, manifestano una grande attenzione, riguardo all'emergenza criminalità che, oggi come mai, colpisce l'intero Paese. Centinaia di ragazzi e ragazze, del Sud e del Nord, hanno letteralmente inondato i due autori di lettere, riflessioni, pensieri, storie vissute, che svelano cosa pensa la nuova generazione della criminalità organizzata, che cosa significa vivere in una terra di mafia e perché la "parola" è l'arma fondamentale per sconfiggere questa malattia profonda che si insinua nel tessuto italiano. Nicola Gratteri e Antonio Nicaso hanno meticolosamente raccolto e selezionato le più significative e le più belle tra le tante lettere ricevute e le offrono al pubblico in questa antologia d'eccezione. Un libro toccante, amaro e insieme ironico e speranzoso; uno spaccato dell'Italia di oggi, ricco delle tante sfumature che solo la fantasia dei ragazzi può tratteggiare e che restituisce un messaggio di speranza per il futuro, quando saranno questi giovani a dover combattere la "malapianta".

Note su Nicola Gratteri

Nicola Gratteri nasce a Gerace (Reggio Calabria) nel 1958. Dopo la laurea in Giurisprudenza presso l’Università di Catania, entra quasi subito in magistratura. Impegnato da sempre in prima linea nella lotta alla criminalità organizzata, in particolare alla ‘Ndrangheta, dal 1989 vive sotto scorta per le continue minacce alla sua incolumità. L’impegno contro la malavita si è tradotto nel corso del tempo anche in una corposa produzione saggistica: si ricordano, ad esempio La malapianta, La giustizia è una cosa seria e Acqua santissima. La Chiesa e la 'ndrangheta: storia di potere, silenzi e assoluzioni.
Attualmente Procuratore capo di Catanzaro, Nicola Gratteri spende moltissime energie in continui incontri con le nuove generazioni presso scuole e università: ai più giovani è infatti dedicato La mafia fa schifo, raccolta di riflessioni e lettere di bambini e ragazzi a proposito della mafia.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano La mafia fa schifo. Lettere di ragazzi da un paese che non si rassegna acquistano anche La giustizia è una cosa seria di Nicola Gratteri € 16.45
La mafia fa schifo. Lettere di ragazzi da un paese che non si rassegna
aggiungi
La giustizia è una cosa seria
aggiungi
€ 32.43


Voto medio del prodotto:  2.5 (2.5 di 5 su 2 recensioni)

3.0Bella raccolta contro la mafia, 20-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo è un libro che racconta di mafia ma raccontata dai giovani, vista in faccia o meno, e con un linguaggio loro a tratti ingenuo e a tratti crudo e senza veli. Le loro paure, le loro angoscie, la mancanza di lavoro e di modelli da seguire, la corruzione che imperversa nella politica e i "colletti grigi" e che mette in ginocchio un paese che invece di ribellarsi sembra ormai disincantato, i temi vengono affrontati senza riguardi e in maniera lineare e genuina da tutti quelli che simboleggiano il nostro futuro: ovvero i giovani.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Da adottare nelle scuole, 21-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Nicola Gratteri e Antonio Nicaso raccolgono lettere di ragazzi che schifano la Mafia e lo dicono con le loro parole semplici ed immediate, senza giri di parole o grandi evoluzioni letterarie.
Il saggio è comprensivo di un'utile introduzione ed è scritto da uno storico delle mafie (Antonio Nicaso) ed un magistrato dell'antimafia (Nicola Gratteri) .
Bello, ma infantile. Da adottare nelle scuole elementari e medie.
Ritieni utile questa recensione? SI NO