€ 11.36
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Mafalda la contestataria

Mafalda la contestataria

di Quino


Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Rizzoli
  • Collana: Bur illustrati
  • Data di Pubblicazione: 1995
  • EAN: 9788817111997
  • ISBN: 8817111996
  • Pagine: 200
"Quino, in ogni suo libro, da anni ci sta dimostrando che i bambini sono depositari della saggezza. Quello che è triste per il mondo è che man mano che crescono perdono l'uso della ragione, a scuola dimenticano quello che sapevano alla nascita, si puliscono i denti, si tagliano le unghie e alla fine, diventati adulti miserevoli, non affogano in un bicchiere d'acqua ma in un piatto di minestra. Verificare questo in ogni suo libro è la cosa che assomiglia di più alla felicità: la Quinoterapia." (Gabriel Garcia Marquez, 1992) Prefazione di Umberto Eco.

Note su Quino

Quino è lo pseudonimo utilizzato dal fumettista Joaquin Salvador Lavado Tejon, nato a Mendoza, in Argentina, il 17 luglio del 1932. Era il figlio di immigrati spagnoli provenienti dall’Andalusia. Ha iniziato a frequentare la Scuola di Belle Arti di Mendoza nel 1945, ma nel 1949 lascia gli studi, dopo essere rimasto orfano. Nel 1950 disegna un fumetto pubblicitario per un negozio di tessuti, il suo primo disegno retribuito. Nel 1951 è a Buenos Aires per cercare lavoro, ma non ha fortuna. Tornato a Mendoza, svolge il servizio militare e nel 1954 torna nuovamente a Buenos Aires dove inizia a lavorare come fumettista per un settimanale, il primo di una lunga carriera nelle redazioni di quotidiani e periodici di tutto il mondo. Nel 1962 realizza la sua prima mostra a Buenos Aires e nel 1963 pubblica il suo primo libro, dal titolo “Mundo Quino”. Il 1963 segna anche la nascita del suo personaggio a fumetti più famoso, Mafalda. Mafalda in origine doveva essere utilizzata come personaggio per una campagna pubblicitaria di un’azienda di elettrodomestici, ma poi la pubblicità non si fece e le striscie che Quino aveva disegnato vennero pubblicate sul supplemento umoristico della rivista Leoplan. Le strisce di Mafalda iniziarono ad essere pubblicate regolarmente sul settimanale argentino Primera Plana, il più importante di quel tempo. Mafalda passò poi sul quotidiano El Mundo. Verso la fine degli anni Sessanta le strisce di Quino iniziarono ad essere pubblicate anche dall’editore Jorge Alvarez, che propose alcuni volumi a fumetti. Nel 1968 le prime strisce di Mafalda vengono pubblicate anche in Italia. Nel 1973 Quino termina le strisce di Mafalda e si trasferisce a Milano, dove continua a disegnare vignette dall’umorismo pungente per periodici e quotidiani europei.
 

Altri utenti hanno acquistato anche: