La madre perfetta sei tu. Perché non è giusto sentirsi in colpa nei confronti dei propri figli

La madre perfetta sei tu. Perché non è giusto sentirsi in colpa nei confronti dei propri figli

5.0

di Stéphane Clerget, Danièle Laufer


  • Prezzo: € 9.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Chissà perché, ma appena il proprio figlio ha qualcosa che non va, le madri pensano subito che la colpa sia loro. Certi psicanalisti maldestri poi non hanno remore nell'incoraggiarle in questa direzione. Ma, a dire la verità, le madri non ne hanno certo bisogno per accusarsi di tutti i mali e sentirsi, secondo i casi, non all'altezza, carenti, inadeguate, castranti, fusionali, troppo presenti, troppo assenti, incapaci, insomma: decisamente deleterie. Questa naturale tendenza all'autoflagellazione deriva in buona parte dall'immagine di madre ideale che ogni donna ha dentro di sé e che si affanna a cercare di raggiungere, senza mai riuscirci. Si potrebbe pensare che oggi, essendo le donne emancipate e meno concentrate sui figli, le cose vadano meglio. Non è così. In un mondo dominato dal culto della prestazione, in cui si deve avere successo con i figli come nel lavoro, negli amori o nella la vita personale, le donne si sentono ancor più obbligate ad avere successo in ogni campo, praticamente una missione impossibile. Come uscirne? Non certo negando la propria responsabilità di madre, ma riconoscendo che anche il figlio inventa e sceglie una parte della sua vita. E poi condividendo gli interrogativi con il padre, dato che, ricordiamolo, i figli si fanno e si educano in due (almeno di solito). Non si è mai la madre ideale che si sogna di essere.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Basta sensi di colpa! , 27-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi è piaciuto molto questo libro; ad attirarmi è stato il titolo, perché io mi sento perennemente in colpa! Ho apprezzato molto la citazione da "Il piccolo principe" in prima pagina; è proprio vero che i nostri "fiori" sono contraddittori e che a volte si è troppo "giovani" per saperli amare... Un libro che alleggerisce!
Ritieni utile questa recensione? SI NO