€ 6.49€ 6.90
    Risparmi: € 0.41 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Madame Bovary
€ 10.50 € 8.92
Disponibilità immediata solo 1pz.
Madame Bovary
€ 3.90
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Madame Bovary

Madame Bovary

di Gustave Flaubert


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Giunti Editore
  • A cura di: B. Nacci
  • Data di Pubblicazione: maggio 2004
  • EAN: 9788809033573
  • ISBN: 8809033574
  • Pagine: 428
Sogno e realtà, immaginazione e disinganno, amore e tradimento lottano tormentosamente nel cuore di Emma Bovary fino a portarla alla tragica, definitiviva resa: la rinuncia alla vita. Nato da un fatto di cronaca, accusato di scandalosa immoralità, Madame Bovary è uno dei più celebri romanzi dell'Ottocento francese.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Madame Bovary acquistano anche Madame Bovary. Con CD Audio. Con espansione online di Gustave Flaubert € 9.31
Madame Bovary
aggiungi
Madame Bovary. Con CD Audio. Con espansione online
aggiungi
€ 15.80


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Madame Bovary e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 18 recensioni)

5.0Sempre attuale, 19-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Sempre bello rileggere questo capolavoro della letteratura francese e soffrire le pene della povera Emma che è sempre un personaggio capace di grande passione e ardore. I suoi slanci e, diciamolo, anche la sua ingenuità ci commuovono e inteneriscono. Del resto, per quanto possa esecrabile ogni suo gesto, chi vivrebbe al fianco di uno tanto gretto?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Noia e "stufezza", 03-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Volevo abbandonare il libro già a metà, mentre leggevo di questa protagonista perennemente insoddisfatta e sempre alla ricerca di uno scossone rivitalizzante che la appagasse una volta per tutte. Riconosco le capacità tecniche e narrative dell'autore, ma a dominare la narrazione è la noia, l'apatia, l'insofferenza verso la protagonista. Sopravvalutato
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Emma insoddisfatta, 17-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
é un romanzo ricco di scene e particolari, che contiene varie sfumature ed è ambientato in un'epoca attraente... La protagonista rimane in ogni pagina un incognita, poiché insoddisfatta, confusa, altezzosa ed è questo che attira il lettore... Inoltre va riconosciuto a Flaubert il merito di aver narrato una donna distinta dal prototipo diffuso nel periodo a lui contemporaneo e che per alcuni aspetti si avvicina a quello attuale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Madame Bovary, 09-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Emma Bovary è una povera donna persa nella spietata landa sentimentale degli uomini. Risulta troppo facile accusarla di superficialità ed ingenuità, in realtà lei è preda dell'egoismo maschile che pretende per sè il mondo. Questo romanzo ad una prima lettura può risultare scontato e pesante, è molto più apprezzabile se analizzato in profondità e se viene prestata attenzione ai dettagli.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il realismo di Flaubert, 03-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho letto questo libro per un lavoro scolastico ed inizialmente pensavo fosse alquanto noioso ed antico ma mi sbagliavo: non solo "Madame Bovary" è un grande esempio di letteratura realistica ma, dietro il personaggio di Emm, a si cela in realtà una donna alla ricerca di affermazione... Leggere questo libro fa riflettere sulla personalità di una donna in cerca del vero amore ed anche di emancipazione. Da leggere!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un sempreverde, 19-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un gioiello, questo libro.
La scrittura di Flaubert mi ha incantato. Uno stile linguistico di pregio, elevato, con l'uso di una terminologia elegante, che personalmente, a differenza di altri commenti che ho letto, non mi ha annoiato mai. Come possono annoiare l'armonia e l'equilibrio di certe pagine indimenticabili della letteratura, come, ad esempio, la famosa scena della carrozza? Ho letto che Flaubert ha avuto sempre il culto dello stile, una costante preoccupazione di precisione e perfezione: tale attenzione quasi morbosa alle parole emerge nelle pagine del romanzo, ma non crea nessun impedimento o impaccio alla lettura, anzi provoca maggior piacere nell'immergersi nelle pagine.
L'analisi psicologica dei personaggi è superba: su tutti spicca lei, Emma, talmente ben delineata sia nell'aspetto fisico che nell'animo da sentirla lì, vicino a te, seduta a ricamare o a passeggiare nel giardino. Emma è un susseguirsi di emozioni, stordimenti, sogni, rimpianti; la sua vita è scissa in due zone ben distinte, la mediocrità della vita reale che la costringe a vivere una vita monotona nelle vesti della moglie di un medico di campagna ignorante e non molto sveglio, e la fantasia, fatta di principi azzurri su destrieri bianchi, amanti impavidi e focosi di eroine romantiche: fin da bambina nel convento dove fu educata lei ha cominciato a rifugiarsi nella fantasia onde sfuggire alla banalità della vita quotidiana; dopo il matrimonio, per sfuggire alla delusione della monotona vita matrimoniale, Emma scappa dalla realtà che non la soddisfa e ancora una volta si butta a capofitto nel sogno, nella fantasia che da sempre divampano in lei, al fine di vivere emozioni forti che possano dare un senso alla sua esistenza. E quando prende coscienza che non v'è salvezza nella fantasia, che non si può sfuggire alla realtà spietata, una sola soluzione si impone come logica conseguenza.
Inutile che io mi dilunghi su considerazioni stilistico letterarie che oltretutto non sono all'altezza di fare. Bastano i tanti libri di letteratura e critica letteraria scritti sull'argomento.
Come lettrice ciò che più mi è rimasto impresso è stata la grandezza di Flaubert, che ha saputo parlare dell'animo femminile in una maniera così delicata e profonda al tempo stesso, da lasciare incantato il lettore (quale la sottoscritta): "Madame Bovary, c'est moi" diceva Flaubert. Un'immedesimazione tra scrittore e personaggio, che denota come un innamoramento del medesimo verso la sua "eroina", personaggio così ben costruito che ritengo possa considerarsi uno dei personaggi femminili più riusciti della letteratura mondiale. E denota altresì una profonda conoscenza dell'animo umano.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La signora bovay, 07-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Grande classico per eccellenza della letteratura francese dell'ottocento, il romanzo ripercorre la storia della Signora Bovary: moglie di un medico e madre di famiglia ma che nonostante ciò si sente sempre infelice della vita.
Capolavoro assoluto della letteratura di tutti i tempi: un libro che non dovrebbe mancare in nessuna biblioteca.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Consigliato, 16-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Nonostante sia indubbia la capacità e il gusto narrativo dell'autore, la lettura a mio avviso scorre via lenta. Questo certo non inficia comunque la bellezza ma soprattutto l'attualità della figura di Emma, perennemente inquieta e insoddisfatta in ogni sua veste... Solo alla ricerca di qualcosa che non c'è e per questo forse mai capace di godere appieno del momento. Trovate argomento più attuale?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Madame Bovary, 22-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho iniziato tre volte a leggere questo libro... Forse i tempi non erano maturi le prime due volte e l'ho abbandonato. La terza era quella buona e come sono contenta di averlo letto! La storia di Emma mi è entrata dentro, girare le pagine era un autentico piacere. Emma è l'immagine di una donna nè eroina nè vittima, "soltanto" inquieta, con sentimenti forti, contrastanti e distruttivi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Madame Bovary, 11-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Il grande classico della letteratura romantica francese è diventato simbolo per le donne che all'amore a ai suoi ideali crede. Madame Bovary è infatti eroina e paladina di questi sentimenti che fugge con l'adulterio al grigiore della quotidianità e non sa rinunciare se non immolandosi alla ritrovata felicità. Da leggere e riscoprire.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Madame Bovary, 16-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Intenso e divertente. "Madame Bovary" è un romanzo autentico, certamente più autentico di quegli stupidi resoconti contemporanei, che vogliono parlarci dell'adulterio o del volto di una donna insoddisfatta o del desiderio di essere folle e di amare. E di sentirsi viva.
Meraviglioso. Magistrale, come sempre, Flaubert, che in questo romanzo ci regala anche uno dei viaggi in carrozza più erotici e meglio raccontati nell'universo della scrittura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Emma Bovary, storia di un adulterio, 09-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Uno dei più noti romanzi d'adulterio. Emma Bovary, sposa infelice del dottor Bovary, cerca di trovare un senso alla propria esistenza attraverso la ricerca di una vita diversa. La decisione di instaurare una relazione amorosa alternativa è una soluzione molto più complessa di quanto non pensi, che la ingabbia assai più di quanto non riesca a liberarla dal peso della sua esistenza. Lo stile di scrittura lo rende in genere o molto apprezzato o molto criticato dai lettori
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Madame Bovary (18)