€ 7.43€ 7.90
    Risparmi: € 0.47 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Madame Bovary

Madame Bovary

di Gustave Flaubert

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Uno dei più famosi romanzi dell'Ottocento francese e della letteratura di ogni tempo: la "scandalosa" vicenda di una adultera, di un marito inetto, di un piccolo mondo provinciale ipocrita e assassino.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Madame Bovary acquistano anche Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa € 10.20
Madame Bovary
aggiungi
Il Gattopardo
aggiungi
€ 17.63

Prodotti correlati:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Madame Bovary e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 32 recensioni)

4.0Emma Bovary, 19-12-2012, ritenuta utile da 13 utenti su 15
di - leggi tutte le sue recensioni
Un classico della letteratura francese letto e quasi subito detestato la prima volta a scuola e poi riletto una volta cresciuta e, questa volta, apprezzato, compreso ed amato tantissimo.
Qui conosceremo la storia di Emma Bovary, una donna sognatrice ed appassionata di romanzi rosa caduta in una fortissima crisi in seguito alla nascita del figlio.
Per tentare di "tirarsi su" Emma inizierà a tradire il marito, più e più volte, e contemporaneamente a spendere cifre astronomiche nella speranza sempre di riempire quel vuoto che sente crescere dentro di sé.
La cosa naturalmente non funzionerà e quando avrà finito tutti i soldi Emma opterà per una soluzione drastica e definitiva.
Un romanzo davvero appassionante e coinvolgente, a me è piaciuto molto e quindi ve lo consiglio. Buona lettura!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Sempre attuale, 19-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Sempre bello rileggere questo capolavoro della letteratura francese e soffrire le pene della povera Emma che è sempre un personaggio capace di grande passione e ardore. I suoi slanci e, diciamolo, anche la sua ingenuità ci commuovono e inteneriscono. Del resto, per quanto possa esecrabile ogni suo gesto, chi vivrebbe al fianco di uno tanto gretto?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Dovere e piacere, 10-05-2012, ritenuta utile da 47 utenti su 103
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho letto questo libro soprattutto per dovere scolastico, quindi con una certa dose non positiva di pregiudizi. Ebbene, mi sbagliavo e non esito a fare ammenda.
Emma è un personaggio che contiene in sé tante verità, persino troppe. Il suo miscuglio di follia, di irrealtà, di desideri da appagare con ogni mezzo, la sua fondamentale autodistruttività, sono caratteristiche diffuse e che, anche nella quotidianità presente, non si arginano mai abbastanza. Invece nel libro Emma soccombe, vittima prima di tutto di se stessa, ma vittima sul serio. E alla fine, ho provato una sorta di compassione per questa donna.
Il resto del romanzo è, a mio avviso, molto suggestivo nell'ambientazione provinciale francese. Mi ha lasciato qualche dubbio il personaggio del farmacista, sgradevole, rampante e trionfante, ma ogni altro aspetto della storia mi ha pienamente convinto. Crudo, come tutti i romanzi veristi o naturalisti, MADAME BOVARY ha una sua peculiarità, espressa nelle aspirazioni culturali di Emma, che si fa ricordare a lungo e anche per sempre.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Noia e "stufezza", 03-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Volevo abbandonare il libro già a metà, mentre leggevo di questa protagonista perennemente insoddisfatta e sempre alla ricerca di uno scossone rivitalizzante che la appagasse una volta per tutte. Riconosco le capacità tecniche e narrative dell'autore, ma a dominare la narrazione è la noia, l'apatia, l'insofferenza verso la protagonista. Sopravvalutato
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Un libro importante, 20-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Per i tempi in cui è stato scritto, è un libro che cerca di penetrare l'animo femminile senza accontentarsi delle etichette di malcostume tanto facili nella società in cui è inserito. Emma non è un'eroina, ma nemmeno una scellerata. E' semplicemente una vittima di una società che voleva la donna soprammobile, senza curarsi della sua personalità. Interessante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Grande classico si, ma noioso!, 20-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Andrò forse contro corrente, ma sinceramente a me questo libro non mi sembra questo granchè... Grande classico si, ma molto molto noioso! Interminabili dettagli che distraggono molto dalla storia, che è anche abbastanza carina, ma non finisce mai. Ci ho messo una vita per finirlo, e l'ho fatto solo perchè non mi piace lasciare libri a metà.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Madame Bovary, 26-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
L'esordio narrativo di Gustave Flaubert, che fin dalla sua pubblicazione fu oggetto dell'accusa di 'immoralità'. E' la storia di Emma Bovary (Madame Bovary appunto) , moglie di un medico di provincia, che diventa adultera sostanzialmente per noia. Un romanzo che diventerà un vero e proprio cult letterario. Da leggere!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Emma insoddisfatta, 17-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
é un romanzo ricco di scene e particolari, che contiene varie sfumature ed è ambientato in un'epoca attraente... La protagonista rimane in ogni pagina un incognita, poiché insoddisfatta, confusa, altezzosa ed è questo che attira il lettore... Inoltre va riconosciuto a Flaubert il merito di aver narrato una donna distinta dal prototipo diffuso nel periodo a lui contemporaneo e che per alcuni aspetti si avvicina a quello attuale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Commovente, 14-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Uno dei romanzi che non si possono non avere in libreria. La figura di Emma appare così armoniosa, leggera, femminile e delicata che all'inizio non si crede che la sua vita possa sfociare in una tragedia. Traccia un carattere eterno di donna che per vivere ha bisogno di sognare un amore che esiste soltanto nei suoi sogni.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Madame Bovary, 09-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Emma Bovary è una povera donna persa nella spietata landa sentimentale degli uomini. Risulta troppo facile accusarla di superficialità ed ingenuità, in realtà lei è preda dell'egoismo maschile che pretende per sè il mondo. Questo romanzo ad una prima lettura può risultare scontato e pesante, è molto più apprezzabile se analizzato in profondità e se viene prestata attenzione ai dettagli.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Tragico, 03-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
La tragedia di Emma, la Madame Bovary, all'inizio non si riesce ad intuire perfettamente. Attraverso la delizia dei suoi profili illuminati dal sole e contornati di bellissimi capelli neri, così in controluce si intravede la vera natura di una giovane donna che carica di troppe aspettative ogni esperienza della sua vita. Capitolo dopo capitolo il personaggio diventa sempre più negativo, debole ma determinato nelle sue debolezze, frivolo e altero. Una donna che sarà la rovina di chi la ama davvero, e che incapace lei stessa di amare e di accettare l'amore resterà perennemente insoddisfatta. Una donna che non sa vivere la vita reale, quella quotidiana, tediosa, monotona ma che le da buone chance di gioia, sempre alla ricerca della vita avventurosa delle eroine e dei romanzi non si renderà conto della sua disfatta fino alla fine.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il realismo di Flaubert, 03-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho letto questo libro per un lavoro scolastico ed inizialmente pensavo fosse alquanto noioso ed antico ma mi sbagliavo: non solo "Madame Bovary" è un grande esempio di letteratura realistica ma, dietro il personaggio di Emm, a si cela in realtà una donna alla ricerca di affermazione... Leggere questo libro fa riflettere sulla personalità di una donna in cerca del vero amore ed anche di emancipazione. Da leggere!
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Madame Bovary (32)