Q

Q

4.5

di Blissett Luther


  • Prezzo: € 18.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

In questo libro, costato anni di lavoro e di ricerca, il misterioso Luther Blissett, nome multiplo sotto il quale agisce un nucleo di destabilizzatori del senso comune, molto presente e attivo sulle reti telematiche, ha per la prima volta affrontato la forma romanzo. "Omnia sunt communia!", tutte le cose sono di tutti: il grido che aveva terrorizzato i principi tedeschi nelle rivolte contadine guidate da Thomas Muntzer risuona ancora sulle labbra degli sconfitti giustiziati dopo la disfatta di Frankenhausen del 1525. Ma chi ha spinto Thomas Muntzer all'avventurismo estremo? Chi scrive a Pietro Carafa, emissario del papa, lettere in cui gli consiglia, per contenere la rivolta, di allearsi con il maggiore nemico di Roma?

Prodotti correlati:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Q e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 21 recensioni)

1.0Lento e per nulla scorrevole, 21-09-2012, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro lento come solo pochi sanno esserlo.
Ho letto tipo 140-150 pagine, per cercare di dargli credito, nell'attesa che la storia decollasse, che si facesse un minimo avvincente e catturasse l'attenzione piena del lettore, ma sono rimasta proprio delusa...
L'ho trovato proprio lento e per nulla scorrevole.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Q, un'avventura, 27-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro mi ha sorpreso, tanto mi ha annoiato per le prime cento pagine, tanto mi ha divertito e interessato nelle seguenti, scritte fitte, ma scorrevoli e intriganti. A distanza di tempo i personaggi e l'intreccio narrativo restano nella memoria e ritornano in molteplici episodi, e questo è segno di un libro di notevole fattura. Mi hanno (l'autore è un collettivo) ricordato Dumas, ed è un gran bel complimento.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Una delusione enorme, 09-03-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Come al solito se non vado contro corrente non sono contenta! Purtroppo il libro considerato il romanzo storico per eccellenza, il libro esaltato come il massimo capolavoro nel genere degli ultimi anni, a me non solo non è piaciuto, ma sono stata costretta ad abbandonarlo poco prima di arrivare alla sua metà.
Il contenuto è interessante e molto ben documentato, ma a mio parere assomiglia molto più a un saggio che a un romanzo, e questo evidentemente mi ha delusa un pò. I dialoghi non mi hanno lasciato nulla, e i personaggi li ho trovati vuoti e davvero mal caratterizzati. Probabilmente ciò è dovuto al fatto che agli autori interessava dar risonanza alle vicende storiche più che al romanzo fine a sè stesso, e questo potrebbe anche essere giusto, ma se si decide di muoversi su questa linea a mio parere bisogna essere onesti col lettore e dire subito che quello che si sta per fargli leggere è un bellissimo saggio piuttosto che un romanzo. In quel caso sarei partita preparata e non mi avrebbe delusa, ma così come l'hanno presentato mi hanno trovato impreparata.
Lo consiglio comunque a chiunque sia interessato ad approfondire le sue conoscenze sulla storia del protestantesimo in Germania e Olanda: si parte con Martin Lutero e poi si prosegue con tutte le derivazioni del protestantesimo luterano, passando per le battaglie campali e le guerre civili (vedi la battaglia di Frankenhausen del 1525) che hanno sconvolto il cuore dell'Europa in nome di Dio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il libro degli abbracci, 05-08-2011, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Romanzo storico oceanico, ricchissimo di nomi ed avvenimenti, addirittura troopi a un certo punto. Quattro teste che creano uno scritto del genere non sono solo bravi narratori: credo siano anche competenti e capaci. Piani di lettura e rimandi con l'attualità che si sovrappongono e si perdono, come mi sono perso nella magia di calli che immaginavo con la nebbia e umide. E il Polesine. Munster come tappa necessaria di un eventuale viaggio in Germania.
Storia, strategia, religione, finanza, guerra e teologia, combinate quadrimensionalmente. Uno spettacolo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Appassionante e insolito!, 23-07-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
"Q" è un romanzo complesso e affascinante, che cattura dalla prima all'ultima pagina! Racconta 40 anni della vita e gli ideali di un giovane eretico tedesco del Cinquecento e del suo misterioso rivaleantagonista, chiamato "Q." Anni densi di avvenimenti storici epocali: dalla scuola di teologia di Wittenberg alla guerra dei contadini del 1524-25, dalla repubblica anabattista di Mnster del 1534-35, agli anni nell'Italia della Controriforma e del Sant'Uffizio che il romanzo attraversa con una prosa trascinante, tra momenti di crudezza e lirismo. Il romanzo, i cui autori sono in realtà un collettivo di giovani bolognesi da tempo noti col nome di Wu Ming, è davvero appassionante e insolito.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Un libro discreto..., 21-07-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro discreto e niente più. Non mi ha molto emozionato e la parte iniziale molto descrittiva degli eventi forse ha appensantito la lettura della seconda parte. Il libro ti coinvolge in alcuni punti ma sento che manca un qualcosa per renderlo ancora più avvincente. Di positivo è la suspense legata al personaggio principale che fa da traino a tutta la storia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il capolavoro di Luther Blissett, 18-07-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro è un capolavoro, un esempio eccelso di scrittura collettiva con pochi (se non nessuno) eguali.
Il collettivo che poi ha dato vita a Wu Ming non è più riuscito a raggiungere i livelli di "Q".
Il romanzo è di altissima qualità da più punti di vista. La trama è a tratti epistolare e fa un forte utilizzo dei flashback, non mancano i colpi di scena e il finale è memorabile.
Inoltre ho sempre dato una grande importanza al fatto che gli autori avessero consentito la riproduzione e la diffusione dell'opera che all'epoca (1999) non era una scelta comune.
Assolutamente consigliato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Ottimo romanzo storico, 28-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Il protagonista, uno dei pochi personaggi di fantasia, diventa il filo conduttore per raccontare le rivolte protestanti ed anabattiste che hanno sconvolto l'Europa nella prima metà del XVI secolo. Arricchito con un alto numero di personaggi e un intricato intreccio di eventi, è sicuramente un testo da leggere e consigliare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0L'antesignano di Wu Ming, 06-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Poche volte mi sono trovato davanti ad una trama così complessa eppure così ben orchestrata. Certamente una storia dall'ampiezza e dal respiro tali che ci si sente veramente inadeguati a qualsiasi commento. La definizione di romanzo storico è piccola per questa storia corale non solo perchè scritta a più mani, ma anche perchè tanti sono i cori che effettivamente cantano in contemporanea, all'unisono ed in controcanto in essa. Il tema principale parrebbe la questione religiosa della vendita delle indulgenze e della controriforma posta in maniera forte dalla comparsa sulla scena della storia d'Europa da Martin Lutero. Ma in realtà questo è solo uno dei temi che si ritrovano in quesata storia. La guerra di religione, poichè tale alla fine risulta quella tra i cattolici, i protestanti, gli anabattisti e tutti i dissidenti che nel cinquecento venivano bollati come eretici, è solo l'occasione per parlare del più grande tema della libertà dell'uomo e della sua affermazione, della possibilità che ogni uomo debba avere di essere libero e di vivere con dignità la propria vita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Una sorpresa , 03-02-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
C'è da chiedersi come in cinque siano riusciti a scrivere un libro così bello e così ricco di metafore anacronistiche che si possono adattare alla nostra realtà. Quando i libri a sfondo storico si adattano a quello che stiamo vivendo vale la pena pazientare fino alla fine.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un Romanzo Storico con la R e la S maiuscole., 31-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo storico e avventuroso decisamente ben costruito sotto tutti i punti di vista, all'inizio può essere un pò difficile stare dietro alla trama ma superate le prime decine di pagine verrete definitivamente presi dal libro e non vi staccherete più fino a quando non sarete arrivati in fondo.
Per quanto riguarda l'accuratezza storica direi che difficilmente ho letto romanzi più accurati e dettagliati, con una trama che riesce senza sforzo ad insinuarsi in mezzo ai libri di storia senza far danno.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Magnifico, 27-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Poche volte mi sono trovato davanti ad una trama così complessa eppure così ben orchestrata. E cosa non da poco, una storia che si infila così bene nella Storia colla esse maiuscola: almeno il 90% di questi personaggi, che recitano sul grande palcoscenico dell'Europa riformata da Lutero, è davvero esistito.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Q (21)