€ 17.50
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il mio lungo viaggio nel secolo breve

Il mio lungo viaggio nel secolo breve

di Carlo Lizzani

4.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Einaudi
  • Data di Pubblicazione: luglio 2007
  • EAN: 9788806188023
  • ISBN: 880618802X
  • Pagine: VI-334
  • Formato: brossura
Dagli anni della formazione intellettuale tra i cinefili del Cineguf all'approdo nell'orbita della fronda e della lotta politica. Dallo sconforto del dopoguerra in una Roma dove il cinema è agonizzante, alla scoperta di una nuova frontiera di cultura europea in una Milano bohémien. Dalle prime prove come sceneggiatore e aiuto regista con Rossellini in "Germania Anno zero" e nella stesura di "Riso amaro" di De Santis, così l'autobiografia di Carlo Lizzani è una ricostruzione minuziosa delle tappe fondamentali di un cammino accidentato: tra fedeltà alle istanze estetiche ed etiche di un cinema risorto dalle macerie della guerra e apertura verso i generi più disparati; tra impegno politico attivo nelle file del Pci e bisogno di narrare, da un osservatorio privilegiato e libero, il recente passato così come le stagioni più calde di un presente tutto da decifrare. Tra faticosa ricerca di sotterfugi per aggirare le strettoie di una censura occhiuta e i contraccolpi di un maccartismo strisciante; tra radicali ripensamenti sotto l'urto dei movimenti contestatari e neoavanguardistici, e riassestamenti, infine, per non soccombere dinanzi al diktat del mercato. Il tutto rievocato attraverso un gioco continuo di rimandi al passato (custodito in lettere, note di diario, articoli, interventi) e riflessioni sul presente.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Carlo Lizzani:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Il mio lungo viaggio nel secolo breve, 03-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Più che un libro di memorie cinematografiche, l'autobiografia di Lizzani è un dietro le quinte del suo cinema. Lizzani nel libro raramente racconta la lavorazione di un film, la vita sul set e quello che riguarda strettamente il cinema, ci narra invece tutto ciò che si nasconde dietro (e dentro) i suoi film, i bisogni che lo hanno spinto a realizzarli e le sue fonti di ispirazione (dalle persone ai luoghi).
Ritieni utile questa recensione? SI NO