€ 10.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La lunga oscura pausa caffè dell'anima

La lunga oscura pausa caffè dell'anima

di Douglas Adams

2.0

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Piccola biblioteca oscar
  • Traduttori: Paggi M., Paggi D.
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2011
  • EAN: 9788804611813
  • ISBN: 8804611812
  • Pagine: 273
  • Formato: brossura
Il secondo capitolo delle avventure del "detective olistico" Dirk Gently che si trova invischiato in un pericoloso intrigo internazionale. Tutto inizia in un aeroporto londinese con un misterioso personaggio che tenta di imbarcarsi sul volo per Oslo. Chi è? E cos'ha a che fare con l'esplosione in un impianto nucleare? L'effervescente fantasia di Adams trascina il lettore in un fantasmagorico viaggio tra le antiche divinità nordiche, Odino in testa, svelando i difficili legami familiari tra questi e Thor, il patto diabolico stretto con due ricchi signori inglesi, e quanto sia difficile essere immortale e non avere più nessuno che ti adori.

Note su Douglas Noel Adams

Douglas Noel Adams è nato a Cambridge, in Inghilterra, l’ 11 marzo del 1952. Fin da giovane nutre una forte passione per la letteratura, la musica, il teatro e, soprattutto, per la scrittura umoristica. Consigliato da uno dei suoi professori, ha iniziato a scrivere racconti brevi a soli 12 anni. Già allora la scrittura di Douglas Adams si caratterizzava per lo stile umoristico. Ha studiato presso la Brentwood School e, successivamente, presso il prestigioso St. Jones College di Cambridge, dove ha conseguito la laurea in Letteratura Inglese nel 1974. Terminati gli studi, tentala carriera come attore comico e inizia a collaborare con Graham Chapman, un comico appartenete al gruppo dei Monty Python. Conosce anche gli altri membri dei Monty Python e stringe amicizia con loro, in particolare con Terry Jones, e assieme al gruppo partecipa alla stesura di uno degli episodi del Monty Python Flying Circus. A partire dal 1976 Douglas Adams inizia a scrivere e produrre quella che diventerà una delle serie radiofoniche di maggior successo della BBC, “Guida galattica per gli autostoppisti”. La serie da lui ideata riscosse un incredibile successo e inaugurò il filone della fantascienza umoristica. Nel 1979 riprende in mano i testi delle puntate radiofoniche con l’intento di scrivere un romanzo. Ampliando e rielaborando i testi precedenti, Douglas Adams pubblica “Guida galattica per gli autostoppisti”, il primo romanzo di quella che doveva essere una trilogia ma che poi è diventata una serie composta da cinque volumi, una “trilogia in cinque parti”, come la definì lo stesso autore. I romanzi, divertenti, surreali e caratterizzati da profonde riflessioni filosofiche celate sotto il velo di umorismo, divennero prima un serial televisivo e poi, nel 2005, un film. Oltre alla serie della Guida galattica, Douglas Adams scrisse altre opere, tra cui la serie dedicata a Dirk Gently, inaugurata dal romanzo dal titolo: “Dirk Gently. Agenzia di investigazione olistica”. Oltre alla scrittura, Douglas Adams coltivava numerosi interessi. Era un abile musicista e fu amico dei Pink Floyd, per i quali fornì il titolo al loro album “The Division Bell”. Si appassionò anche di biologia e fece numerosi viaggi, che gli ispirarono il libro reportage “L’ultima occasione” (1990) da lui considerato il suo libro più importante. Morì a Santa Barbara l’11 maggio del 2001. 
 

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  2.0 (2 di 5 su 1 recensione)

2.0La lunga oscura pausa caffe dell'anima, 26-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Purtroppo con questo libro di Adams siamo molto lontani dalle vette toccate dalla Guida Galattica.
La trama risulta rotare intorno un'idea niente male ma che non viene assolutamente ben sviluppata ed appesantisce il romanzo
Manca la magia che aveva caratterizzato le opere di Adams ma manca soprattutto quell'ironia acuta e pungente divenuta il marchio di fabbrica dell'autore.
Ritieni utile questa recensione? SI NO