La luna è tramontata

La luna è tramontata

4.0

di John Steinbeck


  • Prezzo: € 8.40
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

L'insopprimibile anelito alla libertà, la volontà di un popolo pacifico e fiero di non lasciarsi asservire dal nemico. È questo il tema de "La luna è tramontata", uno dei libri più amati di Steinbeck, scritto nel 1942, durante una delle fasi più cupe della Seconda guerra mondiale. Traendo spunto da un episodio della resistenza norvegese contro l'invasione nazista, questo romanzo è la storia di gente semplice, abituata a fare i conti con sentimenti umili ed eterni: l'amore, l'odio, il senso della responsabilità e della dignità. Un'opera limpida e priva di retorica che trascende la cronaca per rendere omaggio al coraggio di un pugno di uomini normali destinati dalle circostanze a diventare eroi per proteggere le proprie tradizioni democratiche.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di John Steinbeck:


Dettagli del libro

  • Titolo: La luna è tramontata
  • Traduttore: Monicelli G.
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar classici moderni
  • Data di Pubblicazione: maggio 2007
  • ISBN: 8804567902
  • ISBN-13: 9788804567905
  • Pagine: XIV-121
  • Reparto: Narrativa

Voto medio del prodotto:  4.0 (4.1 di 5 su 8 recensioni)

3.0Non un caolavoro, ma un libro di tutto rispetto., 15-02-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Tramite una scelta stilistica adeguata, lo scrittore riesce ad adeguare perfettamente il contenuto del libro con lo stile. La luna è tramontata affronta la tematica dell'occupazione di un piccolo villaggio norvegese, con stile e senza alcun tipo di balanità. Ma nell'insieme il libro propone anche la rivalutazione del concetto di libertà, definendo quest'ultima come un bisogno universale e necessario.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0 La luna è tramontata, 26-09-2011, ritenuta utile da 4 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Opera prima di Steinbeck ma già si nota la perizia stilistica che gli fruttò il noble per la letteratura, La luna è tramontata non è solo un bel romanzo, ma è anche un libro con cui, attraverso la creatività, si giunge a una visione realistica, senza appelli, senza attenuanti, della guerra e della sua inutilità.
Da leggere, senz'altro, anche e soprattutto nelle scuole, affinché i giovani comprendano che con un conflitto tutto è perduto, mentre con la pace tutto è possibile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La luna è tramontata, 05-12-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Il paesaggio è un po' inusuale, se si pensa alla Seconda Guerra Mondiale.
Ci sono il mare, la neve, le miniere di carbone, un piccolo paesino della Norvegia.
Molto significativo. La storia è breve, ma d'impatto. Un romanzo contro gli orrori della guerra, che sostiene il diritto di ogni uomo alla Libertà, e lo esorta a lottare per ottenerla, anche se ci viene negata. Perché i diritti umani sono innegabili.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La luna è tramontata, 20-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Steinbeck si immerge nella dura logica della guerra e si mette dalla parte degli umili mostrando le lotte, le disperazioni e i sacrifici di questi con totale partecipazione ma anche con il suo solito e perfetto distacco.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Dolorosa stilettata, 14-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro è doloroso.
Parla di resistenza norvegese. Di guerra. Di come un tranquillo paese si sia visto piombare i gendarmi. Di condanne a morte. Di soldati dolenti che mal sopportano i comandi ma devono portarli a termine.
Parla di cose brutte perchè la guerra è la maggiore bruttura del mondo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Il diritto di sentirsi liberi!, 18-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Nonostante l'autore, quanto meno in Italia, non ha mai ricevuto una considerazione pari al suo valore, "La luna è tramontata" si inserisce di diritto tra i grandi romanzi della letteratura mondiale, specialmente tra quelli che trattano il tema della Resistenza. Al pari de "Il sentiero dei nidi di ragno" di Calvino, il desiderio di libertà è il fulcro intorno al quale ruotano le vicende dei protagonisti durante l'invasione nazista in Norvegia. E' qui che uomini come tanti diventeranno, di colpo, degli eroi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La luna non tramonta..., 12-08-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo bellissimo romanzo, scritto con un linguaggio rapido e veloce, colpisce subito il lettore, veloce com'è stata l'invasione di un popolo, non abituato alla guerra.
Un popolo pronto a tutto per difendere la propria terra.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La dignità offesa, 04-05-2010, ritenuta utile da 4 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Quando nel 1962 a John Steinbeck fu conferito il premio Nobel per la letteratura la motivazione fu la seguente: Per le sue scritture realistiche ed immaginative, unendo l'umore sensibile e la percezione sociale acuta.
In effetti lo scrittore americano è riuscito nei suoi libri a sondare l'animo umano inserendo la sua ricerca in un contesto sociale, in forza di un'interdipendenza che si attua in un doppio flusso: dal singolo uomo alla collettività e da questa ancora al singolo uomo. Steinbeck ha ben compreso che gli aspetti interiori di ognuno si riflettono socialmente e che sempre il comportamento individuale è influenzato dal contesto in cui l'individuo opera.
Con diverse sfumature questo concetto è base di opere di notevole livello, quali I pascoli del cielo, Pian della Tortilla, Uomini e topi, Furore, L'inverno del nostro scontento e La valle dell'Eden; tuttavia, almeno secondo la mia opinione, dove risulta esposto più chiaramente è ne La luna è tramontata, romanzo edito per la prima volta nel 1942 allorché le sorti della seconda guerra mondiale non erano ancora ben definite.
In questo romanzo, ambientato in Norvegia, contano più i personaggi, le situazioni, le riflessioni dei protagonisti che la trama stessa, in sé in verità abbastanza semplice. Un piccolo paese viene occupato dai tedeschi con un vero e proprio blitz e con l'aiuto di un traditore, quello che tutti i cittadini fino ad allora consideravano un autentico benefattore. Colti di sorpresa, provano un generale disorientamento, una sorta di annichilimento della volontà e, soprattutto, della propria identità, ma poi la dignità di essere uomini ancora liberi emerge e ha inizio una guerriglia non solo bellica in senso stretto, ma anche psicologica nei confronti degli invasori che poco a poco si scoprono non macchine da guerra, ma uomini, con le loro debolezze e le loro paure.
In questo contesto i protagonisti di maggior spessore a cui lo scrittore attribuisce il compito di portare avanti il suo messaggio sono da un lato il colonnello tedesco Lanser che è dibattuto fra l'assurdità degli ordini ricevuti e i contrasti della sua coscienza. Non viene meno al suo dovere, ma gradualmente subentra in lui la disperazione di compiere azioni sanguinarie che ritiene del tutto inutili, maturando di pari passo una crescente stima verso il sindaco, ben diversamente motivato dalla necessità di costituire un punto di riferimento per i suoi concittadini, senza remore o tentennamenti, arrivando perfino al sacrificio personale.
Sono due uomini in antitesi, ma se il tedesco si accorge della progressiva perdita della sua dignità, il norvegese è invece consapevole del suo graduale riacquisto.
Su tutto regna un tragico dolore: quello degli occupanti, che nel loro indottrinamento credevano di essere accolti festosamente e che invece sono costretti a vigilare nel timore di attentati; quello dei cittadini occupati che non possono tollerare di perdere la loro liberta e che intendono riprendersela, a qualsiasi costo.
Se la Luna è tramontata è un romanzo antibellico e antimilitarista è però anche un libro che, partendo dalla stupidità della guerra, travolge i normali schemi del patriottismo per rendere giustizia agli oppressi, a chi è stato vinto senza aver voluto una guerra, a chi crede che la dignità valga più della vita. Ma è anche un'opera con cui si evidenzia che, deteriorando i dogmi inculcati negli uomini da un regime, si ottengono un disorientamento e una progressiva disaffezione per una missione che da vincitori li rende vinti, prima ancora che sul campo di battaglia con il risveglio della coscienza.
La luna è tramontata non è solo un bel romanzo, ma è anche un libro con cui, attraverso la creatività, si giunge a una visione realistica, senza appelli, senza attenuanti, della guerra e della sua inutilità.
Da leggere, senz'altro, anche e soprattutto nelle scuole, affinché i giovani comprendano che con un conflitto tutto è perduto, mentre con la pace tutto è possibile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO