€ 10.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Logica del senso

Logica del senso

di Gilles Deleuze

4.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
A ottant'anni dalla nascita e a dieci dalla scomparsa, viene riproposto un testo classico del filosofo francese, apparso nel 1969. Lewis Carroll, gli stoici, Lévi-Strauss, Lacan, Nietzsche, Fitzgerald, Artaud... Attraverso la filosofia, la letteratura, la psicoanalisi, Gilles Deleuze compie una ricognizione acuta e gaia tra i paradossi che formano la teoria del senso e le varie celebrazioni delle nozze tra il linguaggio e l'inconscio. Non ci si sbarazza dei paradossi dicendo che sono più degni di Carroll che non della logica: bisognerebbe essere troppo "semplici" - afferma Deleuze - per credere che il pensiero sia un atto semplice, chiaro a se stesso, che non pone in gioco tutte le potenze dell'inconscio e del non senso dell'inconscio.

Note su Gilles Deleuze

Gilles Deleuze nacque a Parigi il 18 gennaio del 1925. La sua famiglia apparteneva alla classe media della società parigina. Iniziò la sua formazione presso il Lycée Carnot. Quando scoppiò la seconda guerra mondiale dovette interrompere gli studi e quando l’esercito nazista occupò Parigi, suo fratello George fu arrestato per aver preso parte alla resistenza francese e morì durante il trasferimento al campo di concentramento. Nel 1944 Deleuze riprese gli studi e si iscrisse alla Sorbona, sotto la guida di illustri professori quali Georges Canguilhem, Jean Hyppolite, Ferdinand Alquié, Maurice de Gandillac, Jean Wahl e Maurice Merleau-Ponty. L’ambiente della Sorbona risultò particolarmente stimolante per Deleuze, che in quel periodo iniziò a nutrire un forte interesse per la filosofia contemporanea e per la storia della filosofia. In ambiti extra-accademici, fu per lui importante la conoscenza con Sartre, mentre alla Sorbona entrò in contatto con numerosi intellettuali, tra cui Michel Tournier, Michel Butor. Nel 1948, con una tesi su David Hume, conseguì la laurea in Filosofia e si dedicò all’insegnamento di tale materia presso i licei di Parigi. Nel 1956 sposa Denise Paul 'Fanny' Grandjouan. Dopo il 1957 fu assistente di Storia della filosofia alla Sorbona. Dal 1960 al 1964 è ricercatore presso il Centre National de la Recherche Scientifique. Nel 1964, venne nominato docente universitario all'Università di Lione. Autore di numerose opere, fu considerato tra i più importanti filosofi francesi del XX secolo. Gilles Deleuze morì suicida a Parigi il novembre del 1995.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Gilles Deleuze:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Logica del senso e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 2 recensioni)

4.0Estremamente complesso, 19-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Benché sia un testo estremamente complesso, sono riuscito a seguirne piuttosto agevolmente la prima metà abbondante, ossia quella prima dell'ingresso in dosi maiuscole di considerazioni di genere psicanalitico; le ultime serie di paradossi, invece, mi sono sembrate, oltre che spesso di ardua comprensione, troppo (auto) compiaciute nella scrittura. Molto appassionanti, viceversa, le appendici, nelle quali Deleuze approfondisce i temi sviluppati nel corpo del testo (paradosso divergenti, differenza, identità, eterno ritorno, superfice) con riferimento ad opere di scolastica antica, come il poema di Lucrezio, e ad romanzi di Klossowski, Flaubert, Tournier e Zola.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0interessante, 21-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro filosofico ma molto interessante per capire che osa sia il senso delle cose. I ragionamenti sono facilmente interpretabili.
Ritieni utile questa recensione? SI NO