LMVDM. La mia vita disegnata male

LMVDM. La mia vita disegnata male

3.5

di Gipi


  • Prezzo: € 12.00
  • Nostro prezzo: € 10.20
  • Risparmi: € 1.80 (15%)
Disponibilità immediata
Ordina entro 22 ore e 49 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo lunedi 7 Settembre   Scopri come

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Gipi ci racconta la sua vita: tra viaggi reali e psichedelici, problemi di salute e medici feticisti, uno dei più grandi autori di fumetti di sempre si svela come non aveva mai fatto prima, alternando il bianco e nero al colore, la quotidianità alla fantasia. Una narrazione in bilico tra dramma e comicità.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano LMVDM. La mia vita disegnata male acquistano anche Cantalamappa. Atlante bizzarro di luoghi e storie curiose di Wu Ming € 12.66
LMVDM. La mia vita disegnata male
aggiungi
Cantalamappa. Atlante bizzarro di luoghi e storie curiose
aggiungi
€ 22.86

Prodotti correlati:


Dettagli del libro

  • Titolo: LMVDM. La mia vita disegnata male
  • Editore: Coconino Press
  • Data di Pubblicazione: Novembre 2008
  • ISBN: 8876181253
  • ISBN-13: 9788876181252
  • Pagine: 130
  • Reparto: Fumetti
  • Formato: illustrato, brossura

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.7 di 5 su 7 recensioni)

4.0Molto divertente, 25-02-2012
di A. Tomeazzi - leggi tutte le sue recensioni
Ho conosciuto Gipi dalle strisce a puntate pubblicate su una nota rivista di informazione che raccoglie notizie da tutto il mondo. Gipi è diretto e semplice come il suo modo di disegnare.
Certe volte sogno e realtà si confondono, si uniscono e si mescolano ma il messaggio rimane chiaro.
Molto carine le strisce a colori, strani certi disegni, consigliato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0LMVDM., 22-07-2011
di C. Liguori - leggi tutte le sue recensioni
E' stato divertente, e mi ha fatto venire in mente parecchi ricordi della mia giovinezza. Sempre diretto e mai filtrato con bravura poesia ed ironia gipi ha disegnato le sue esperienze ed i suoi ricordi e ne è venuto fuori un archetipo che rappresenta un intera generazione. Cazzoni, strampalati, dediti alle esperienze piu assurde i figli degli anni ottanta rappresentano, forse, la parte migliore di quel penoso decennio... Almeno cosi mi piace pensare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0La mia vita disegnata male, 25-05-2011
di L. Corelli - leggi tutte le sue recensioni
Gipi, autore di questo fumetto, ci illustra - in tutti i sensi - l'esperienza personale con la droga ed altre pulsioni autodistruttive fra sogni decisamente reali ma insieme psichedelici. Il tratto è semplice, quasi elementare ed a volte un pò confuso, ma ho apprezzato molto le strisce colorate.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0LMVDM, 08-11-2010
di O. Ceppa - leggi tutte le sue recensioni
Libro di una bellezza struggente. Fatico ad immaginare quanto dev'essere costato a Gipi realizzarlo. Sono un grandissimo autore ha il coraggio di mettersi a nudo in questo modo e, soprattutto, riesce ad affrontare la Vita con un sorriso e con tanta sublime leggerezza. Capolavoro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0LMVDM, 28-10-2010
di L. Crespo - leggi tutte le sue recensioni
Sarà pure disegnata male, ma la biografia a fumetti di Gipi, fra sogno, incubo e realtà, è veramente scritta bene: ironica, commovente, intelligente, piena di speranza anche quando sembrerebbe non essere il caso.
Mi è anche piaciuta la storia di pirati (disegnata meglio e acquerellata) che fa da contrappunto onirico alla biografia, una storia d'amore ma non sdolcinata.
In conclusione molto consigliato!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Sfroosh, 14-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di F. Ferraro - leggi tutte le sue recensioni
è il rumore che, secondo me, fa la vita.
Rumore che ricorre in tutto il libro che alla fine è disegnato ma non è un fumetto e non è nemmeno disegnato male.
Gipi è una carezza data ad un cuore, che sia integro o sfregiato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0LMVDM, 09-10-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di A. Ricci - leggi tutte le sue recensioni
piccolo capolavoro, intriso di fulminante ironia e malinconia, di umana "pietas", in bilico tra ricordi e fantasie.
certe pagine aprono scorci cittadini abbandonati, o su viste marine a colori, pieni di promesse come le notti di primavera.
e mi sono abbandonato al racconto, voluttuosamente, ridendo e anche commuovendomi, cavalcando a mia volta memorie dimenticate solo in superficie, sfiorando il tessuto ancora vivo dei ricordi. la vita si sfilaccia e si riannoda, con meravigliosa libertà grazie al perdono e all'amore.
Gipi ce lo ricorda, senza essere banale, patetico o rincoglionito, con il suo disegno naif e scalcinato, ma che arriva "dentro".
Ritieni utile questa recensione? SI NO
product