€ 17.85€ 21.00
    Risparmi: € 3.15 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La lingua del fuoco

La lingua del fuoco

di Don Winslow

3.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Einaudi. Stile libero big
  • Traduttore: Colitto A.
  • Data di Pubblicazione: novembre 2010
  • EAN: 9788806204273
  • ISBN: 8806204270
  • Pagine: 550
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
Una casa in cenere nella Orange County e il cadavere di una donna, bruciata viva. Materia prima per la California Fire and Life con cui la vittima dell'incendio, Pamela Vale, aveva da poco sottoscritto una lucrosa assicurazione sulla vita. Il detective della polizia che segue le indagini è fin troppo pronto a propendere per l'incidente, ma Jack Wade, che ha un passato burrascoso tra le forze dell'ordine e che sa riconoscere il linguaggio del fuoco fin nei minimi dettagli, sospetta che l'incendio sia stato appiccato intenzionalmente. primo sospettato, il marito della vittima e beneficiario dell'assicurazione che nasconde dietro il nome americanizzato Nicky Vale la sua identità russa e i suoi legami con l'ex KGB e con le nuove mafie all'assalto della ricca California. Nicky però ha un alibi, apparentemente di ferro...

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano La lingua del fuoco acquistano anche Le belve di Don Winslow € 16.57
La lingua del fuoco
aggiungi
Le belve
aggiungi
€ 34.42

Prodotti correlati:

I libri più venduti di Don Winslow:


Voto medio del prodotto:  3.0 (3.2 di 5 su 5 recensioni)

3.0La lingua di fuoco, 22-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un giallo poliziesco che come sfondo ha l'impero sovietico, la mafia russa e chi più ne ha più ne metta. Ho apprezzato il modo di narrare di Winslow, anche se la storia di per sè non mi ha entusiasmato particolarmente. Altra nota negativa sono i personaggi un po' troppo stereotipati per i meii gusti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0La lingua del fuoco, 08-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Una recentissima e cocente delusione, questo romanzo. La sola cosa degna di nota di questo vecchio romanzo riesumato di Winslow è che il protagonista è un liquidatore assicurativo. Ma il bello si ferma qui, perchè la storia è noiosa e prevedibile, grondante coincidenze del tutto improbabili e piena di salti logici, il cattivo è talmente sterotipato che in confronto i banditi siberiani di lilin sono personaggi tolstoiani, la trama si srotola lenta e prevedibile con un inconcepibile disprezzo per il buon senso ed il diritto, persino il diritto americano.
In Italia una vicenda del genere sarebbe finita con una sentenza di rigetto delle pretese del danneggiato alla velocità della luce, altro che controinterrogatori e cavolate varie.
E che dire dell'ipocrisia di inventarsi un cattivo di origine ebrea che invece si scopre essere un falso ebreo? Infine, la scrittura di Winslow, così spezzata, diventa un manierismo che alla fine annoia... Bah. Adesso aspetto di leggere Satori, poi vediamo...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La lingua del fuoco, 13-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un thriller magistrale, scritto da un ottimo autore. Un libro che ci dà le emozioni della California e del surf, ma soprattutto una visione sulle speculazioni finanziarie e sulle truffe alle assicurazioni. I colpi di scena si susseguono, fino a un finale incredibile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Niente di che , 15-02-2011, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Se ci fermassimo alle prime 100 - 150 pagine, sarebbe ragionevole pensare di trovarci di fronte ad un capolavoro. Andando avanti nella lettura l'entusiasmo viene sempre più scemando ed alla fine ci si rende conto di avere letto una storia del tutto ordinaria.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Ordinario, 10-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Dopo avere letto il primo centinaio di pagine pensavo di trovarmi davanti un capolavoro ma purtroppo, durante il prosieguo il libro ha inesorabilmente perso vigore una pagina dopo l'altra risultando alla fine un prodotto ordinario. Do un voto in più di quello meritato perché all'autore vanno riconosciute grandi doti nella scrittura e quindi nel linguaggio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO