Cerca
 
Start
 

La libertà individuale come impegno sociale

La libertà individuale come impegno sociale

4.0

di Amartya K. Sen


  • Prezzo: € 8.00
  • Nostro prezzo: € 5.60
  • Risparmi: € 2.40 (30%)
Offerta realizzata in ottemperanza alla "Legge Levi" (27 luglio 2011, n. 128) che disciplina l'applicazione degli sconti sui libri in Italia, in particolare Art. 2, Comma 5, Lettera f.
Disponibilità immediata
Ordina entro 52 ore e 54 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo martedi 3 Febbraio   Scopri come

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Outlet libri

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
Acquistando questo prodotto raccogli 12 beenz o più.   Scopri come
Aggiungi al carrello

Descrizione

Una adeguata concezione della libertà dovrebbe essere sia positiva che negativa: 'libertà di' ma anche 'libertà da'. La piena libertà dell'individuo non può che raggiungersi attraverso un impegno collettivo, sociale. In uno stile limpido e cristallino, il prezioso volume di uno studioso la cui autorità intellettuale e morale difficilmente può essere messa in dubbio. Amartya Sen, Premio Nobel 1998 per l'Economia, è un maestro del pensiero contemporaneo. Rettore del Trinity College di Cambridge, è Lamont University Professor di Economia e Filosofia morale ad Harvard.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano La libertà individuale come impegno sociale acquistano anche Etica della comunicazione di Adriano Fabris € 13.60
La libertà individuale come impegno sociale
aggiungi
Etica della comunicazione
aggiungi
€ 19.20

Prodotti correlati:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti


Scrivi una nuova recensione su La libertà individuale come impegno sociale e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 2 recensioni)


4.0Economia e libertà, 27-04-2012
di L. Sardu - leggi tutte le sue recensioni

Sen suggerisce il bisogno di risolvere un dilemma: ridurre gli squilibri della finanza pubblica o ridurre la povertà? Entrambi gli obiettivi sono ottimi, ma non sono perseguibili contemporaneamente, però si può trovare un equazione attraverso il dibattito pubblico. La risposta dell'economista è che non bisogna essere estremisti dell'austerità e che si debba accettare una crescente inflazione, un maggiore debito e un maggiore welfare, se questo porta a ridurre disoccupazione e povertà.

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


4.0interessante, 05-11-2010
di F. Giovine - leggi tutte le sue recensioni

sono documenti diversi messi insieme in questo libro che è davvero interessante. di solito gli economisti sono portati a massimizzare i propri interessi egoisticamente, invece amartya sen sembra quasi un no global

Ritieni utile questa recensione? SI  NO