€ 17.00€ 20.00
    Risparmi: € 3.00 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Leviathan

Leviathan

di Scott Westerfeld

4.5

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Einaudi. Stile libero extra
  • Illustratore: Thompson K.
  • Traduttore: Lo Porto T.
  • Data di Pubblicazione: giugno 2010
  • EAN: 9788806202668
  • ISBN: 8806202669
  • Pagine: 400
  • Formato: rilegato

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
Westerfeld racconta una Prima guerra mondiale più vicina al futuro che al passato, combattuta tra Darwiniani e Cigolanti. Realtà storica e immaginazione, estetica vittoriana e tecnologia futuristica si fondono a perfezione creando scenari mai visti. Su questo sfondo, due adolescenti si incontrano e si innamorano, cercando di inventarsi un mondo migliore.

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Scott Westerfeld:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Leviathan e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.7 di 5 su 3 recensioni)

4.0Opposti., 05-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Amore, guerra, dolore, fantasia, realtà. Tutto in un sol libro che apre le porte al lettore su quello che è vivere e quello che è il frutto dell'immaginazione. Westerfeld ancora una volta è riuscito nella sua magia personale, nel suo trucco unico di dare morale a una storia come questa. Efficace e ben riuscita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Leviathan, 04-03-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro, rappresentante di un nuovo genere lo steampunk, reinventa gli avvenimenti della prima guerra mondiale ipotizzando: che Darwin abbia scoperto il DNA e come manipolarlo, in Austria e Germania si sia sviluppata la macchina a vapore e si utilizzino micidiali macchine che sfruttano questa tecnologia.
In questo contesto storico seguiamo le due vicende parallele di Deryn Sharp, una giovane ragazzina inglese e quella di Aleksander, figlio dell'arciduca d'Austria.
Siamo sull'orlo della prima guerra mondiale e Alek dopo l'assassinio dei genitori è in fuga sul suo camminatore (una specie di micidiale carro armato a vapore) mentre di là dalla Manica, in Inghilterra, Deryn si traveste da ragazzo per diventare pilota dell'aviazione britannica. Ma il suo segreto rischia continuamente di essere scoperto. I due ragazzi appartengono ai due opposti schieramenti: lui ai Cigolanti, lei ai Darwinisti. Ma il destino vuole che le loro storie si incrocino a bordo del Leviathan, un gigantesco animale volante, metà balena, metà dirigibile, che forse li strapperà al frastuono della guerra.
Il libro è, come lo definisce l'autore, un "romanzo di storia alternativa" infatti gran parte dei personaggi, le macchine "cigolanti", le creature darwiniste sono inventati, mentre altri, come l'assassinio dell'arciduca d'Austria o personaggi come la biologa Nora Barlow sono reali. Il libro è rivolto soprattutto alla fascia d'età degli young adult, l'autore infatti è ritenuto, insieme ad altri, uno di quelli che hanno rivoluzionato il linguaggio della letteratura per questa fascia d'età.
Questo libro è considerato una svolta nel suo lavoro.
Gli elementi da lodare sono molti, prima di tutto la capacità di scrittura di Scott Westerfeld che mi ha colpito per l'abilità nel tenere il lettore incollato al libro anche dove il ritmo della narrazione, che sin dai primi capitoli si rivela alquanto frenetica, rallenta per lasciare spazio a ricordi o a sequenze riflessive. Altro punto da lodare è la fantasia dello scrittore che utilizza lo standard degli steampunk (macchine bislacche, storia reinventata) modificandone però alcuni aspetti ricorrenti ossia l'epoca in cui si svolge. Infatti solitamente le storie di questo genere sono ambientate nell'epoca vittoriana mentre qui ci troviamo agli inizi della prima guerra mondiale. Molto interessanti e accattivanti le illustrazioni di Keith Thompson noto illustratore del genere steampunk; sono tutte in bianco e nero ma il chiaroscuro e la ricchezza di particolari, sia nelle immagini di creature animali sia nelle macchine di ogni genere, fanno in modo che il tutto sembri più reale. Il libro, per chi fosse interessato, fa parte di una trilogia; l'uscita in America del secondo volume "Behemoth", che sarà ambientato a Costantinopoli, è prevista per il 2010, seguirà l'ultimo volume "Goliath". Il libro è primo nella prestigiosa classifica del giornale americano "New York Times".
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Physis e Techné, 16-09-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Per il New York Times è stato primo nella particolare classifica dei libri per giovani adulti. Che strana catalogazione per un libro; chi sono i giovani adulti? I ventenni che vogliono già essere adulti o i trentenni che, loro malgrado, stanno ancora a casa con i genitori o i quarantenni che non vedranno mai avverarsi le loro possibilità perché i settanta-ottantenni (giovani anziani) non mollano l’osso? Oppure sono quelli che leggono tranquillamente un libro come quelli di Calvino e non si chiedono se quel libro (pensiamo a Il visconte dimezzato o Il barone rampante) in particolare sia adatto per la loro età. Leviathan è un libro di storia ed è una storia alla Jules Verne: è la narrazione dell’inizio della Grande Guerra condita con l’invenzione di fantastici mezzi da combattimento: ‘camminatori’ che anticipano il moderno carro armato, aeroplani simili a libellule, ma sopratutto il dirigibile ‘organico’ Leviathan (un essere ‘costruito’ dall’uomo combinando il DNA di una balena con quello di altri numerosi animali). È un racconto in cui sono narrate le avventure di due ragazzini: una darwinista e un cingolate. Europa 1914, la Grande Guerra sta per scoppiare. Un ragazzo austriaco di nome Alek viene svegliato nella notte. Qualcosa è accaduto e lui è l’erede al trono dell’Impero Austroungarico. Negli stessi momenti a Londra una ragazzina di nome Deryn decide che entrerà nell’aviazione (mondo di uomini ed eroi). Lui appartiene ad un mondo che ha creduto di fondare il proprio benessere, la propria sicurezza, sulla tecnica delle macchine, sul metallo ruggente; lei appartiene ad un mondo che ha voluto portare alle estreme conseguenze gli studi di Charles Darwin, un mondo in cui gli esseri viventi sono modificati per assecondare le esigenze degli umani (lucertole parlanti, annusatori di gas, pipistrelli bombardieri). Entrambi stanno per iniziare un’avventura che cambierà le loro vite e quella di milioni di europei con le loro. Lui attraverso l’Austria arriverà nel mezzo delle alpi svizzere per cercare un riparo in territorio neutrale; nella finzione del romanzo Alek è il figlio dell’arciduca Franz Ferdinand, nipote di Cecco Beppe. Lei camuffandosi da cadetto riuscirà a salire a bordo del più importante dirigibile inglese il Leviathan comandato dal capitano Hobbes. Chi se non Hobbes può controllare l’insieme degli individui che compongono l’organismo del Leviathan? Il bello di questo libro sta tutto nella frattura netta con cui Westerfeld suddivide il suo mondo fantastico: da una parte il mondo delle macchine dei cigolanti e dall’altra le bestie sintetiche dei darwinisti. Due mondi che apparentemente sono distanti fra loro, mentre in realtà sono la lampante immagine di quanto l’uomo abbia bisogno di dominare il mondo, il suo mondo: il dominio si può avere sfruttando al massimo le capacità tecniche dell’ingegno umano per produrre macchine, oppure, dominando le possibilità combinatorie del DNA per creare nuove specie animali. Physis e Techné ancora in dialettica tensione, questa volta per ‘giovani adulti’.
Ritieni utile questa recensione? SI NO