€ 9.87€ 10.50
    Risparmi: € 0.63 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La lettera scarlatta

La lettera scarlatta

di Nathaniel Hawthorne

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
"La lettera scarlatta", pubblicato nel 1850, ebbe una genesi complessa e tormentata. In questo libro, dall'impostazione classica e allo stesso tempo innovativa, Hawthorne, che qui rivela le sue capacità di analisi psicologica, non si limita a dare vita a una indimenticabile rappresentazione dello spirito puritano nell'epoca coloniale in America ma giunge a proporre una liberatoria concezione dell'amore come grande forza creatrice della natura. L'intensa storia della bella adultera Hester Prynne, bollata come peccatrice dai suoi freddi e intransigenti concittadini, si trasforma in vera e propria apologia degli istinti nella scoperta della gioia selvaggia e pura di vivere fino in fondo la propria esistenza, rivendicando il diritto alla passione.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano La lettera scarlatta acquistano anche Storia della letteratura americana. Dai canti dei pellerossa a Philip Roth   € 16.92
La lettera scarlatta
aggiungi
Storia della letteratura americana. Dai canti dei pellerossa a Philip Roth
aggiungi
€ 26.79


Voto medio del prodotto:  4.0 (3.8 di 5 su 22 recensioni)

5.0Le contraddizioni di un'epoca, 18-05-2012, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Il romanzo è un classico della letteratura anglo-americana. Esso descrive i rigidi costumi dell'Inghilterra puritana che marchiano come adultera la protagonista del romanzo. L'argomento coinvolge il lettore fin dall'inizio e così egli e' portato, dalla curiosità stimolata dalla lettura, ad arrivare al termine del romanzo per scoprirne la fine che non è per nulla banale o scontata.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0La lettera scarlatta, 28-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
E' un libro che racconta un mondo di ingiustizie e bigottismo che in America non è del tutto lontano e finito. Il dramma interiore dei personaggi tiene viva la lettura fino alla fine, è ben descritto, non c'è liberazione, non c'è espiazione, chi commette uno sbaglio avrà un infame marchio per tutta la vita. E' un classico di livello inferiore rispetto ad altri libri ben più importanti, ma il messaggio arriva chiaro e questo conta. Resta comunque migliore del pessimo film.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0La lettera scarlatta, 09-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo romanzo di Hawthorne si lascia leggere nonostante una certa filosofia teologica di fondo, è'la storia, un pò datata, del puritanesimo bacchettone della Nuova Inghilterra, scritta da un erede di miseri puritani. Dal romanzo emerge in modo elevato lo stato d'animo della protagonista. Con tutte le sue paure, i suoi peccati, le sue scelte. Scrittura ricercata, per certi versi, contemporaneamente, moralista ed antimoralista. Buono non eccelso.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La Lettera Scarlatta, 02-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
L'ho trovato molto interessante, soprattutto la ricostruzione storica di quella che è stata la società puritana americana. Il tratteggio dei personaggi e soprattutto le descrizioni dei sentimenti contrastanti in essi sono trattate con enorme sensibilità, e suscitano grandissima empatia. Un altro dei classici che non può mancare nella prorpria libreria;
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Rosso su grigio, 29-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo affascinante romanzo mette in campo diverse strategie per avvincere il lettore alla trama, problematica e aperta a diverse interpretazioni. Il setting puritano è giocato sul contrasto tra i colori grigi e bui, che rendono bene l'atmosfera di rigore, di rigidità e di autoritarismo religioso dell'America secentesca, e il rosso fuoco della A (di "adulterio") ricamata su petto della protagonista Ester. Questo splendido personaggio femminile affronterà il suo destino, immerso nella dura società puritana ma anche in una grande passione, grazie alla sua indole combattiva e insieme artistica, aperta alla condivisione, alla dolcezza ma anche alla fortezza d'animo. La protagonista è inserita dentro ad un sistema di personaggi ben congegnato, che vuole mettere in scena la complessità della natura umana, il mistero della vita psichica-emotiva e i problemi della percezione del bene e del male. Infine, la tensione tra privato e pubblico, l'intreccio tra realismo storico e simbolismo, tra psicologia personale e società, il dissidio tra le norme e la legge interiore del cuore fanno di questa vicenda una appassionante storia godibile in ogni tempo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La lettera "A", 26-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Boston, Metà ottocento. Una donna commette adulterio e rimane incinta. L'usanza dell'epoca prevedeva che tali peccaminose donne, dovessero portare sempre cucita sul petto, la lettera A di colore scarlatto. Amore, peccato, odio, perdone... Si fondono per dare vita a un romanzo che personalmente considero un capolavoro della letteratura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0La lettera scarlatta, 14-03-2011, ritenuta utile da 7 utenti su 13
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro carino ma che mi ha un po' deluso. I fatti di un amore che poi porterà hester a sopportare il peccato tutto da sola, sono antecedenti al racconto. Chi si aspetta un amore proibito e passionale in questo libro rimarrà deluso, ma rimane un classico da leggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Su un campo, colore nero, la lettera A, rossa., 28-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
La storia dell'opera "The Scarlet Letter" di Nathaniel Hawthorne è stata segnata fin dalla prima pubblicazione (1850) da un singolare successo. Senza dubbio, l'America risentiva dell'egemonia culturale inglese. I libri allora pubblicati trattavano temi non molto originali. Erano, in sostanza, di "materia inglese". Il linguaggio, i temi ricorrenti, la storia "carica di tinte cupe e corrusche" rendono "La lettera scarlatta" una delle prime opere di carattere puramente americano.
La trama si presenta come piena di elementi fiabeschi e, allo stesso tempo, esemplare moralità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Un libro che fa riflettere, 20-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
La vicenda si svolge nella Boston del Seicento.
Hester Prynne, dopo aver commesso un adulterio, ha una figlia ma non ha alcuna intenzione di rivelare il nome del suo amante; dunque verrà immediatamente isolata dal resto della comunità, messa alla gogna e costretta a portare una "A" ("adultera") ricamata sulle vesti a vita.
Quando torna in città, il marito si propone di cercare l'amante di Hester a tutti i costi: si scoprirà che si tratta del revederendo Dimmesdale, il quale, pressato continuamente dal marito di Hester, confesserà solo alla fine la sua colpa.

Hawthorne presenta ai lettori la ferrea morale puritana ai tempi delle prime colonie inglesi e induce a riflettere sul concetto della colpa e dell'espiazione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Unlibro che fa riflettere, 15-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
La vicenda si svolge nella Boston del Seicento.
Hester Prynne, dopo aver commesso un adulterio, ha una figlia ma non ha alcuna intenzione di rivelare il nome del suo amante; dunque verrà immediatamente isolata dal resto della comunità, messa alla gogna e costretta a portare una "A" ("adultera") ricamata sulle vesti a vita.
Quando torna in città, il marito si propone di cercare l'amante di Hester a tutti i costi: si scoprirà che si tratta del revederendo Dimmesdale, il quale, pressato continuamente dal marito di Hester, confesserà solo alla fine la sua colpa.

Hawthorne presenta ai lettori la ferrea morale puritana ai tempi delle prime colonie inglesi e induce a riflettere sul concetto della colpa e dell'espiazione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La lettera scarlatta, 15-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
La Lettera Scarlatta è considerato con ragione il capolavoro di Hawthorne.
Hester Prynne, l'adultera, colei che porta su di sé il segno della colpa, é l'unico personaggio umano, compassionevole, dotato di pietas, in mezzo ai 'giusti' della comunità, creature morbose, ipocrite, crudeli ed aride.
Non mi sembra che l'America sia cambiata molto da allora.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Tutto castigo e poca passione!, 11-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
In un’America puritana, Hester porta da sola il peso del peccato. Il castigo e la condanna sono i veri protagonisti in una storia dove l’amore e la passione non vengono raccontati, ma solo immaginati come fatti antecedenti. A volte la lettura risulta po’ lenta e può delude il lettore che si aspetta un racconto passionale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su La lettera scarlatta (22)