Latinoamericana. Un diario per un viaggio in motocicletta

Latinoamericana. Un diario per un viaggio in motocicletta

4.0

di Ernesto Guevara


  • Prezzo: € 5.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Nel dicembre del 1951 due ragazzi argentini partono su una sgangherata motocicletta da Cordoba, decisi ad attraversare il continente fino al Venezuela. Entrambi studenti di medicina, Ernesto Guevara de la Serna e Alberto Granado termineranno quel lungo viaggio il 26 luglio 1952. Qualche tempo dopo l'uomo che la storia ricorderà con il soprannome di "Che", riordina i suoi appunti in un libro, che è il dettagliato resoconto delle traversie affrontate in migliaia di chilometri. Chi scrive non è ancora il comandante Che Guevara, ma un ragazzo entusiasta, incline alle avventure picaresche e già infiammato da quella bramosia di vivere e di conoscere che lo accompagnerà in tutta la sua breve esistenza.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Ernesto Guevara:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 8 recensioni)

3.0Per chi ama i viaggi, 24-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro presenta in forma narrativa gli appunti presi da Che Guevara durante la lunga avventura intrapresa in motocicletta insieme all'amico Alberto, per Argentina, Cile, Perù, Colombia e Venezuela.
Forti del loro entusiasmo, i protagonisti dovranno fare i conti con una montagna d'imprevisti, continuando il loro storico viaggio con i più vari mezzi di fortuna.
Questo libro ricopre un'importanza particolare dal momento in cui l'autore tocca con mano le diverse conseguenze del sistema economico.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Latinoamericana, 21-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Scrittura così così ma bisogna leggerlo comunque se si vuole capire qualcosa del che. La testimonianza del viaggio che spinge Ernesto Guevara a prendere coscienza della miseria e delle condizioni in cui versa il suo popolo. Un racconto di grande coraggio e umanità, entusiasmo giovanile e maturità intellettuale alla scoperta del Sud America visto attraverso lo sguardo di uno dei personaggi più importanti del nostro secolo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Latinoamericana, 05-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Altro piccolo volumetto per passare un 'oretta in compagnia. Un viaggio attarverso l'America latina, partendo dall'Argentina per passare al Cile, al Perù, su fino al Venezuela. Le avventure on the road di Alberto Granado e di un Ernesto Guevara ancora ignaro del suo futuro. Il libro è piacevole, breve, forse un pò troppo romanzato, ma è un peccato che si perdona con piacere all'autore.
Noiose a volte alcune descrizioni didattiche, a parer mio superflue, che sembrano vogliano dare un certo tono alla narrazione, ma che per certi versi la arricchiscono.
Dal libro è stato tratto il film "I diari della motocicletta", buon riassunto dell'opera scritta con qualche libertà ma nel complesso abbastanza fedele.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Dal Sud al Nord del Sud, 04-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
La spinta a leggere questo diario, l'amore per i viaggi e per zone che ho visitato, interessanti i legami e i rapporti umani intessuti on the way, emozionanti le descrizioni di cuzco e della valle sacra degli Incas, bella l'amicizia con Alberto...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Per spiriti liberi, 29-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Dopo avere letto il libro ho avuto il piacere di conoscere Alberto Granada, che mi ha fatto rivivere le emozioni del libro. Pregna di significato l'emozione celata tra le parole del libro, in cui si descrive la paura che provano i due protagonisti viaggiando da soli on the road per l'America Latina. Colpisce la descrizione della vicenda dell'uccisione del cane nella cascina.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Transamerika!, 05-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro d'avventura, di crescita, di scoperta, una sorta di percorso formativo per il giovane Guevara, che un giorno prende l'amico Alberto, la sua moto Poderosa, qualche provvista, un po' di mate e parte alla scoperta del mondo, del suo mondo: il sud america! Sulla strada incontra ostacoli e problemi, ma anche molte persone con cui dialogare e confrontarsi. Anche se si capisce benissimo che a scriverlo non è stato uno "scrittore", questo è un libretto molto carino, che va al di là delle idee politiche. Un romanzo che è quasi un diario. (Da queste avventure è tratta anche la canzone Transamerika dei Modena City Ramblers e, ovviamente, il film "I diari della motocicletta")
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Libertà, 12-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Bellissimo diario così come bellissimo è stato il film "I diari della motocicletta". Vien voglia di partire e visitare i luoghi del viaggio del Che.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0In viaggio col giovane Che, 16-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Ernesto è un giovane studente di medicina. Lui e il suo amico Alberto hanno un'idea esagerata, un sogno un po' folle; un viaggio lungo migliaia di kilometri per le strade sterrate del Sud America. Il viaggio inizia a bordo de la Poderosa: motocicletta riconoscibile dal suo asmatico ronfare che, dopo aver perso numerosi pezzi in tragicomiche cadute, fermerà la sua corsa appena giunta in Cile.
La narrazione dell'avventura dei due scorre tra paesaggi ameni, insoliti incontri e esperienze che colpiscono il cuore per la loro umanità; il tutto è scandito dalle riflessioni del giovane Che, in cui si intravedono i nobili ideali del futuro rivoluzionario.


Ritieni utile questa recensione? SI NO