Ivanhoe

Ivanhoe

3.5

di Walter Scott


  • Prezzo: € 15.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

La vicenda si colloca nell'Inghilterra del XII secolo sullo sfondo dei contrasti tra sassoni e normanni. Ivanhoe, figlio di Cedric, ama, riamato, lady Rowena. Ma Cedric ha deciso di dare in moglie Rowena a Athelstane per riportare una stirpe sassone sul trono e bandisce Ivanhoe, amico del re normanno Riccardo Cuor di Leone. Il giovane va crociato al seguito di Riccardo mentre, assente il re, Giovanni usurpa il trono. Al ritorno dei crociati, Ivanhoe batte tutti i campioni dell'usurpatore. Ma i nobili normanni lo fanno prigioniero con Cedric, Rowena e Athelstane. Vengono però liberati da re Riccardo e Robin Hood. Ivanhoe e Rowena infine si sposano.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Walter Scott:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Ivanhoe e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.4 di 5 su 9 recensioni)

5.0Romanzo storico, 22-04-2015
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo romanzo storico si svolge intorno al 1194 nell'Inghilterra centrale, di cui sono riconoscibili alcuni luoghi citati e descritti nel libro. È il tempo del regno di Riccardo I Cuor di leone, il cui trono viene usurpato, durante la sua assenza, dal fratello Giovanni. Ivanhoe viene allontanato dal padre per la sua amicizia con re Riccardo, che aveva seguito nella crociata in Terra Santa, e lui decide così di partecipare al torneo di Ashbay, per sconfiggere i campioni dell'usurpatore del trono. Viene però fatto prigioniero, insieme ad altri, e tutti verranno liberati da un cavaliere misterioso, che si scoprirà essere re Riccardo stesso, tornato dalle crociate. Un bel romanzo storico.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Interessante ma a tratti prolisso, 08-10-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Walter Scott è considerato il padre del moderno romanzo storico e "Ivanhoe" è uno dei primi esempi del genere. Nel narrare (ed esagerare) il contrasto tra Normanni e Sassoni nell'Inghilterra del XII secolo, lo scozzese Scott intendeva creare un collegamento con le spinte indipendentiste della Scozia del suo tempo. A suo onore bisogna dire che il tema nazionalistico è ben inserito nel racconto, così come l'impareggiabile minuziosità della ricostruzione storica. Ciò che non convince sono i personaggi spesso stereotipati - primo fra tutti il protagonista, Wilfred d'Ivanhoe, dotato di spessore psicologico pari a zero assoluto -, con l'eccezione della riuscita figura della bella ebrea Rebecca e di elementi "macchiettistici" come il porcaro e il giullare. Anche la trama è a tratti poco convincente e pare proprio che spesso e volentieri Scott non sfrutta appieno le potenzialità offerte dalla storia. Rimane comunque un libro che consiglio, se non altro perché, nel bene o nel male, rimane un classico della letteratura inglese. Dello stesso genere tuttavia mi sento di consigliare autori decisamente più godibili: Manzoni (più abile nell'architettare una trama complessa e personaggi profondi) e Alexandre Dumas padre (infinitamente più coinvolgente, sebbene i suoi siano dei "cappa e spada" più che autentici romanzi storici) .
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Deludente, 07-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro è costituito di descrizioni lunghissime. Da bambina mi sembravano pesanti e difficili da leggere; ora semplicementi inutili. Odio i personaggi, tutti: Cedric è un voltafaccia, Ivanhoe vuole fare l'eroe a tutti i costi, Rowena è passiva e svenevole e non fa mai niente di utile e i "terribili normanni" non hanno altro da fare che sedurre ragazzine sassoni. Gli unici per cui simpatizzo sono Isaac e la coraggiosa Rebecca, ma Ivanhoe è talmente razzista da rifiutare la donna che lo ha aiutato nel momento del bisogno per andare dietro a quella stupida Rowena.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Noioso, 30-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Non mi è piaciuto per niente questo romanzo, forse perchè non amo il genere storico, ma questo romanzo non mi ha per niente coinvolto. Immaginavo fosse più interessante e ricco di colpi di scena, ma a quanto pare mi sbagliavo. Forse, lo definirei carino solo per la figura di del protagonista, cioè Ivanhoe che fa di tutto pur di poter avere indietro la sua bella Rowena e per questo la difende a tutti i costi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Ivanhoe, 16-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho acquistato questo romanzo perchè scontato. Bel libro d'avventure, colmo di tutti i topos del genere che me lo avrebbero fatto adorare quand'ero ragazza, e a cui oggi sono un po' troppo abituata. Magnifica la figura di Rebecca, prostrata e orgogliosa, virtuosa e maledetta. L'eroe che dà il titolo al romanzo appare quasi una figura secondaria, mentre padroni della scena sono i personaggi minori, dal Cavaliere Nero di cui si intuisce facilmente la vera identità al servo Ghurt, passando per la vendicativa Ulrica. L'accurata ricostruzione storica, l'ambientazione da donne cavalier armi e da amori fanno il resto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Le donne, i cavalier, l'arme...., 28-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Ivanohe è un romanzo storico molto bello, basti pensare che ha ispirato Manzoni. L'atmosfera avventurosa e cavalleresca non manca. Tuttavia c'è una cosa che trovo paradossale, ed è che tutti i personaggi e sottolineo tutti, dal buffone agli antagonisti, passando per Robin Hood, l'ebrea Rebecca e Re Riccardo, sono ben caratterizzati, l'autore ci fornisce una descrizione che ci fare un'idea della loro personalità, ma come dicevo è paradossale che si arrivi alla fine senza essere in condizione di poter dire qualche parola sul protagonista..
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Ivanhoe, 14-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Stupendo libro, avvincente e avventuroso con protagonisti Ivanhoe e il suo seguito. Consigliato per gli amanti dei libri cavallereschi. Unica pecca: è troppo dettagliato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Ivanhoe, 06-09-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Uno dei più bei libri medioevali la trama di fondo è avvincente e ti trascina. Unica pecca:a volte ripetitivo e a tratti noioso.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0E con sorpresa me ne sono innamorata!, 08-07-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Romanzo bellissimo per la cui lettura devo ringraziare la mia professoressa di italiano del 2 liceo. Il primo romanzo storico che lessi e ne rimasi già all'epoca affascinata.
A volte dai libri che vengono consigliati a scuola ci si aspetta noia e delusione. Questo libro invece è stata una porta che si è spalancata verso un genere che da allora mi ha sempre affascinato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO