€ 14.87€ 17.50
    Risparmi: € 2.63 (15%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
L' isola civile. Le aziende siciliane contro la mafia

L' isola civile. Le aziende siciliane contro la mafia

di Serena Uccello, Nino Amadore

3.0

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Einaudi. Passaggi
  • Data di Pubblicazione: maggio 2009
  • EAN: 9788806196813
  • ISBN: 8806196812
  • Pagine: IX-261
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
Il 1° settembre 2007 un gruppo di imprenditori siciliani si riunisce a Caltanissetta su invito di Ivan Lo Bello, presidente di Confindustria Sicilia. Da Palermo a Catania, la mafia ha colpito negozi e cantieri, tutte spie inequivocabili del racket. Cosa Nostra stringe la morsa al punto da innescare una reazione inaspettata e inimmaginabile: gli imprenditori dicono basta. Decidono di fare pulizia e di prendere una posizione netta. Stabiliscono soprattutto di denunciare la mafia, i mafiosi, le richieste di pizzo. Non è una dichiarazione di principio, ma una nuova regola, valida per chi vuole fare impresa in Sicilia. Chi l'accetta resta nel sistema confindustriale, altrimenti ne è fuori. Da cosa nasce questa ribellione? È solo il frutto della generale esasperazione oppure l'economia siciliana ha avviato un processo di sviluppo che rende intollerabile l'imposizione del pizzo? La risposta è nella storia dei protagonisti di questo cambiamento. Non eroi, ma interpreti di un atto di ribellione e di riscatto. Nel loro racconto c'è il segnale di una trasformazione, personale e collettiva: di un processo di liberazione dal ricatto mafioso. In Sicilia come altrove.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Serena Uccello:


Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 1 recensione)

3.0Il coraggio di resistere alla mafia, 05-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Documentato e appassionato resoconto del percorso che, in particolare, Confindustria Sicilia ha intrapreso per allontanare l'imprenditoria siciliana dai coinvolgimenti e dalle connivenze con il racket e la mafia.
Eccellente contributo a far conoscere un'esperienza che fatica a trovare, nei mass media, la diffusione che meriterebbe. E che meriterebbero gli stessi siciliani.
Ritieni utile questa recensione? SI NO