€ 10.20€ 12.00
    Risparmi: € 1.80 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
L' isola di Arturo

L' isola di Arturo

di Elsa Morante

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
Il romanzo è un'esplorazione attenta della prima realtà verso le sorgenti non inquinate della vita. L'isola nativa rappresenta una felice reclusione originaria e, insieme, la tentazione delle terre ignote. L'isola, dunque, è il punto di una scelta e a tale scelta finale, attraverso le varie prove necessarie, si prepara qui, nella sua isola, l'eroe ragazzo-Arturo. E' una scelta rischiosa perché non si dà uscita dall'isola senza la traversata del mare materno; come dire il passaggio dalla preistoria infantile verso la storia e la coscienza.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano L' isola di Arturo acquistano anche Dizionario di narratologia di Federica Fioroni € 18.05
L' isola di Arturo
aggiungi
Dizionario di narratologia
aggiungi
€ 28.25

Prodotti correlati:

I libri più venduti di Elsa Morante:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4.1 di 5 su 27 recensioni)

5.0Capolavoro, 25-01-2015
di - leggi tutte le sue recensioni
"L'isola di Arturo" è un romanzo stupendo, le descrizioni sono molto particolareggiate, tant'è che sembra di essere lì ad osservare le caratteristiche dell'isola di Procida e della villa in cui vivono i personaggi e in cui si svolge tutta la trama. Il protagonista, Arturo, non ha la madre, e suo padre Carmine è un personaggio abbastanza ambiguo, che abbandona in continuazione il figlio per andare in viaggio chissà dove. A un certo punto ritorna a casa sposato con Nunziatella, una ragazza molto giovane da cui avrà un altro figlio. La figura della donna è interessante da analizzare: dopo il matrimonio, infatti, il padre non cambia atteggiamento e continua ad essere molto assente, così Arturo si innamora della matrigna, che però lo respinge. Il loro rapporto non sarà mai tranquillo, dato che Arturo è geloso nei confronti del fratellastro e incapace di capire le motivazioni per cui Nunziatella lo rifiuta in modo così deciso. Alla fine decide di scappare dall'isola e non farvi più ritorno, per costruirsi una vita sua.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Ogni uomo è un'isola... Sarà vero?, 02-10-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
Per Arturo Gerace, la solitudine è una condizione naturale, una seconda pelle da cui si rivela sempre più difficile uscire. Ci penserà la vita con i suoi cambiamenti obbligati e svolte impreviste a "spingerlo" bruscamente fuori dall'infazia trascorsa immerso nelle meravigliose atmosfere procidane, a contatto con un mare che a volte lo avvolge e lo culla come avrebbe fatto la mamma che non ha mai conosciuto ed a volte gli si dimostra ostile, conducendo sulla sua isola personaggi che stravolgeranno la sua interiorità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Alla scoperta del mondo, 13-08-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
L'isola di Arturo rappresenta a mio avviso il più bel libro della Morante. Sarà che Arturo mi ha intenerita sin dall'inizio, con questa sua solitudine, questa sua ingenuità nei confronti del mondo che conosce solo attraverso alcuni libri di avventura, ma è diventato uno dei miei libri preferiti. Questo credo per il padre, il fatto di rimanere chiuso in un isola, lascia lo svolgersi del libro a metà strada tra realtà e fantasia. L'ho adorato sin dal principio, e sicuramente merita una seconda lettura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Un'opera senza tempo, 02-07-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Dopo aver letto questo libro in epoca scolastica, l'ho ripreso in mano e riletto con l'attenzione della maturità. Bellissimo, intenso, come non avevo apprezzato in passato. Una vicenda che rivela gli strati dell'anima in personaggi ben definiti e caratterizzati ed in un'ambientazione attraente. Sicuramente un libro da gustare e su cui riflettere emozionandosi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0L'urgenza di crescere, 15-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
L'autrice di questo fortunato libro, Elsa Morante, scrive questo celebre romanzo all'età di quarantacinque anni, e con esso vincerà il prestigioso Premio Strega, arrivando ad una notevole notorietà vasta quanto meritato. E' la storia di un adolescente trascurato dal padre (rimasto suo unico genitore) e dalla società, che conoscerà l'amore per la giovanissima moglie del padre risposatosi. In un crescendo di desiderio, improvvisazione e incertezza, Arturo dovrà fare i conti con l'urgenza di crescere. Bellissimo, da leggere e rileggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Un capolavoro mancato?, 14-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Sospesa nel tempo in una dimensione in bilico tra l'epopea e il bucolico è la vicenda di Arturo, giovanissimo eroe che alla ricerca dell'amore familiare intermezza avventure e pensieri che a volte ho trovato fin troppo complesse per la sua età e formazione. Mi ha fatto venirei n mente più volte il lirismo degli antichi greci, ma non mi ha preso del tutto pur restando un romanzo sicuramente da leggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Non facilissimo da capire , 07-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
E' uno dei classici libri che vengono imposti dalla scuola, non facile da capire soprattutto se non viene letto con il giusto impegno. La storia parla di un ragazzo senza la madre che sta affrontando il suo difficile percorso di crescita. Il costo non molto contenuto, non penso sia adatto se si vuole fare della lettura uno svago.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Arturo e la sua isola, 23-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo di formazione, lo definirei "il giovane Holden" italiano, immerso in paesaggi idilliaci tra mare, scogliere, spiagge e solitudine. La Morante riesce a descrivere il percorso, in particolar modo interiore, di Arturo, con le sue illusioni, le sue delusioni, e le sue disperazioni. Lo stile è garbato, mai fuori le righe. Un libro delicato e struggente, un piccolo capolavoro che ha avuto i giusti riconoscimenti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Un classico della letteratura italiana, 08-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
"L'isola di Arturo" rappresenta quel desiderio di Elsa Morante di nascere "ragazzo": le donne sono condannate alla vita pratica, mentre la libertà e il sogno appartengono all'uomo. Arturo vive nell'isola di Procida, in una condizione di personale anarchia totale, governato solo dai suoi bisogni naturali. La sua condizione mitica e idilliaca sarà però stravolta dall'arrivo della matrigna del padre e dalla conseguente scoperta del mondo femminile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Arturo e la sua isola, 16-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
La storia di Arturo è la storia di un bambino, di un ragazzo costretto a diventare adulto da solo e a trarre da sè stesso tutta la forza necessaria, non potendosi o non volendosi fidare di nessuno. Arturo fa fatica anche a comprendere i propri stessi sentimenti e ad agire di conseguenza: per molti anni, i più importanti gli è mancato qualcuno con cui parlare, con cui confidarsi. Sopratutto gli è mancata la mamma o qualsiasi altra figura femminile di riferimento e questo segnerà il travagliato rapporto con le altre donne della sua vita. All'aridità dei sentimenti fa da contro altare la generosità della natura procidana che accompagna quotidianamente il giovane e che diventa a tutti gli effetti protagonista della storia e non semplice ambientazione, così come recita il titolo. Un libro molto bello anche se triste, da collocare leggendolo negli anni in cui fu scritto: oggi un bambino come Arturo farebbe una brutta fine.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Deludente, 10-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
In molti parlano di questo romanzo come di un capolavoro, ma personalmente, non l'ho trovato molto bello. Sicuramente l'intreccio è interessante, così come la storia della vita di Arturo, ma un capolavoro non mi sento di definirlo. Certamente è un libro molto importante nella letteratura italiana del novecento.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0L'isola di Arturo, 21-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho sentito citare questo libro in un film e il titolo L'isola di Arturo mi ha molto incuriosita perciò l'indomani l'ho comprato e ho cominciato a leggerlo. Arturo è un personaggio ricco di sfaccettature, a colpirmi è stata l'ammirazione che il ragazzo ha verso il padre e infine il mare di Procida così ben descritto fa venir voglia di estate.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su L' isola di Arturo (27)