Ione. Testo greco a fronte

Ione. Testo greco a fronte

4.0

di Euripide


  • Prezzo: € 12.00
  • Nostro prezzo: € 11.28
  • Risparmi: € 0.72 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Alternando i colori cupi della tragedia a quelli brillanti di una commedia ironica, lo "Ione" mette in scena l'incontro della principessa ateniese Creusa con il figlio adolescente, da lei abbandonato alla nascita per tenere segreto lo stupro di cui è stata vittima. Autore della violenza è Apollo, dio della verità oracolare, che ha salvato il bambino e lo ha fatto crescere nel suo santuario di Delfi. Nell'intreccio si susseguono equivoci, rivelazioni, un avvelenamento e una condanna a morte sventati in extremis. Il riconoscimento tra madre e figlio, voluto dalla provvidenza divina ma favorito dal caso, garantisce alla fine, non senza ombre, la felicità dei protagonisti. L'introduzione e il commento evidenziano, nell'originale disegno di questa moderna tragedia "a lieto fine", i modi in cui la drammaturgia di Euripide dissacra il mito di fondazione di Atene e della stirpe ionica.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Ione. Testo greco a fronte acquistano anche Eneide. Libro 4º di Publio Virgilio Marone € 6.93
Ione. Testo greco a fronte
aggiungi
Eneide. Libro 4º
aggiungi
€ 18.21


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 2 recensioni)

3.0Euripide, 03-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un testo molto famoso di Euripide, tradotto in maniera egregia e grazie a questa edizione si può assaporare fino in fondo i temi racchiusi in questa tragedia greca. Il saggio iniziale di analisi e introduzione è veramente ottimo!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Ione (Euripide), 18-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Per certi aspetti vi è un'anticipazione dei motivi della commedia nuova: ad esempio la seduzione, l'abbandono del neonato, il riconoscimento tramite gli oggetti lasciati col bambino, il lieto fine e soprattutto l'azione della Tyche. I personaggi non più eroi, ma sempre lontani dagli uomini, sono sempre ben caratterizzati psicologicamente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO