Ricerca Veloce:    
Ricerca Avanzata
 

Io confesso

Io confesso

di John Grisham


  • Prezzo: € 20.00
  • Nostro prezzo: € 19.00
  • Risparmi: € 1.00 (5%)
Spedizione a 1€  Spedizione con Corriere a solo 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
3.5
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
Acquistando questo prodotto raccogli 19 beenz o più. Scopri come
Aggiungi al carrello

Descrizione

Quando in una fredda mattina d'inverno uno sconosciuto si presenta nella sua parrocchia e chiede insistentemente di vederlo, il reverendo Keith Schroeder non può immaginare che quell'incontro cambierà la sua vita per sempre. L'uomo si chiama Travis Boyette, ha subito varie condanne per reati sessuali, è in libertà vigilata e sostiene di custodire da molti anni un terribile segreto che è deciso a confessare. Perché proprio adesso? Dice di avere un tumore incurabile al cervello e di volersi liberare dal peso che grava sulla sua coscienza. Con la sua testimonianza potrebbe scagionare Donté Drumm, un giovane di colore condannato a morte in una piccola città del Texas per l'omicidio di una ragazza bianca il cui corpo non è mai stato ritrovato. Boyette afferma di sapere chi è il vero assassino, ma non ha intenzione di rivelarlo a nessuno se non al reverendo Schroeder. Mancano quattro giorni all'esecuzione. Basteranno per salvare Donté, o almeno per una sospensione della condanna? "Io confesso" è un thriller dal ritmo teso che riconferma profondo interesse di John Grisham per i grandi temi sociali e di attualità, offrendo un'amara riflessione sul sistema giudiziario americano e soprattutto sulla pena di morte.

In sintesi

Quando una fredda mattina d'inverno un uomo si presenta nella sua parrocchia chiedendo urgentemente di vederlo, il reverendo Keith Schroeder non può certo immaginare che quell'incontro cambierà la sua vita per sempre. L'uomo che lo cerca si chiama Travis Boyette. Pluricondannato per reati sessuali, ora in libertà vigilata, Boyette sostiene di custodire da molti anni un terribile segreto che potrebbe scagionare Donté Drumm, un giovane di colore condannato a morte per l'omicidio di una coetanea bianca il cui corpo non è mai stato ritrovato. Donté si è sempre proclamato innocente e il suo avvocato e la sua famiglia hanno combattuto con ogni mezzo per dimostrarlo, ma gli sforzi non sono serviti e il ragazzo sarà giustiziato con un'iniezione letale entro pochi giorni. Travis, che ha un tumore maligno al cervello e vuole morire libero dal peso che grava sulla sua coscienza, sa con certezza che Dontè è innocente e non solo, conosce anche l'identità del vero assassino. Ma c'è un problema: non ha intenzione di rivelare ad altri questa sconvolgente verità. Riuscirà il reverendo a convincerlo a proclamare l'innocenza di Dontè e a salvargli la vita?

Dettagli del libro italiano


Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Io confesso acquistano anche Il cimitero di Praga di Umberto Eco € 18.52
Io confesso
aggiungi
Il cimitero di Praga
aggiungi
€ 37.52

Altri utenti hanno acquistato anche:

 

Recensioni degli utenti


Scrivi una nuova recensione su Io confesso e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.7 di 5 su 15 recensioni)


4.0Storia sulla pena di morte, 11-04-2014
di L. Corbelli - leggi tutte le sue recensioni

«La pena di morte è una tematica molto delicata che divide il mondo dell'opinione pubblica; un romanzo su questo argomento sarebbe potuto risultare indigesto, invece l'autore ha saputo rendergli giustizia. E' un thriller con una buona trama, dove i destini dei vari personaggi si intrecciano in un'unica grave vicenda: l'uccisione di un innocente. Uno spaccato sugli Stati Uniti, uno spaccato sui processi e sulle loro conseguenze. Appassionante e intrigante, coinvolge il lettore fino all'ultima pagina.»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


3.0Niente di esaltante, 14-05-2012
di P. Giammarioli - leggi tutte le sue recensioni

«Lettura a tratti avvincenti, essendo comunque la stessa tematica a rivelarsi interessante. Libro non sempre molto scorrevole, la storia è comunque avvincente con finale che si rivela in parte inatteso. Un thriller che pone al lettore la difficile problematica statunitense della pene di morte. In definitiva un libro non sconsigliabile, ma non è niente di eccessivamente esaltante. »

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


4.0Io confesso, 13-05-2012
di A. Piccioli - leggi tutte le sue recensioni

«Lo stile di Grisham è probabilmente lontano rispetto ai giorni in cui scriveva capolavori legal triller come Il socio, ma è pur sempre una garanzia. Ho trovato Io confesso una lettura un po' prolissa, ma piacevole, un buon modo per passare il tempo approfondento temi molto discussi (la pena di morte negli Stati Uniti) .»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


2.0Un libro un pò noioso, 06-02-2012
di A. Cescon - leggi tutte le sue recensioni

«Non sono un assiduo lettore di questo scrittore, anche se in passato ho apprezzato alcuni suoi romanzi; ho trovato questo libro un pò noioso, una storia poco interessante nonostante il tema centrale (l'abuso della pena di morte negli USA) sia sicuramente attuale e condivisibile. Troppo lungo, troppo prolisso, troppo scontato. Non lo consiglio.»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


4.0Io confesso, 22-01-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di G. Cascella - leggi tutte le sue recensioni

«Grisham è una garanzia, ho comprato quasi tutto quello che ha scritto e sono sempre rimasto affascinato, come in questo caso, dallo stile e la profondità con cui tratta i temi della giustizia umana. La potenza di questo libro è, a mio avviso, il far sorgere nel lettore domande che partendo dal sistema giudizioario spaziano sulla nostra condizione umana.»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


3.0Un po' lento ma comunque un buon libro..., 21-07-2011
di F. Orsi - leggi tutte le sue recensioni

«Grisham affronta un tema scottante: la pena di morte negli Stati Uniti e l'impossibilità di far valere validamente la propria innocenza di fronte alla mancanza di prove valide in un caso di omicidio... Una vicenda complessa, affrontata dallo scrittore a volte con un ritmo un po' lento... In sostanza un buon libro, soprattutto perchè smuove le coscienze su un argomento scottante..»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


4.0Interessante, nel compesso un SI!, 26-06-2011
di I. Barbieri - leggi tutte le sue recensioni

«Il tema è indubbiamente interessante e fa riflettere, la trama è ben congeniata, ti tiene col fiato sospeso fino alla fine non sai se essere sollevato perchè la verià è venuta a galla o rammaricato per... Non posso mica dirvi il perchè... Altrimenti vi rovino il libro!»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


2.0DELUDENTE, 03-03-2011, ritenuta utile da 1 utente su 3
di M. Mantovani - leggi tutte le sue recensioni

«Tema scottanto, ma raccontato in modo troppo prolisso - l'autore si è dilungato in descrizioni di personaggi inutili troppo prolisse.
Il libro si poteva scrivere in meno della metà delle pagine.
Rirengo che ormai abbia finito la sua vena.
Questo è l'ultimo che compro.
»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


2.0La noia ha tante facce..., 26-02-2011
di G. Casanova - leggi tutte le sue recensioni

«Francamente non capisco. Mentre scrivo queste due righe mi assale il sospetto che gli altri recensionisti abbiano letto un'altro libro, e io quello sbagliato. Vi capita mai? Eppure l'argomento è indubbiamente meritorio: la pena di morte e la pervicace convinzione americana che sia meglio uccidere innocenti nel dubbio di salvare un criminale. Un occhio alla giustizia ed un altro alla politica, prima l'idea, la legge "giusta e americana" poi l'uomo, oh yes. Eppure il libro possiede ritmo tambureggiante, scorre come un treno di Guccini, è scritto bene e si legge in 24 ore, perché mai mi ha lasciato un velo di noia? La noia ha mille facce. Se la trama è labile e sembra pura cronaca di fatti... E' noia. Se i personaggi sono appena abbozzati, privi di spessore... E' noia. Se puoi saltare dieci-venti pagine senza perdere il filo del discorso... E' altra noia. Se lo leggo dopo aver letto signori scrittori italiani (semisconosciuti alla massa!) come De Giovanni o Marziani che ti riempono l'animo di emozioni... E' normale che sia noia. Se l'idea non è nuova e la conclusione scontata... E' sempre noia. Se di Grisham ne hai letti altri dieci e questo ti sembra la brutta copia dei migliori... Oltre che noia è pura delusione... Ma forse sono io che sbaglio... »

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Bello, bellissimo, 24-02-2011
di S. Beck peccoz - leggi tutte le sue recensioni

«Avevo letto in passato altre opere di Grisham, ma non mi avevano entusiasmato molto. Lo trovavo complicato e pesante. Con questo nuovo libro esprime tutto se stesso. E' un autore molto valido che riesce a tenere il lettore incollato al libro. La storia non è mai noisa, ma vi è sempre azione che stimola l'attenzione e la voglia di andare avanti per scoprire cosa succede alla pagina successiva. I personaggi sono sempre ben descritti e si percecisce ciò che provano e ciò che sentono. La retorica sul concetto di "Giustizia" non lascia di certo indifferente il lettore. Ottimo davvero. »

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Una lezione di civiltà, 20-02-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di P. Provenzano - leggi tutte le sue recensioni

«Non è la prima volta che Grisham descrive un'esecuzione capitale. In questo libro, come mai prima, ti trasmette un'emozione intensa, che ti stringe il cuore come se il ragazzo ucciso fosse tuo fratello. Pagine intense come queste sono più utili alla causa dell'abolizione della pena di morte di mille discorsi, perchè ti fanno vivere una vicenda tanto tragica proprio con gli occhi protagonisti, coinvolgendoti in prima persona. Dopo averlo letto non puoi restare indifferente. Da diffondere nelle antologie e nelle scuole, come lezione di vita, di civiltà.»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


4.0Ok John, 06-02-2011, ritenuta utile da 4 utenti su 5
di M. Raucci - leggi tutte le sue recensioni

«Devo dire che Grisham ultimamente mi era mancato. E' un autore che ogni tanto... Semplicemente non c'è. Ma questo libro ricorda molto Avvocato di difesa e non è poco. Da leggere.»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


 Leggi anche le altre recensioni su Io confesso (15)

Ultimi prodotti visti