L' inverno del mondo. The century trilogy vol.2

L' inverno del mondo. The century trilogy vol.2

4.0

di Ken Follett


  • Prezzo: € 25.00
Fuori catalogo - Non ordinabile

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

In sintesi

L'inverno del mondo rappresenta il secondo capitolo di The Century, la trilogia incentrata sulla storia del ventesimo secolo proposta da Ken Follett. In questo secondo episodio, che si apre nella Berlino del 1933 durante l'ascesa politica di Adolf Hitler, i personaggi de La caduta dei giganti, il primo romanzo ambientato durante la prima guerra mondiale, passano il testimone ai loro figli. Nella narrazione si intrecciano le storie di cinque famiglie, una americana, una tedesca, una russa e due inglesi. Il destino di queste famiglie è indissolubilmente legato al corso della storia, un cammino insanguinato fatto di giochi di potere che dalla prima guerra mondiale conduce inesorabilmente verso il secondo conflitto. La narrazione si sposta continuamente tra Inghilterra, Russia, Francia, America, Galles e Spagna, seguendo gli eventi più importanti, gli episodi cruciali che hanno scritto la storia del mondo nel lasso di tempo che va dall'avvento del nazismo fino all'inizio della guerra fredda. Ken Follett anche in questo secondo episodio segue la sua classica ricetta dell'intrattenimento: un'ambientazione storica scrupolosa, un ritmo incalzante, un intreccio coinvolgente e personaggi realistici che emergono dalla narrazione con i loro desideri, le loro ambizioni e tutta la loro umanità. L'inverno del mondo, di Ken Follett, è un romanzo che descrive la vita durante una delle pagine più scure e feroci della storia.

Video


Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Ken Follett:


Dettagli del libro

  • Titolo: L' inverno del mondo. The century trilogy
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Omnibus
  • Data di Pubblicazione: settembre 2012
  • ISBN: 8804614927
  • ISBN-13: 9788804614920
  • Pagine: 958
  • Reparto: Narrativa > Narrativa storica
  • Formato: rilegato

Voto medio del prodotto:  4.0 (4.2 di 5 su 5 recensioni)

5.0Per chi ama la storia, 16-09-2014
di E. Procaccini - leggi tutte le sue recensioni
Il secondo volume della trilogia è profondamente intrecciato con i personaggi del primo volume, dato che i protagonisti sono i diretti discendenti delle famiglie descritte nella "Caduta dei giganti". Per chi ama la storia è una lettura davvero fantastica, in cui si arriva a vedere da vicino cosa accadde nel periodo della seconda guerra mondiale. Anche qui i personaggi sono descritti dettagliatamente e sembra quasi di immedesimarsi in loro, mentre si legge. Anche i sentimenti escono con forza straordinaria dalle pagine di questo libro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La trilogia continua, 28-08-2014
di G. Di Dio - leggi tutte le sue recensioni
Secondo volume della trilogia di Ken Follett. "L'inverno del mondo" racconta come si evolve la vita delle cinque famiglie, legate l'una all'altra durante la prima e la seconda guerra mondiale. Hitler sale al potere e la famiglia von Ulrich rimane prigioniera della propria patria. Si cerca di aiutare chi ha bisogno ma a volte il prezzo che bisogna pagare è altissimo: la vita. Intanto le altre famiglie – in Russia, Inghilterra e America – cercano di sopravvivere al meglio delle loro possibilità. L'unico a godersi la via è Lev Peskov, in America.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Suggestivo, 19-07-2013
di L. Picco - leggi tutte le sue recensioni
Il secondo capitolo della trilogia firmata Ken Follett non delude aspettative, portandoci durante il secondo conflitto mondiale. Uno dei punti forti di questo libro è sicuramente la guerra di Spagna, la quale viene sempre accantonata durante lo studio, soprattutto scolastico, di questo periodo storico. Come sempre sono numerosi i riferimenti storici che troviamo: l'ascesa al potere in Germania di Adolf Hitler, l'attacco al porto militare Pearl Harbor nonché la realizzazione della bomba a fissione di Enrico Fermi, il noto fisico italiano.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Eccezionale!, 09-10-2012, ritenuta utile da 7 utenti su 7
di F. Missiroli - leggi tutte le sue recensioni
Come sempre Ken Follett non delude! La trama è semplice ma contemporaneamente non banale e scontata! Non mancano colpi di scena ed eventi che ti fanno restare con il fiato sospeso. Inutile dire che vale letteralmente la pena di leggere questo libro. Un consiglio: leggete prima la caduta dei giganti se ancora non lo avete fatto, in quanto fatti e alcuni personaggi rimandano appunto a questo altro fantastico libro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Aspettando il prossimo, 07-10-2012, ritenuta utile da 14 utenti su 18
di M. Vozzi - leggi tutte le sue recensioni
Nulla da invidiare al primo volume della trilogia, anche se non proprio alla sua altezza e non per demerito del sempre grande Follett ma per la straordinaria ricchezza di avvenimenti, dittature, rivoluzioni guerre calde e fredde, ecc. Che hanno contraddistinto il periodo considerato e che l'Autore, anzi, è riuscito a contenere in meno di mille pagine. Ciò, ovviamente, è andato a scapito del racconto che, a causa della veloce carrellata, non permette al lettore di affezionarsi a questo o quel personaggio costringendolo invece a ricorrere spesso all'elencazione dei protagonisti all'inizio del libro. L'Autore è comunque riuscito a toccare tutti i più grandi avvenimenti del periodo, la nascita dell'era nucleare, la Carta Atlantica, il piano Marshall, la II guerra, Yalta, il blocco di Berlino, la guerra di spie con il famoso caso dei coniugi Rosenberg giustiziati negli Usa, perfino l'idea del servizio sanitario nazionale, fornendoci una lezione magistrale di storia contemporanea. Certo, forse preso un po' dalla fantasia o dalle leggi di mercato, talvolta si lascia andare a qualche esagerazione; è piuttosto improbabile che due fratellastri, uno russo e uno americano, entrambi interessati al nucleare, si incontrino casualmente in una località di un teatro di guerra che copre l'intera Europa, e non sono i soli. Mi pare inoltre che ci sia una notevole sovrabbondanza di figli illegittimi, fratellastri, figliastri le cui storie, piene di casualità, si intrecciano tra due continenti. Da ultimo, un particolare che non ho molto apprezzato è il frequente richiamo a scene di sesso piuttosto volgare e spesso inutile al contesto, direi alquanto insolito in un misurato Follett che, in genere, si limita ad un solo episodio di sesso per romanzo e comunque contestuale. Pecca, in ogni caso, che perdono ad un Autore la cui straordinarietà anche questa volta si identifica nell'originalità della trama, la scorrevolezza del racconto, l'accuratezza incontestabile dello studio degli avvenimenti storici realmente accaduti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO