Un indovino mi disse

Un indovino mi disse

4.5

di Tiziano Terzani


  • Prezzo: € 10.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Nel 1976 un indovino cinese avverte Tiziano Terzani, corrispondente dello "Spiegel" dall'Asia: "Attento. Nel 1993 corri un gran rischio di morire. In quell'anno non volare mai". Nel 1992 Terzani si sente stanco, dubbioso sul senso del suo lavoro. Gli torna in mente quella profezia e la vede come un'occasione per guardare il mondo con occhi nuovi. Decide di non prendere aerei per un anno, senza rinunciare al suo mestiere. Il risultato di quell'esperienza è un libro che è insieme romanzo d'avventura, autobiografia, racconto di viaggio e reportage.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Tiziano Terzani:


Dettagli del libro

  • Titolo: Un indovino mi disse
  • Editore: TEA
  • Collana: I grandi
  • Data di Pubblicazione: gennaio 2008
  • ISBN: 8850217129
  • ISBN-13: 9788850217120
  • Pagine: 428
  • Reparto: Viaggi > Letteratura di viaggio
  • Formato: brossura

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 10 recensioni)

5.0Un indovino mi disse, 06-02-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi era stato proposto di leggere qualcosa di diverso da un mio collega di lavoro ed ecco che mi sono imbattuto in un bellissimo libro di viaggi, avventura, storia. Tutto nasce da un indovino che li predice un grave incidente aereo in un determinato periodo, da qel giorno in poi si sposterà con tutti gli altri mezzi a disposizione naturalmente più lenti rispetto agli aerei ma questo gli permetterà di meglio osservare e riflettere sulla condizione di quella parte di mondo ed anche una riflessione sul nostro vivere moderno. Sembra quasi di essere con lui in quei posti. Magico. Un giorno mi piacerebbe visitare quei posti del est asiatico
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Un indovino mi disse, 28-08-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Sicuramente un libro impegnativo e che richiede ujn bel pò di tempo per esser letto!
Non è per niente scorrevole, è scritto in modo complesso e poco elementare e non si divora certo in pochi giorni!
Io non l'ho trovato neppure appassionante sinceramente...
Un indovino prevede per Terzani un anno in cui dovrà fare aprticolarmente attenzione alla propria vita, ne andrà della sua sopravvivienza.
Condizionato da questa previsione l'autore sceglie di cambiare un pò il suo modo di vivere e facendolo avrà modo di guardarsi intorno con occhi diversi e attenzione maggiore...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Viaggiare leggendo, 03-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
"Un indovino mi disse" è ha inizio da questa profezia, che l'autore riceve durante un suo viaggio in Asia, il suo racconto. Tiziano Terzani è un giornalista inviato speciale in Asia; per lavoro è costretto a molti spostamenti in aereo fino a quando un indovino lo allerta e gli suggerisce di non mettersi in viaggio perchè potrebbe essere vittima di un incidente aereo, inizia così un viaggio favoloso fatto di treni di mezzi di trasporto sgangherati nel cuore della gente, quella gente che difficilmente osserviamo dall'interno quando si viaggia per timore, per cultura, per pigrizia, un viaggio che Tiziano ci permette di fare leggendo, un viaggio che coglie le sfumature di tutti questi paesi asiatici ricchi di tradizioni millenarie e carichi di esotismo, un romanzo di vita: la sua vita che affascina e regala emozioni crude.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Imperdibile, 13-04-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
In una sua intervista disse: "Gli intellettuali rendono complicato ciò che è semplice, io ho sempre fatto il contrario, per cui non lo sono". Riesce a raccontare il suo 1993 con quella semplicità che conquista, tale da farti provare le sue stesse emozioni.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0"Un indovino mi disse" , 04-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ritengo che questo sia in assoluto il più bello tra tutti i libri di Terzani. In "Un Indovino mi disse" Terzani ci racconta il suo viaggio intorno all'Asia, ci porta a scoprire la Thailandia, la Cambogia, il Laos, la Cina e Singapore (l'isola dell'aria condizionata) in tutti i loro minimi dettagli. Un libro che ci insegna la storia e ci permette di riflettere. Se non fosse stato per quell'indovino di Hong Kong che un giorno gli disse che nel 1993 non doveva assolutamente prendere aerei suppongo che questo libro non sarebbe mai venuto in vita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0un indovino mi disse, 29-10-2010, ritenuta utile da 4 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Nel 1976 un indovino di Hong Kong predice a Terzani, corrispondente dall'Asia per Der Spiegel, che nel 1993 correrà il rischio di morire in un incidente aereo, invitandolo di conseguenza a non volare nel corso di quell'anno fatidico.
Tiziano decide di credere in questa predizione ed è proprio il 1993 che ci racconta in questo libro, a cavallo tra il reportage e l'autobiografia.
Terzani attraversa moltissimi paesi asiatici - Laos, Thailandia, Cambogia, Birmania, Singapore etc. - spostandosi ogni volta in treno, in autobus o in nave.
Viaggiando lontano dagli aeroporti, riservati soltanto ai turisti, Tiziano si ritrova a percorrere le strade della gente comune, riuscendo così a conoscere cose che di certo non avrebbe mai visto se si fosse spostato all'occidentale, in modo rapido e indolore.

Terzani racconta il suo smarrimento di fronte all'occidentalizzazione dell'Oriente, come se l'unica via per il progresso fosse quella di cancellare le antiche culture orientali in nome di un modo di vivere consumista e spietato.
Per riscoprire ciò che ancora non è stato contaminato da questa febbre dell'ovest, Tiziano consulta indovini e astrologi di ogni sorta, accorgendosi spesso di ricercare qualcosa nella propria vita che possa combaciare con le parole del presunto veggente.
La maggior parte degli occidentali pensa che queste discipline siano del tutto infondate ma forse c'è una sapienza antica a cui i cittadini dei paesi industrializzati sembrano aver rinunciato da tempo.
Questo ci rende forse più civili?

Ci ho messo molti mesi a leggere questo libro e sono contenta che ne sia valsa la pena: non stiamo parlando di un romanzo, ma di un racconto di vita vissuta che va assunto a piccole dosi per essere apprezzato al meglio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Sciamanico, 01-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Dopo che un indovino cinese gli profetizza, per il 1993, una sciagura aerea nella quale perderà la vita, Terzani decide, quell'anno, di non salire su nessun tipo di volivolo. Inizia così, su terra e per mare, il suo lungo viaggio che, grazie ai suoi racconti, diventa anche il nostro, in giro per l'Asia, alla ricerca di altri sciamani, stregoni ed indovini tanto strani quanto affascinanti.
Possiamo essere scettici in merito, abbiamo la facoltà di non crederci, sta di fatto che veramente quell'anno l'autore-giornalista scampa a un incidente aereo, in cui fu cionvolto il collega che in quell'occasione lo aveva sostituito.
Come altri libri di Terzani, è adatto a chi ama avventurarsi in mondi diversi dal nostro, con curiosità ma anche una giusta dose di scetticismo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Ottimo, 28-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro molto bello ed interessante. Terzani descrive con maestria e fascino il suo anno passato in giro per l'Asia (e non solo) evitando di viaggiare in aereo. Il libro ci fa capire meglio alcuni aspetti della cultura asiatica e ci invita a riscoprire i mezzi di trasporto di terra che hanno il vantaggio di permetterci di vedere più cose ed entrare in contatto con culture diverse e, a volte, poco conosciute.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un indovino mi disse, 22-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Primo dei libri di Terzani che poi credo di aver letto tutti. Anche da solo è un libro adattto a qualsiasi epoca e a qalsiasi stile di vita. Più ho letto i libri precedenti e più è cresciuta la stima per un uomo che ha reso la sua vita un esempio della ricerca di un senso nella nostra.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il miglior compagno di viaggio, 05-07-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
L'indicazione di un indovino come tanti di non volare nel 1993, lungi dall'essere creduta ciecamente, diventa l'occasione per un viaggio in Asia alla velocità dei mezzi di terra. L'autore riscopre la ricchezza di viaggiare a tempi più umani condividendo tutto, compresi limiti e rischi, con le popolazioni via via incontrate. Sullo sfondo della realtà attuale dell'Asia in trasformazione, tra modernità e tradizione, si snoda il viaggio alla ricerca di se stesso. I colloqui con i tanti maghi, sciamani ed indovini vengono esaminati con scrupolo quasi scientifico alla ricerca di caratteristiche comuni e riscontri, briciole di novità e verità, su aspetti che solo l'autore può conoscere. Alla fine, dopo tanti falsi, arriva la persona giusta e la scoperta della meditazione come ricchezza e rivelazione, che porterà il grande reporter alla svolta della vita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
product