€ 8.50
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Imperium

Imperium

di Ryszard Kapuscinski

4.5

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: Universale economica
  • Edizione: 3
  • Traduttore: Verdiani V.
  • Data di Pubblicazione: marzo 2009
  • EAN: 9788807813269
  • ISBN: 8807813262
  • Pagine: 280
"Imperium" è la narrazione del viaggio di un "esploratore" molto speciale attraverso terre, realtà, storie per lo più ancora sconosciute. Nel momento in cui il grande impero sovietico si dissolve in mille rivoli e staterelli, la cronaca personale di Kapuscinski scopre e racconta oscure e violente realtà, sommerse in una confusione di lingue e culture che rimandano al mondo dopo il crollo della Torre di Babele. Un viaggio nello spazio e nel tempo, un racconto di ricordi in cui le esperienze passate si intrecciano a quelle presenti nel darci, come dice Salman Rushdie, "una veritiera immagine del mondo".

Note su Ryszard Kapu?ci?ski

Ryszard Kapu?ci?ski nacque a Pinsk, in Polonia (oggi città appartenente alla Bielorussia), il 4 marzo del 1932. Dopo aver compiuto gli studi a Varsavia, ha iniziato a svolgere la professione di corrispondente estero per conto dell’agenzia di stampa polacca Pap, lavoro che manterrà fino al 1981. In questo periodo viaggia molto a causa del lavoro. Svolge incarichi per conto dell’agenzia di stampa polacca presso numerosi paesi dell’Africa, dall’Iran e dall’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche. Contemporaneamente al suo impegno in ambito giornalistico, Ryszard Kapu?ci?ski si è dedicato alla scrittura, proponendo numerosi volumi, il primo dei quali fu “Giungla polacca”, pubblicato nel 1962. Ryszard Kapu?ci?ski ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti per il suo impengo nel campo della scrittura e del giornalismo. Nel 2003 gli è stato conferito il Premio Principe delle Asturie nella categoria Comunicazione ed Umanità. Nel 2006 ha ricevuto dall’Università di Udine una laurea honoris causa in traduzione e mediazione culturale. La sua ultima apparizione pubblica fu in Italia, quando nell’ottobre del 2006 fu ospite del Centro per la Pace del comune di Bolzano. Tornato a Varsavia, Ryszard Kapu?ci?ski è morto il 23 gennaio 2007.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Imperium e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 4 recensioni)

5.0Imperium, 31-03-2011, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Sono un suo appassionato seguace da sempre. Fossi un insegnante di giornalismo renderei obbligatoria la lettura dei libri di Kapuscinski. I suoi scritti brillano per chiarezza e credibilità, non una parola superflua, la giusta dose di coinvolgimento, senza però arrogarsi il diritto di essere depositario della verità assoluta. Imperium racconta fasti e (soprattutto) miserie di quella che fu l'Unione Sovietica, con i suoi contrasti, le sue miserie, l'orrore dei Gulag; ma racconta anche la gente, la bellezza del paesaggio e delle città, la forza degli incontri. Sempre in maniera misurata, non sprecando una parola (fantastica la descrizione del tempio zoroastriano nei pressi di Baku, dove in poche righe è resa la sua meraviglia, meraviglia che ho avuto la fortuna di poter vedere dal vivo e che ho ritrovato intatta in quelle poche parole). E poi, contrariamente a molta letteratura simile, Kapuscinski non indulge mai nel farci vedere quanto è bravo e privilegiato, ma spesso ci racconta le sue paure, le sue debolezze, il suo spaesamento.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Imperium, 08-11-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Prima d'ora non avevo mai letto nulla di Kapuscinski pur avendone sempre sentito parlare: ad essere sincero mi aspettavo qualcosa di più (il suo stile non sempre mi ha convinto), ma questo libro è davvero una testimonianza importantissima (insieme a Buonanotte Signor Lenin di Terzani) per cercare di capire la Russia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0un viaggio dentro l'URSS, 06-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Non aspettatevi nè una noiosa cronologia della storia dell'Unione Sovietica ma nemmeno un romanzo con una trama e dei protagonisti.
E' un reportage che descrive sviluppo e caduta dell'Unione Sovietica, attraverso gli scorci che l'autore ricava dai suoi numerosi viaggi, a contatto con luoghi simbolo e momenti storici in divenire.
Non annoia ma, al contrario, lo stile di Kapuscinski mantiene alto l'interesse e rende più chiaro a chi non l'ha vissuto cosa sia lo "spirito russo".
Caldamente consigliato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il crollo dell'URSS visto da un grande reporter, 26-07-2006
di - leggi tutte le sue recensioni
Non basta essere un reporter o un giornalista. La documentazione dei fatti, nello specifico il dissolversi del regime sovietico, va non solo raccontata ma bensì interpretata e commentata. In questo reportage l'autore ci conduce attraverso le regioni periferiche del grande impero sovietico facendoci vivere, quasi reali spettatori, gli eventi, le trasformazioni e gli stati d'animo di un periodo fondamentale nella storia contemporanea. Kapuscinki va al di la della semplice narrazione e dimostra, come anche in "Ebano", l'abilità nel coinvolgere il lettore. Un libro di grande respiro e di indiscutibile valore documentale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO