€ 16.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Imparare l'ottimismo

Imparare l'ottimismo

di Martin E. P. Seligman

4.5

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Giunti Editore
  • Collana: Saggi Giunti
  • Data di Pubblicazione: luglio 2009
  • EAN: 9788809743571
  • ISBN: 8809743571
  • Pagine: 352
  • Formato: brossura
Numerose ricerche attestano che gli ottimisti si ammalano di meno, vivono più a lungo, hanno una vita relazione più ricca. Ottimisti non si nasce, ma si può diventare. Basta cambiare il proprio modo di interpretare gli eventi. In questo volume l'autore ripercorre il proprio itinerario scientifico, offrendo i test per misurare il proprio livello di ottimismo e quello dei propri figli e presenta semplici tecniche utili a sconfiggere il pessimismo e la depressione.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 2 recensioni)

5.0Homo faber ipsius fortunae, 31-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
La saggezza degli antichi Romani trova conferma negli esperimenti scientifici che sono alla base della tesi di questo libro. "L'uomo è fabbro della propria fortuna", del proprio destino, dunque, che dipende dal modo di interpretare gli eventi della vita (quello che nel linguaggio psicologico l'autore chiama stile esplicativo ovvero il modo di spiegarsi le cose e soprattutto quanto riteniamo di poter influire sulle cose per cambiarle) . L'ottimista surclassa il pessimista in ogni ambito, da quello amoroso a quello lavorativo, e vive di più e meglio. I pessimisti tuttavia non devono darsi per vinti: l'ottimismo si impara (come ogni cosa) : bisogna cambiare il proprio atteggiamento verso la vita, con l'aiuto della psicoterapia se è necessario: è un cammino lungo e difficile ma possibile. Consiglio questo libro a tutti ma in particolare ai pessimisti
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0L'ottimismo si può imparare, 24-10-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
L'autore fonda la tesi del suo testo sull'ipotesi confermata da esperimenti scientifici che il pessimismo, così come la depressione, trova la sua radice nell'impotenza appresa, cioè nella credenza nell'inutilità delle proprie azioni. Le argomentazioni dell'autore sono convincenti e intelligenti e non si riducono ai soliti slogan tipici di quello che viene comunemente chiamato “pensiero positivo”. Consigliato
Ritieni utile questa recensione? SI NO