€ 11.90€ 14.00
    Risparmi: € 2.10 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
L' illusione del bene

L' illusione del bene

di Cristina Comencini

3.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: I narratori
  • Data di Pubblicazione: agosto 2007
  • EAN: 9788807017308
  • ISBN: 880701730X
  • Pagine: 209
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli
Il protagonista è un uomo svuotato, malinconico, deluso. Ha creduto con passione all'ideale comunista e, dopo quasi dieci anni, non si è ancora del tutto rassegnato al crollo di un mondo e alla resa di quanti, come lui, avevano coltivato quella fede politica. Mario ha creduto con altrettanta passione nella famiglia, e ha cercato di crearsene una: non ci è riuscito, nonostante abbia cresciuto con dedizione e con pazienza prima i figli della moglie e poi quello nato dal suo matrimonio. E nemmeno le dinamiche del fallimento del rapporto coniugale gli sono poi molto chiare: l'amore che lo lega ai tre figli rimane dunque l'unica certezza della sua vita. Anche sul fronte professionale - è giornalista televisivo - sente fatiche e stanchezze: con la vittoria della destra è stato epurato e adesso vivacchia in radio, senza più desideri né ambizioni. L'incontro occasionale con Sonja, una giovane pianista russa che vive con l'altera nonna e la figlia di pochi anni, lo risucchia in una storia tragica e misteriosa che di donna in donna risale verso il tassello mancante, verso quel buio di domande senza risposta che è diventato il suo tormento.

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Cristina Comencini:


Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 2 recensioni)

4.0L'illusione del bene, 31-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi è stato raccomandato dal mio libraio di fiducia. Mario è in piena crisi di mezz'età: ha un matrimonio fallito alle spalle e si è visto costretto a rinnegare il suo passato di mangiapretiebambini alla caduta del Muro ed all'evidenza di ciò che accadeva oltrecortina. Il comunismo pare sepolto, sia dal fallimento del marxismo reale che dai luoghi comuni, fa giusto comodo al governo ritirarlo fuori ogni tanto come spauracchio.
La "carriera" come autore di programmi radiofonici (in realtà si tratta di retrocessione, prima lavorava per la tivvì ma il vento politico non tira dalla parte giusta) lo porta a fare i conti con lo spettro che si aggirava per l'Europa e ad approfondire il suo concetto di bene e male oltre un'ottica puramente manicheista.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0L'illusione del bene, 06-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Trama avventurosamente abborracciata. I personaggi e i loro rapporti hanno una credibilità da libro di fantascienza di cattiva qualità. Non varrebbe la pena di parlarne, francamente. L'analisi politic che ci sta dietro è da segnalare però, non tanto per i contenuti, che sono di una deprimente superficialità, quanto perchè è esemplare nel definire lo stato di confusione mentale in cui si naviga nella area ulivista-democratica-expicci, soprattutto romana, al tempo del veltronismo ascendente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO