L' idiota in politica. Antropologia della Lega Nord

L' idiota in politica. Antropologia della Lega Nord

4.0

di Lynda Dematteo


  • Prezzo: € 16.00
  • Nostro prezzo: € 15.20
  • Risparmi: € 0.80 (5%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Alla fine degli anni ottanta, quando gli elettori lombardi sanzionano l'arroganza e la corruzione della classe politica votando per la Lega Nord, si fanno sedurre dall'intemperanza anche lessicale di Umberto Bossi. La sua "idiozia" politica, le maschere che di volta in volta indossa diventano la chiave del suo successo. Il suo stile verbale rievoca il buffone della tradizione medievale, non rispettando niente e nessuno, e deridendo a più riprese le istituzioni. Con lui la pratica politica smarrisce ogni riferimento di senso, diventando una giravolta di annunci, minacce, promesse e intenzioni, in una parola "spettacolo". Il suo linguaggio e le sue maniere rimandano ai personaggi della Commedia dell'arte: il politico Bossi si trasfigura nella maschera Bossi. Come emerge da questo approccio etnografico, la Lega Nord non si limita a rappresentare le maschere più profonde dell'immaginario collettivo attraverso l'invenzione di un linguaggio tutto "suo", ma ha campo libero per fare politica nel senso più classico del termine, cioè creando miti. La Lega si dimostra più gramsciana della sinistra, conquistando l'egemonia culturale e investendo in modo ramificato tutti i settori della società. La semplicità lessicale, popolare e dialettale agìta contro l'arroganza delle classi colte e urbane si trasforma nel suo contrario: l'arroganza della semplicità. Prefazione di Gad Lerner.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Un partito di lotta e di governo, 27-04-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di L. SARDU - leggi tutte le sue recensioni
Un vero saggio etnografico che tocca i punti salienti della evoluzione politica leghista, smascherando le sue radici nel cattolicesimo assoluto autonomista del post-Unità e la filiazione essenziale dai movimenti autonomisti veneti. A proposito di maschere, proprio sulla "figura carnevalesca" si sviluppa il ragionamento della Dematteo, sul fatto che la Lega si serva di toni da parodia per far passare riflessioni (razzismi e altri aspetti socialmente aborriti) che altrimenti non verrebbero dibattuti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO