€ 8.50€ 10.00
    Risparmi: € 1.50 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Homo faber. Resoconto. Ediz. speciale

Homo faber. Resoconto. Ediz. speciale

di Max Frisch

3.5

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: Vintage
  • Traduttore: Rendi A.
  • Data di Pubblicazione: maggio 2005
  • EAN: 9788807830051
  • ISBN: 8807830051
  • Pagine: 186
  • Formato: rilegato

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli
Ingegnere pragmatico e razionale, privo di radici affettive che lo ancorino a un luogo o a una famiglia, indifferente a tutto ciò che non è spiegabile con la logica e insensibile a tutto ciò che è istintivo, religioso umanistico. Autentico campione della civiltà tecnologica, si ostina a non vedere ciò che non può capire. Nel corso di una crociera, Faber incontra una ragazza cui si lega sentimentalmente. Quando scopre in lei la figlia mai conosciuta, è ormai troppo tardi. Il romanzo viene ora proposto in edizione speciale per i cinquant'anni di Giangiacomo Feltrinelli Editore.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Homo faber. Resoconto. Ediz. speciale acquistano anche Il cielo diviso di Christa Wolf € 6.50
Homo faber. Resoconto. Ediz. speciale
aggiungi
Il cielo diviso
aggiungi
€ 15.00


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 2 recensioni)

2.0Bene a sprazzi, ma il tutto non convince, 19-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Uno stile asciutto ed una trama da tragedia classica prestati ad un apologo - evocativo e dolente - sulla sconfitta, sul fallimento, dell'uomo tecnocrate. Homo Faber è un romanzo "tragico" i riferimenti al mito di Edipo sono espliciti, ma quello che qui viene reso molto bene è il dissidio che deve affrontare il protagonista, il quale crede di poter risolvere tutto con il pensiero razionale, senza dare alcun valore al caso, all'ipotesi lontana, all'impossibile in agguato. La cieca necessità dell'uomo tragico (Edipo) negata dall'uomo moderno qui ha la possibilità di riprendersi una grandiosa rivincita, perché "La vita non è materia, non può essere dominata con la tecnica".
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0cittadino di un epoca tarda che sfrutta il passato, 04-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
mi domando perché pochi in italia conoscano ed apprezzino max frish. a mio parere è uno scrittore che meriterebbe di essere citato tra i "grandi" della letteratura mondiale. attraverso il protagonista viene analizzata la difficoltà di far coincidere la vita vissuta con l'identità sentita e di riuscire a lasciarsi guidare esclusivamente dalla razionalità adeguandaola a qualunque situazione. frish è bravissimo a rendere come un individuo, costretto al di fuori dei suoi punti di riferimento, venga travolto dagli eventi ma conservi la convinzione di poter riportare tutta la realtà che lo circonda al suo mondo precedente. nessuno più di lui ha saputo raccontare il postmoderno.
Ritieni utile questa recensione? SI NO