€ 6.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Hannibal Lecter. Le origini del male

Hannibal Lecter. Le origini del male

di Thomas Harris

3.5

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: I miti
  • Traduttore: Callegari A.
  • Data di Pubblicazione: febbraio 2008
  • EAN: 9788804575344
  • ISBN: 8804575344
  • Pagine: 334
  • Formato: rilegato
Lituania, fine della seconda guerra mondiale. Un bambino di otto anni emaciato e sporco, emerge dalle macerie e dalle stragi del fronte occidentale e vaga senza meta nella neve con un braccio rotto e una catena stretta al collo. Quel bambino è Hannibal Lecter, fuggito dal casino di caccia in cui si era rifugiato con la famiglia per scampare alla violenza delle soldataglie. Gli occhi attraversati da un'indecifrabile espressione, chiuso in un ostinato silenzio, il piccolo Hannibal cresce nell'orfanotrofio russo che lo ospita in una solitudine apparentemente assoluta. Lo zio, un famoso pittore, riesce a rintracciarlo e lo porta a vivere con sé a Parigi. Qui, grazie alle amorevoli cure di sua moglie, Hannibal avrà modo di scoprire e coltivare i suoi innumerevoli talenti, che spaziano dalla musica alla letteratura, dall'arte alla medicina. È in questa atmosfera, densa di stimoli e suggestioni, che il giovane comincerà a edificare un vero e proprio "palazzo della memoria", impreziosendolo di visioni spettacolari e insieme agghiaccianti, teatro e sfondo interiore delle più raffinate speculazioni come dei più inconfessabili desideri. Fino al giorno in cui Hannibal decide che è tempo di tornare a casa e bussare alla porta dei demoni che così spesso vengono a fargli visita...

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.3 di 5 su 7 recensioni)

4.0Vi piace il gioco d'azzardo?, 13-05-2015
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro propone la storia della vita di Hannibal Lecter prima che arrivasse in America. e cerca di spiegare il processo che ha portato un bambino a diventare un pericoloso assassino cannibale, raccontando le vicende della sua infanzia e adolescenza.
Per quanto mi riguarda è un buon libro: sicuramente non ai livelli dei due precedenti, ma non lo condanno assolutamente.
Alcune critiche che sono state lanciate a questo libro riguardano il fatto che non ci può essere spiegazione razionale per l'operato del dottor Lecter, e questo sarebbe vero anche per me, se Hannibal fosse una creatura sovrannaturale, una sorta di vampiro o di zombie. Hannibal però è un essere umano come lo siamo tutti, e io apprezzo che l'autore abbia voluto cercare nella razionalità le ragioni della sua follia.
Chiaramente i gusti sono gusti e questo libro può rappresentare un azzardo, in quanto potrebbe abbellire la figura di un personaggio leggendario oppure demolirla completamente. Ve la sentite di rischiare?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Le origini del male, 02-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Le origini del male, appunto. Ma io direi più "le origini della vendetta". In fondo è solo questo che muove Hannibal Lecter che, poco più che un bambino, ha visto la propria sorellina mangiata da una banda di criminali...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0lettura avvincente, 27-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Sono pochi i punti che emergono dal libro che non vengono rappresentati sulla pellicola.
La ricostruzione della psiche del giovane Hannibal è molto ben descritta,la sua ira è legata alla vendetta verso la morte della sorella e non incarnata nella figura del pazzo omicida dei film successivi. La descrizioni dell' ambiente aristocratico di Hannibal è molto dettagliata, viene descritta una stirpe di nobiltà destabilizzata dall' odio, dalle corruzioni e dalla violenza del dopo guerra. Libro letto in meno di una settimana
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Origini del male, 20-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Da dove viene tutto il male che si racchiude in Hannibal Lecter? La risposta è tutta qui, in una storia che rende plausibile e perfino giustificabile tanta violenza e tanto orrore. Inizio della storia di Lecter e base per l'ultimo film della serie, con lo stesso titolo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Interessante, 10-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro non è espressamente necessario per i lettori che hanno letto i precedenti, ma sarà ben gradito a quelli più inclini a chiedersi come si possa generare tanta malvagità in un uomo. "le origini del male" spiega come la crudeltà e l'ingustizia possano spingere un uomo a diventare qualcosa di mostruoso.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Bleah?, 06-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Letto prima della restante trilogia, carino in alcune parti ma orribile nell'insieme: se letto da solo senza affrontare la lettura del "Drago Rosso" del "Silenzio degli Innocenti" e di "Hannibal" può trarre in inganno e sembrare un bel libro, il problema però è proprio questo: sembra un bel libro ma non lo è; Harris tentando di strafare ha rovinato la sua gallina dalle uova d'oro e creato una storia che non aveva motivo di esistere, non in questa forma almeno, se proprio si vuol essere positivi.
Lettura sconsigliata a chi ha amato gli altri libri della serie di Hannibal the Cannibal.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Brutto, bruttissimo, 06-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Orrido. Confusionario, scritto male, banalissimo, dovrebbe essere venduto con il titolo "Come distruggere uno dei migliori personaggi mai creati negli ultimi cento anni in trecento pagine".
Il tentativo di umanizzare Lecter, di dare una spiegazione razionale, plausibile per quello che è, di far ricondurre il suo cinismo e cannibalismo alla perdita della sorellina quand'era piccolo... terribile, era imbarazzante proseguire nella lettura. Preferisco fingere che non sia mai esistito, e infatti quando parlo della serie di libri di Lecter parlo sempre di trilogia, mai di tetralogia - o tetrarchia che dir si voglia.
Per carità, non rovinatevi un personaggio meraviglioso come Lecter leggendo questo libro. Harris mi ha delusa tantissimo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO