€ 6.75€ 15.00
    Risparmi: € 8.25 (55%)
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La guerra delle salamandre

La guerra delle salamandre

di Karel Capek

3.0

Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
  • Editore: UTET
  • Collana: Letterature
  • Traduttore: Meriggi B.
  • Data di Pubblicazione: marzo 2009
  • EAN: 9788802080994
  • ISBN: 8802080992
  • Pagine: XII-354
  • Formato: brossura
Un geniale apologo pieno di spirito e amara ironia significativamente scritto nel 1936: in una baia dei mari del Sud viene scoperta una strana e mite "salamandra" antropomorfa. I primi esemplari vengono usati nella pesca delle perle o portati in giro nei circhi. Poi si scopre che le salamandre imparano a parlare facilmente e si comincia a usarle come manodopera (alquanto schiavizzata) per complesse lavorazioni subacquee e iniziano agevoli tentativi di "civilizzarle": esilaranti per forza parodistica i passi nei quali si narra la loro evangelizzazione religiosa e politica... Rapidamente si arriva al loro uso militare da parte delle nazioni "civili". Altrettanto rapidamente nasce la coscienza di essere un popolo e le conoscenze acquisite vengono ritorte contro il genere umano: crolli sottomarini dovuti a esplosioni provocate dalle geniali salamandre artificiere (che ormai si autogovernano e obbediscono a una sorta di Re che trasmette i suoi diktat e le sue condizioni agli uomini con trasmissioni radio) aprono voragini sempre più ampie lungo le coste: New Orleans è tra le prime città a essere devastate dall'avanzata dei flutti. Ma anche tra il popolo delle salamandre nascono divisioni, si generano fazioni e inizia una guerra intestina che porterà alla distruzione globale...

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 1 recensione)

3.0Fantascienza sociale, 27-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo romanzo è assai interessante, perché la fantascienza per Karel Capek altro non è che un modo per criticare, assai ferocemente e dettagliatamente, la società che gli si presenta innanzi. Tuttavia La Guerra ha il difetto di mettere assieme troppi elementi assai diversi tra loro, risultando alle volte un po' indigesto e altre volte molto di maniera. Indubbiamente una buona lettura, ma per conoscere l'autore è meglio R.U.R.
Ritieni utile questa recensione? SI NO