La guerra della fine del mondo

La guerra della fine del mondo

4.5

di Mario Vargas Llosa


  • Prezzo: € 15.50
  • Nostro prezzo: € 13.17
  • Risparmi: € 2.33 (15%)
Disponibilità immediata solo 1pz.
Ordina entro 63 ore e 55 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo martedì 06 dicembre   Scopri come

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Alla fine dell'Ottocento, nel Nordest del Brasile, appare una strana figura di santo e di profeta - "le ossa sporgenti e gli occhi ardevano di un fuoco perpetuo" - che attira intorno a sé migliaia di persone sbandate e vinte dalle ingiustizie della vita. Così comincia la storia memorabile della piccola e remota Canudos, solitario avamposto contro l'immenso Brasile e incontaminato luogo di pace, che sarà raso al suolo e cancellato dal nuovo governo repubblicano. Raccontando "cose attuali, concrete, quotidiane, inevitabili come la fine del mondo e il giudizio universale", Vagas Llosa ricrea uno dei più tragici episodi della storia dell'America Latina, facendone un romanzo e una saga di forte intensità, specchio realistico e insieme fantastico delle crudeltà, speranze e illusioni dell'uomo.

Note sull'autore

Jorge Mario Perdro Vargas Llosa è nato ad Arequipa, in Perù, il 28 marzo del 1936. Appartenente ad una famiglia del ceto medio, trascorre la giovinezza in Bolivia. Studia Lettere e Giurisprudenza presso l’Universidad Nacional Mayor de San Marcos, a Lima. Dopo gli studi si trasferisce in Europa. Viaggia molto tra la Spagna, la Francia, l’Italia e l’Inghilterra. Lavora come giornalista per la France Press e si dedica alla narrativa. Il suo romanzo d’esordio si intitola “Los Jefes” (1959), ma il romanzo che lo rende un autore noto nel panorama letterario internazionale, è “La ciudad y los perros”, scritto nel 1963. In Perù, tuttavia, il romanzo è stato bruciato perché considerato dissacrante. Jorge Mario Perdro Vargas Llosa, assieme a Gabriel Garcia Marquez, è considerato uno dei principali protagonisti della rinascita della narrativa sudamericana. Come numerosi altri autori latinoamericani, Vargas Llosa è estremamente attivo in ambito politico, tanto che nel 1990 si è candidato, senza successo, alle presidenziali del Perù. Nel 1993 chiede ed ottiene la cittadinanza spagnola. Autore di numerose opere, tra i vari premi ricevuti da Jorge Mario Perdro Vargas Llosa per il suo impegno in ambito letterario vi è anche il Nobel, che gli è stato consegnato nel 2010, rendendolo il primo peruviano a ricevere il prestigioso riconoscimento.
 

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano La guerra della fine del mondo acquistano anche Marinai perduti di Jean-Claude Izzo € 9.50
La guerra della fine del mondo
aggiungi
Marinai perduti
aggiungi
€ 22.67

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Mario Vargas Llosa:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 2 recensioni)

4.0Un "Guerra e pace" sudamericano, 01-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Difficile trovare un libro così avvincente. La struttura è molto complessa, con parecchi personaggi, diversi punti di vista e continui salti avanti e indietro nella storia. Ma non ci si perde perché il tutto è orchestrato perfettamente; e anzi, le anticipazioni creano continui motivi di interesse e il lettore è praticamente costretto ad andare avanti. Le prime 3 parti del romanzo sono le migliori, bellissime le storie di ognuno dei personaggi nell'incontro con Antonio il Consigliere. L'ultima parte ho fatto fatica, soprattutto nelle lunghe descrizioni degli appostamenti, delle battaglie e delle imboscate degli jagunco contro l'esercito.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Romanzo di grande potenza espressiva, 26-01-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Un grandissimo spaccato dell'America latina, un romanzo fiume, corale, una saga ricca di storie, personaggi e prospettive diverse e contrapposte. La vilenza è palpabile in ogni personaggio, sia quelli negativi, legati al potere ma anche quelli cosiddetti positivi. Il realismo politic di Llosa appare evidente sia nei confronti della religione "oppio dei popoli" che della rivoluzione che, in questo caso, è condotta da uomini che fanno della violenza il loro vissuto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO