€ 12.75€ 15.00
    Risparmi: € 2.25 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La guerra civile fredda

La guerra civile fredda

di Daniele Luttazzi

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: I canguri
  • Data di Pubblicazione: giugno 2009
  • EAN: 9788807702136
  • ISBN: 8807702134
  • Pagine: 238
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli
Dopo aver introdotto il concetto di "golpe al rallentatore" Luttazzi aggiorna il quadro con l'esame satirico della tappa successiva: la "guerra civile fredda". Essa è il risultato del progetto reazionario, creatore di disuguaglianze e gerarchie, in atto da un ventennio nel Paese. Se risulta paradossale l'appoggio che col loro voto i cittadini italiani stanno dando alle politiche classiste che da anni li danneggiano, una spiegazione tuttavia c'è. Che Berlusconi e la Lega continuino a vincere le elezioni; An si fonda col PDL; Di Pietro cresca nei sondaggi; il PD resti inconcludente; Prodi abbia battuto Berlusconi per due volte; la Chiesa attragga fedeli da duemila anni; e Grillo riempia i palazzetti e le piazze coi suoi meet up lo si deve innanzitutto al potere di una forte tecnica di persuasione: la narrazione emotiva. Le strategie del marketing politico Usa insegnano che l'elettorato non vota in modo razionale, ma in base a suggestioni emotive. Il programma elettorale diventa secondario, se non sai come raccontarlo. Nella nuova realtà politica, la popolarità sostituisce la legittimazione; la vittoria la credibilità; e i sondaggi l'ideologia. La satira di Luttazzi esplora i cinque elementi della narrazione emotiva con una serie di casi tratti dalla cronaca più recente, mostrando come l'analisi narratologica riesca non solo a spiegare certi fatti, ma anche a prevederli. In appendice, la raccolta di vignette "Cow Crucis" del disegnatore Massimo Giacon.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Daniele Luttazzi:


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.8 di 5 su 4 recensioni)

3.0La guerra civile fredda, 02-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Finché parla di politica, società e religione, Luttazzi dice cose sensate, a tratti illuminanti. Ma su etica e tecnica dell'umorismo sbrodola un sermone macchinoso e altamente discutibile. Quanto alle gag, meglio le battute secche dei racconti nonsense.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Una satira sociologica, 31-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Per apprezzare Luttazzi bisogna inevitabilmente scendere a patti con il suo linguaggio diretto e brutale, ma una volta tenuto conto di quest'avvertenza ci si trova davanti ad un testo, principalmente un monologo teatrale, ben strutturato, ben scritto e soprattutto drammaticamente reale. Attraverso il filtro della satira, Luttazzi analizza con acume come un'informazione gestita e teatralizzata riesca a far passare messaggi distorti, in particolare nella politica, coinvolgendo la popolazione con la tecnica del "racconto emotivo", in cui l'ideologia e la credibilità vengono sostituite dalla popolarità e dai sondaggi. Luttazzi dà dunque la sua personale, ma tristemente oggettiva, analisi del distacco venutosi a creare fra politica e popolazione reale, dando un quadro sociologico della situazione italiana. Non poteva mancare anche la parte "blasfema", dedicata alla polemica contro la Chiesa e la religione cattolica, in realtà piuttosto divertente se si abbandonano i preconcetti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0La realtà, 03-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
E' evidente dal voto che ho dato a questo libro che non mi è piaciuto abbastanza,a causa del linguaggio volgare utillizzato in alcune circostanze.D'altro canto per quanto riguarda i contenuti credo che rispecchino la realtà in cui viviamo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Satira allo stato puro, 06-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Riflessione satirica sullo stato di salute politica italiana. Da sbellicarsi il ritratto dei ministri.
Ritieni utile questa recensione? SI NO