La guerra da 3000 miliardi di dollari

La guerra da 3000 miliardi di dollari

di Joseph E. Stiglitz, Linda J. Bilmes


  • Prezzo: € 19.00
  • Nostro prezzo: € 16.15
  • Risparmi: € 2.85 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

L'Iraq ha rappresentato per l'America il conflitto più costoso dopo la fine della Seconda guerra mondiale. Se le stime della vigilia parlavano di circa cinquanta miliardi di dollari, gli Stati Uniti hanno già speso mille miliardi di dollari e altre centinaia di miliardi attendono ancora di essere pagati. Diversamente da quanto accadeva con le guerre del passato, quando le tasse venivano alzate per finanziare l'aumento della spesa pubblica, l'amministrazione Bush ha ridotto le tasse contestualmente alla scelta di andare in guerra. Con il risultato di aumentare esponenzialmente il già enorme debito pubblico degli Stati Uniti. Joseph Stiglitz e Linda Bilmes fanno finalmente luce su tutti i costi occulti della guerra e sulle conseguenze economiche e sociali di una scelta sbagliata. Guardando anche alle prospettive per il futuro, con una nuova amministrazione statunitense che ha già cambiato passo in Iraq e nel mondo.

Note sull'autore

Joseph Eugene Stiglitz è nato a Gary, nell’Indiana degli Stati Uniti, il 9 febbraio del 1943. Dopo aver studiato presso l’Amherst College si trasferisce al MIT, dove consegue la laurea. Grazie a una borsa di studio, frequenta l’Università di Cambridge, dove si specializza. Dopo gli studi inizia a dedicarsi all’insegnamento. Prima è al MIT, poi a Yale e infine alla Columbia università, dove tutt’ora insegna. Autore di numerosi saggi di economia, Stiglitz è stato Presidente dei consiglieri economici durtante l’amministrazione Clinton e Senior Vice President e Chief Economist della Banca Mondiale. Per lo studio delle asimmetrie informative in campo economico, ha vinto assieme a George Akerlof e a Michael Spence il Premio Nobel. Ha ricevuto la laurea honoris causa in Economia dall’Università di Bergamo e dalla LUISS Guido Carli. Nel 2011 è stato un sostenitore del movimento Occupy Wall Street ed ha criticato aspramente il Fondo Monetario Internazionale e, in generale, i sistemi economici internazionali.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro