€ 13.60€ 16.00
    Risparmi: € 2.40 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Grande seno, fianchi larghi

Grande seno, fianchi larghi

di Yan Mo

3.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
Una prolifica famiglia matriarcale, governata da una madre dolce ed energica, attraversa le tante vicissitudini della storia cinese del Novecento. Dagli anni Trenta dell'invasione giapponese a oggi, figli, nipoti e parenti acquisiti degli Shangguan si confrontano con gioie e dolori dispensati da una terra estrema e primordiale. Con questo dichiarato omaggio alla propria madre e alle proprie radici, Mo Yan torna all'affresco rurale e mitologico di "Sorgo rosso".

Note su Yan Mo

Mo Yan è lo pseudonimo di Guan Moye che significa «colui che non vuole parlare». Scrittore e saggista cinese, nacque a Gaomi il 17 febbraio 1955. Fondatore del movimento letterario «Ricerca delle radici», viene considerato uno dei maggiori scrittori cinesi viventi, vincitore del Premio Nobel per la Letteratura nel 2012. Autore di sette romanzi, tra cui Sorgo rosso, una dozzina di racconti e numerose storie brevi, ambientati nella sua provincia d'origine: lo Shandong. L'11 ottobre 2012 l'Accademia Svedese gli ha conferito il Premio Nobel per la letteratura con la motivazione, riguardo alla qualità sua opera "che con un realismo allucinatorio fonde racconti popolari, storia e contemporaneità". È il secondo cinese a ricevere questo riconoscimento dopo Gao Xingjian, premiato nel 2000, anche se proprio quest'ultimo risiede ormai da un lungo periodo in Francia.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Grande seno, fianchi larghi acquistano anche Sender Prager di Israel J. Singer € 6.80
Grande seno, fianchi larghi
aggiungi
Sender Prager
aggiungi
€ 20.40

Prodotti correlati:

I libri più venduti di Yan Mo:


Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 1 recensione)

3.0Grande seno, fianchi larghi, 26-09-2011, ritenuta utile da 4 utenti su 7
di - leggi tutte le sue recensioni
E' un romanzo ambientato nella cina tradizionale dall'impianto piuttosto particolare, da una parte c'è una storia che è un fluire continuo di invenzioni, personaggi, disavventure al limite del picaresco, capace di caricarsi di colori, odori e suoni, di un realismo tanto pieno da toccare i toni della fiaba e del grottesco.
Dall'altra c'è un personaggio principale di cui non si capisce il ruolo, inetto fino allo stordimento, incapace di farsi carico della storia, di suscitare simpatia, condivisione, compassione, odio. Al punto che son portato a pensare che sia in parte allegorico e che indecisa, bastarda e maniaca sia la Cina intera che è cresciuta in questi anni a scapito delle sue sorelle, le persone migliori.
Di questi due estremi ad un certo punto il libro ne soffre, quando Jintong resta solo, con il peso della narrazione sulle spalle, ci si annoia pure un po' .
Poi il bellissimo ultimo capitolo e le sparse appendici, che ricapitolano e richiudono vari lembi rimasti aperti quasi mi convincono che questa noia è voluta e necessaria per gustare appieno l'ultima parte.
Qualche dubbio mi resta, però.
Ritieni utile questa recensione? SI NO