La grande rapina al treno

La grande rapina al treno

4.5

di Michael Crichton


  • Prezzo: € 8.90
  • Nostro prezzo: € 8.37
  • Risparmi: € 0.53 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Anno 1855. L'Impero Britannico manda al suo esercito impegnato in Crimea 12.000 sterline in lingotti d'oro custoditi in casse a prova di tutto. Le casseforti vengono caricate sul sorvegliatissimo espresso Londra-Parigi. A Parigi, però, ecco la sorpresa: le casseforti sono giunte con i sigilli intatti, ma dentro non c'è oro, solo pallini da caccia. L'incredibile storia del più audace colpo del secolo e del suo geniale ideatore, il ladro gentiluomo Edward Pierce.

Note sull'autore

John Michael Crichton nacque a Chicago il 23 ottobre del 1942. Era il figlio di di John Henderson Crichton e Zula Miller. E’ cresciuto a Long Island, assieme ai genitori, alle sorelle Kimberly e Catherine e al fratello Douglas. Nel 1964 ha conseguito il diploma presso la Harvard University di Cambridge, nel Massachusetts. Successivamente ha proseguito gli studi presso la Harvard Medical School, dove nel 1969 si è laureato in Medicina e Chirurgia. A venticinque anni scoprì di essere affetto da una forma benigna di sclerosi multipla. Tra il 1969 e il 1970 ha frequentato alcune lezioni presso il Salk Institute for Biological Studies di La Jolla, in California, con l’obiettivo di prepararsi a svolgere la professione medica. Già durante questo periodo però Michael Crichton manifestava una forte passione per la scrittura, che lo ha portato a scrivere alcuni racconti con lo pseudonimo di John Lange e Jeffrey Hudson. Divenuto medico, ha poi deciso di abbandonare la professione per dedicarsi completamente alla narrativa. Tra i primi romanzi di Crichton vi è anche “Andromeda”, un romanzo di fantascienza del 1969 per il quale l’autore viene considerato uno dei padri del genere narrativo del thriller tecnologico. Grazie al denaro che è riuscito a mettere da parte con la vendita delle sue opere giovanili, Crichton ha potuto dedicarsi anche alla sua seconda grande passione: i viaggi. Ha viaggiato in tutto il mondo, traendo spunto per le opere successive. Si occupò anche di sceneggiatura e lavorò a stretto contatto con importanti registi, tra cui Steven Spielberg. Nel 1989 mentre discutevano sulla sceneggiatura della serie televisiva E.R. - Medici in prima linea, Crichton raccontò a Spielberg del romanzo che stava scrivendo, “Jurassic Park”. Il romanzo uscì nel 1990 e i diritti del libro furono acquistati da Spielberg ancora prima che l’opera venisse pubblicata. Nel 1993 Jurassic Park di Spielberg esce nelle sale cinematografiche. Sia il romanzo che il film ebbero un incredibile successo, tanto che Crichton ne scrisse il seguito (“Mondo perduto”, del 1995) il quale fu nuovamente adattato da Spielberg in un sequel cinematografico. Autore prolifico, i romanzi di Crichton hanno complessivamente venduto 150 milioni di copie. John Michael Crichton si è sposato e ha divorziato 4 volte. È morto a Los Angeles il 4 novembre 2008.

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Michael Crichton:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.4 di 5 su 5 recensioni)

5.0La grande rapina al treno, 08-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Il grande Crichton nella sua carriera di scrittore ha avuto il merito di infondere nei suoi libri, certamente di pura e godibilissima evasione, alcuni elemti didattici, frutto probabilmente di un certosino lavoro di ricerca. La grande rapina al treno racconta la vicenda del furto dell'oro del 1855 in Crimea, e ci riporta nelle atmosfere reali di quell'epoca.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La grande rapina al treno, 28-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Crichton è sempre stato un perfezionista, sia nella divulgazione scientifica, basata su un'accurata ricerca, sia nella ricostruzione storica di questa vicenda ambientata nell'ottocento. Da non dimenticare il film che ne è stato tratto e che porta la sua firma. Un lbro imperdibile per i suoi fans.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Lettura piacevole, 08-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
"La grande rapina al treno" è una lettura molto piacevole, che narra di uno dei furti più ingegnosi di tutta l'età Vittoriana. Infatti, il romanzo è ispirato al furto dell'oro di Crimea, fatto realmente accaduto nel maggio del 1855, ad opera di William Pierce e dei suoi complici. Crichton non solo racconta i fatti così come si sono svolti, basandosi sui resoconti degli interrogatori di polizia, ma fornisce anche delle brevi digressioni sulla società Vittoriana, importanti per capire la mentalità paradossale di quest'epoca i cui "strascichi" possono essere percepiti ancora oggi.
Consigliato per una lezione di storia fuori dal comune.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Grande avventura, 12-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro davvero piacevole, una avventura ben costruita ed una trama avvincente e ben costruita! Una lettura fortemente consigliata.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0GRANDE, 07-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Una storia avvincente . Un affresco dell'Inghilterra di metà '800 insuperato; Personaggi,situazioni, abitudini accuratamente descritte che che non tolgono ritmo alla storia. Forse il miglior romanzo di Crichton.
Ritieni utile questa recensione? SI NO